BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividi | 
 

 QUANTI ANNI

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: STRANEZZE A PRIMAVERA   Ven Apr 06, 2018 2:00 am

Lo scoiattolo appena svegliato 
non ricorda la nocciola nascosta 
e la ghiandaia che l'ha rubata 
chiede cospicuo riscatto 
..che il roditore rompa il guscio 
e divida il frutto a metà 

Un picchio martella un tronco 
e i condomini gli fanno causa 
il tasso il loro avvocato, 
la parcella un nido con uova 

Il contadino con la fune 
ruota la puleggia della motozappa 
e questa sbuffa soltanto 
non accenna a ruggire 
e lui dice ingrata per l'olio 
che ogni volta ti ho cambiato in anticipo 
poi coi piedi pesta il berretto
e maledice il vino già aceto  

L'acerba fanciulla sente fremiti al seno 
e a rassicurarlo con mani tremanti 
il sangue accelera e sosta agli zigomi 
e a un limpido ruscello il rimiro 
e a bagnarlo a farlo scappare 
a vene nascoste 

Raglia l'asino appena lustrato 
alla corteccia di un tronco 
incide il suo nuovo CD 
dal titolo..basta paglia 
è l'ora del fieno e leccornie 

Strani versi dei gatti 
giocano a cowboy 
a domare selvaggi impeti 
e spesso scalciati applaudono 
con zampe al cielo la perseveranza 
-------------------------------------------- 
Da:Vite Tremule 
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: STRADE   Dom Apr 01, 2018 1:38 am

Le strade fossi allineati
l'asfalto pelle col morbillo
e qua e là cerotti neri pressati
da chirurghi arancioni
mentre ai lati alberi spennati dai rumori
con rami secchi impallinati da fucili

Nelle macchine assensi a se stessi
e al parabrezza che inanella 
inchini al sole e a chi capita
e qualcuno da campagna arlecchino
in risposta simula addii con la mano

Quando piove i copertoni
benedicono vestiti e ricevono bestemmie
o parentesi a dita in espansione
o ancor peggio invettive a nomi
scritti da parecchio sui calendari

Cartelli a indicare percorsi boomerang
alcuni cadenti e arrugginiti come a dire
perdersi è normale in ogni viaggio
prima della meta trova te stesso
prega la tua colpa che hai assegnato ad altri

Strade,vene nere intasate
a volte il sangue tracima o ritorna indietro
o semplicemente s'adagia a specchio
in una buca ove si rimira il cielo
------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PROGRESSO   Dom Mar 25, 2018 2:11 am

Il progresso è inarrestabile
il lavoro è troppo per pochi
e niente per tanti che lo cercano per rifiutarlo,
tutti votano il passato nel futuro
per lamentarsi nel presente

Nelle campagne desolate
non c'è più l'allodola
le sue aureole ereditate dai corvi
il canto dalla televisione
il nido da una bottiglia vuota

I contadini spandono concimi
ceci del diavolo a punire
la miseria inginocchiata

La gente si parla coi motori
e con pezzi di specchio che non riflettono,
domande e risposte sono identiche
e tanti le scrivono per leggerle senza pensare
magari solo per interloquire
 di spalle con se stessi

Sui tetti,padelle senza fuoco
col calore degli insulti 
friggono metalliche voci
e le servono ai fossi nei divani

Incenso ovunque
e omelie ad alibi del destino
e le bombe  a diffonderle
più veloci nello orecchie
in un mondo a parte con le cuffie

Un taràssaco fiorito nelle crepe dell'asfalto
a ricordare che la natura vince sempre,
con due foglie fa le corna
a scarpe senza padrone
e a copertoni sfuggiti ai cervelli
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: GLI OMBRELLI   Ven Mar 23, 2018 10:18 pm

Gli ombrelli
a volte si credono aquiloni
forzano una mano
e vanno col vento
poi questo traditore rallenta
e finiscono sui rovi
e fanno da bandiere a più intenti
chi per un merlo
chi per un pettirosso
e chi per un canarino
che osserva da una gabbia

Gli ombrelli sono come i pensieri
prima o poi scappano
e diventano parole
spesso poco gentili

Gli ombrelli
sono cupole e noi sotto
ci crediamo Santi ambulanti
e ci nascondiamo al cielo
che disapprova il percorso

Gli ombrelli s'innamorano
e nei vicoli stretti
timidi provano di baciarsi
e qualche volte s'arrabbiano
con occhi indiscreti
che tentano di chiudere
---------------------------------
Da: Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SOMALIA   Mar Mar 20, 2018 3:22 am

La morte gioca a dadi
con le mosche
e la carne litiga
con le ossa

Danzano i Kalashnikov,
bersagliano le note
di una litania
orfana di denti

Una lente
cerca tra la sabbia
creduta farina
la gobba di un cammello
che mastica sale

Dirimpettai
un minareto e una chiesa
si parlano tramite un agnello
in andirivieni vola
sul dorso di un corvo

Un bambino
addita una traveggola
e due oasi negli occhi
zampillano argento

A bagnomaria
le speranze cucinate dal sole
e conservate nella dispensa
del vento
---------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: NEVE   Gio Mar 01, 2018 12:30 am

Farina dei poveri
scende dal cielo
mandata dal Diavolo

Si lamentano i panificatori
fatica l'inferno
a cuocere il pane

Il pettirosso,infreddolito
ha un carbone sul petto
ma non cuoce nemmeno
una briciola

Angeli imbiancati
accecati,inzaccherati
ritornano fantasmi
al Supremo
----------------------
Da.Vetriolo
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: TANTA GENTE LA SERA   Dom Feb 25, 2018 2:19 am

Tanta gente
non ha nulla da perdere e da trovare
la sera esce e non sa dove andare
guarda vetrine piangere miserie
ed è contenta sente dolore alleato

Le insegne ormai hanno poco da dire
le esche sono finite e le poche rimaste
pentite gridano allerte

In fila, nel loro carapace
tartarughe veloci, rombano e fumano
frustano  ricci con aculei spuntati
sotto i portici nei loro cappotti

Gendarmi del buio i lampioni
chi dorme,chi veglia curvo
il proprio destino
chi intermittente protesta al progresso

Ogni tanto,urla schiamazzi
e risate a caccia di riferimenti
poi qualcuno gioca con palloni
deformi, di vetro e non di rado
si rompono a un colpo di testa
e sangue e alcol ultimo cocktail d'addio

Parodie alle stelle
sigarette e copertoni che bruciano
tra sgommate e stridii di freni,
saluti che hanno perso parole
sputate col fumo,rubate dal buio
--------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'OMBRELLO   Gio Feb 15, 2018 3:18 am

Una volta  l'ombrello
era un piccolo tetto ambulante
e ospitarvi sotto qualcuno
era motivo di soddisfazione
e di piacevole conversazione
se non addirittura un onore

Oggi piove
ma l'ombrellaio non vende
ognuno s'arrangia
chi porta a tegola un giornale
chi a berretto una busta di plastica
chi semplicemente corre veloce
chi rasenta i muri sotto un corncione

Solo i vecchi hanno l'ombrello
per poterlo poi girare a bastone
ma c'è anche qualche statale
disertore al lavoro, lo calca in testa
ad arte obliquo a taglio di sguardo
per non farsi riconoscere

Qualche timido innamorato
lo usa a sipario impreciso
per spiare il suo amore
e come sempre incauto all'incanto
si svela suscitando ilarità

Per i bambini una specie d'aquilone
zavorrato da moniti  adulti
e aspettano ansiosi alibi il vento
per farlo coi sogni volare
-----------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VIALE D'INVERNO   Ven Feb 02, 2018 4:10 am

Nel freddo che fa danzare i denti
e irride i lampioni
sul viale di vetro
bussa a se stesso
il bastone di un povero
che illude di portare
al podio i piedi impacchettati
con plastica occhialuta

A molla gli arti di un passero
croccanti al salto
e assenso al vuoto col becco
a ingoiare briciola immaginata,
s'invola stanco
verso indomita speranza

Siede il tempo col berretto di nuvole
sulla vecchia panchina di ferro
aspetta l'inchino del sole
per alzarsi e contare i respiri
con incolmabili ritardi
sulle falcate mutevoli del cuore
-------------------------------------------
Da: Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DILUVIO   Gio Feb 01, 2018 3:48 am

Nuvole compatte
saldate,
vano il tentativo
di saette
a spezzarle

Sangue trasparente
scende sulla terra
a purificarla
e i peccati degli uomini
si ribellano
sotterrano i peccatori

Bisogna chiedere
al corvo
dove mettere
le croci
e al pettirosso
di togliere
le corone di spine
---------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'INFERNO (Aforisma)    Dom Gen 28, 2018 1:53 am

L'Inferno esiste, è sulla terra,
una distesa immensa di carboni ardenti
e indigenti scalzi,in andirivieni senza pace
maledetti li soffiano
-Ogni tanto ci sono rigogliose oasi
dove i ricchi amici di Lucifero
lussuriosi si dissetano e rinfrescano
e hanno messo in giro ad arte la voce
che tanta sofferenza ai dannati che bruciano
alla fine in premio l'invola al paradiso,
in realtà è solo il modo per illuderli 
e non essere da loro con ferocia assaltati
-Oh! voi che leggete
cancellate col fuoco le oasi
siete miliardi, in troppi per pensarle a sollievo
-----------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RITORNO   Ven Gen 19, 2018 2:04 am

Tornò in inverno,
sotto al cappello
bavero e sciarpa
carezzavano le vene indurite
bastonate dal freddo

Con passo veloce
croccante al gelo
e un ricordo indurito
che stridulo frenava

Poi guardò la finestra
ove Lei un tempo s'affacciava
ormai porta di un frigorifero
ove gli anni congelati
razziati dal tempo
e sul davanzale un passero arruffato
cantava il furto

Per un attimo
rivide la sua bionda chioma
ma in realtà l'inganno
di una goccia dorata
sgorgata dal nulla
forse da un pensiero,
penzola al sopracciglia
punta da un ago di sole
scossa dal vento gelido

Si dileguò tra passanti senza meta
e di quel posto giurò
di scordare persino il nome

Il fischio del treno
lo divorò nell'infinito
e l'abbaiare di un cane
monito a non tornare
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: EPITAFFIO LUANA LA PROSTITUTA    Gio Gen 04, 2018 2:37 am

Io, Luana la prostituta
confessai tutti i mariti del paese
il prete tutte le mogli
entrambi col proprio vangelo
lui esortò l'agnello a togliere i peccati
io fui esortata a pecora a provarli
lui li elevò al cielo,io sul capo a corna
entrambi col vincolo del segreto
 demmo assoluzioni a un prezzo
-Ora  entrambi nel museo dei silenzi 
sotto gelide lapidi
visitati a cottimo
-alla mia foto 
tutti voltano la testa
alla sua fanno un inchino
e fulminei con la mano
una croce trasparente
-Entrambi ci occupammo di anime
io le resi a terra con sincerità umane
lui bugiardo,angeliche le fece volare
-Oh! voi che leggete
lasciate almeno a carnevale
quando le farse sono verità,
un fiore su questi miei sudici resti
------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CHEF   Mer Dic 27, 2017 4:06 am

Bianco Involucro calcifico nostrano
raccolto da contrazioni liberatorie
in canestro di vimini,
rompere il guscio
e il suo interno cerchio nuotante 
nel gelatinoso ondeggiante
fatto cadere a mo d'allagamento circoscritto
su sfoglie rosolate di cipolle
galleggianti su olio vergine 
collinare della Galizia
e con aggiunta a dita sfreganti
di prezzemolo svolazzante
in finto decollo ruotante
su nucleo e mantello
in tentata amalgama
mitigata da sale di montagna
a nevischio trasparente,
il tutto fatto saltare
a giro elicoidale a cernita
con input di frenata
e guizzi di ripresa
subito sospesi
a intuiti di palato
e accenno di tremolio
compensativo al dubbio
di precedente tatto
-Il tutto servito
con pane eccentrico
o rondellato a brace
e una foglia di tenero basilico
redarguita all'infiorescenza
e accompagnata
da uno cauto starnuto
di chiodi di garofano

Chef...vaffa...o
questo è il classico uovo fritto
di mia nonna
non una fattura di maghi
--------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VICOLI MALATI   Mar Dic 26, 2017 2:50 am

Tanfo di formaggi e tartufi
nei vicoli bonificati da ratti
e suoni di tacchi su vecchi selciati
riquadri di decolli forzati
e tra urti di gobbe sconnesse
s'inzeppa una moneta analfabeta

La muffa
respiri di desideri soppressi
nelle feritoie storie di storia annidata
e lacrime esplose d'occhi suturati

Insegne cadenti
parodie a vecchi sciancati
al gioco d'inciampi d'infanzia
-piccioni e fontane
e pagliuzze sonde d'umori

Cani guardinghi
sornioni all'addito
nervosi al presagio
pisciano a zonzo
firmano il tempo sprecato

Lampioni malati
luci gialle arrostite
danno ombre deformi
spaventano paure adattate
elettrizzano mani
a sfogliare manuali esoterici

La morte fuma la pipa
e tra le nuvolette
gli angeli sventolano
ali bianche alla resa
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ATMOSFERE NATALIZIE   Mar Dic 26, 2017 1:33 am

Le commesse rimirano le esche
nei riflessi abboccano se stesse
sorridono e si fanno un selfie,
si fidanzano col rossetto
messo alla prova su una mano
ove sboccia un cuore alato sanguinante

Le vie piene di trappole piacevoli
farle scattare è una delizia
e poi a ripensarci c'è sempre
l'alibi d'imbroglio
seguito da una carezza a conforto
magari era solo questa l'intento
a cui serviva una coreografia

A Natale  le buone azioni, fiori
che sbocciano dal letame
e a cancellare il male 
basta seguire la cometa
poi il presepe bandito alle iene
e a fingersi amorevoli pastori
si può sempre comandare
le pecore imitate ogni giorno

Si dispensano auguri boomerang
guai se non tornassero alla fonte
ma con voce suadente si copre l'intento, 
Natale è una favola
a leggerla può essere aggiustata
comunque nella culla
per tutti una speranza
e mal che vada qualcuno
per alare un sogno si fuma la neve
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'USIGNOLO   Ven Dic 15, 2017 2:10 am

Nella notte come tante
tranne un particolare
per anime elette,
un usignolo
considera la luna
il suo sole di riserva,
canta incertezze
con malinconia a scudo di predizioni

La voce s'inietta nell'insonnia
i pensieri si litigano il podio
poi sempre più cruenti
a ping pong con un ricordo
che può fare male a tutti
anche a se stesso
perciò cauto scende 
coi pioli degli anni

Due diamanti alati
occhi del gatto
s'avvicinano al gorgheggio
poi tutto s'interrompe
e l'insonnia scommette sul proseguo

Da lontano ricomincia il canto
magico vibrante e il buio a filtrarlo
s'anestetizzano le trame
la suspance che aveva teso i nervi
prende atto del distante
e un leggero tremolio
con galateo invita la pace

Felice Morfeo
riporta i sogni all'ovile
----------------------------------------------
Da : Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA NOTTE   Mar Dic 12, 2017 2:03 am

La notte, oblio  a rate
e il giorno il tempo per pagarle

I sogni,timidi
hanno bisogno dell'oscurità
per non vergognarsi,
si spogliano sui tetti
e danzano per le stelle
sperando di sposarne una giusta

Gli orologi al buio
s'innamorano delle fate
e gelose le lancette litigano
ma c'è sempre una campana
a redarguirle sotto il sorriso della luna
che schiera le sue ombre
a spaventare anarchici pensieri

La notte,mare nero dell'anima
in cui nuotano i ricordi
e alcuni emergono dagli abissi
approdano alla coscienza
bussano agli occhi
che li annegano col vino

La notte,è il giorno vestito a lutto
coi ceri del cielo elabora i dolori
e all'alba festeggia coi rumori

La notte, il gufo scatta le sue foto
l'appende alla bacheca dei presagi
ma c'è sempre un cuore impazzito
a renderle falò per un amore
che nelle tenebre ha perso la sua strada
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MARMITTE TELEFONICHE   Sab Dic 09, 2017 3:20 am

Quando non avevo il telefono cellulare
avevo tante cose da dire
ora che ce l'ho non ho nulla da dire
-Ogni tanto telefono a me stesso
ma non mi rispondo
considero le parole
il fumo dei pensieri combusti
e i vari cellulari i tipi di marmitte
-Troppa gente gareggia
a sputarsi il fumo in faccia a distanza
e ignara s'avvelena
-I telefoni dovrebbero essere classificati
in base alle emissioni dei tubi di scappamento 
secondo le norme Europee
Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5,Euro 6
-------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: I FURBI   Gio Dic 07, 2017 3:38 am

I furbi,sognandosi
in estremità invertita
convinti d'essere la testa
ma sono la coda
pigra, in finta solo accenna
a parare le mosche agli occhi
e quando l'animale 
a trovar sollievo
si rotola al fango
e inzaccherata al sole
ritenuta inutile orpello,
a scrostarla viene sbattuta
con rabbia dove capita
e sanguinante attira voraci insetti
e nel dolore costretta a frustarsi
tra lo sciame con veemenza 

I furbi squallidi traditori
eludono le regole
che per primi hanno scritte
e quando scoperti accusano
chi sbaglia a leggerle

I furbi
solo in Italia 
vengono ammirati
e a imitarli toccherà alla bocca
cacciare a sputi le mosche
--------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CERTI LUOGHI (Molise)   Mer Dic 06, 2017 3:05 am

Ci sono certi luoghi orfani di geografia
dove il male è nell'aria
e le facciate delle case
bacheche di necrologi trasparenti
affissi e scalzati da litigi
letti guerci a oltranza da presagi e scongiuri
e i vecchi radiologi di diffidenze
nella diagnosi sempre al forestiero il male
-persino i cani son diversi
alcuni viziati abbaiano a chiunque
e vincono omogenizzati e gilet
e i randagi a palline di ping pong
tra un uscio all'altro fino allo sfinimento
a palla di calcio di rigore

Le chiese, lavanderie self service
e ognuno al griffato fa il proprio candeggio
asciugato con brezza d'invidia 
o sbuffi fischianti a vanto

Bocche a trebbia d'ozio
e la noia, gas nervino ai pensieri
rimpiazzati da spot pubblicitari
e da fuochi d'artifici

Galli in zuffa di territorio o a scommesse
le linee telefoniche tese a schiene rovesciate,
a dondolo al vento di gracchianti corvi
per orchestre di artritiche mani al basso ventre

Gli alberi a premio di lotterie
delle accette amuleti al caduco

Raro ma s'ode al salto rotolante
di laschi scheggiati denti
tumulante.. amen ..alla rassegnazione
------------------------------------ 
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LUCILLA   Dom Dic 03, 2017 3:19 am

Uno sparo squarciò il silenzio
che poi vibrante si riprese il tetro
ma l'unico vivente che si mosse..il fumo
zigzagante e vorticante
all'ombra di un taglio di luna assonnata
-poi s'udì a presagio la morte
sbalordita mimare a intuito l'eco,
caddero briciole di dolore
a tentare l'unico rumore
soffocato su un letto d'erba
inumidito dal sudore
impaurito del buio

Da una finestra una sagoma
sullo sfondo giallo
subito ghigliottinata da un sipario
rattoppo al buco nella notte

Un alito di vento
somma di respiri agonizzanti
mosse un capello alla  parrucca
e solleticò una ciglia
a chiudersi sull'oblio

Al mattino in un posto 
anonimo come tanti 
una rosa rossa spennata da marmitte
e due lettere maiuscole
a iniziali del nome mai detto
seguite dallo pseudonimo
protetto da parentesi
nel cimitero fitto dei giornali
--------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ARIA DI NEVE   Sab Dic 02, 2017 2:48 am

Il gatto sonnecchia
guarda i suoi tropici al camino
si fa il segno della croce copiato
e va subito all'amen
saltando lo Spirito Santo
poi osserva ai tizzoni le scintille
suoi fidati astri a terra
esprime un desiderio croccante
lo incerchia con la coda

I vecchi ruminano frasi bianche
pestano il cuoio degli anni
giocano a reumatismi
con mosse collaudate
a vincere a scricchiolii,
usano denti superstiti a segnapunti 
e ernie croniche a previsioni meteo

Gli amori si sentono isolati
si lanciano con gli smartphone
parole calde d'amore
ma qualcuna si congela
impigliata a un ramo di quercia

Nell'aria il Natale
in avamposto pascola i vizi
sventola mutande rosse
nell'atelier della stella cometa

I bambini sognano
la maestra congelata
e una catasta di giocattoli
che supera il monte bianco
e copre i fiumi
che non hanno imparato
-----------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano DI Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ALL'ULTIMO SALUTO   Mer Nov 29, 2017 4:05 am

Quattro cani 
tre spelacchiati e uno col cappello
cupola ai giorni andati
e un passante aggregato 
per scordarsi il male
-due sogghigni, un volto senza mimica
una rosa lanciata da una finestra
e tre dita a cuccia di una mano
altre due freccia all'infinito

Passi cadenzati in sintonia casuale
a volte a sorteggio d'inciampo
altre a input di coraggio
e ogni tanto striduli
a limare il dolore

Viale centrale del paese
pista breve al trono indefinito
e il Giudice di gara
vetro d'aria gelida
sanziona nervi pulsanti al dubbio

Tenta l'adunata la campana
e qualche angelo
dal trespolo assoldato
s'invola a infilare una preghiere
in una corona d'alloro

Stella polare del viaggio inverso
un rigoglioso infreddolito cipresso
-------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DURO INVERNO   Mar Nov 28, 2017 2:08 am

Ad un certo punto la poesia 
come zoom arrivato al massimo a ingrandire
torna indietro a riprendersi il quadro
così anche gli anni concentrati in una torta
ritornano sui visi lasciati alle spalle

L'inverno è la somma di tanti declini
e a contrastarli le primavere che inseguiamo
rifiorite sulle morti precedenti

Le ultime foglie lasciano i rami
e  mani senza braccia
salutano nel vento addii sorteggiati
e ricordano a tutti che le ali al cielo
finiranno spalancate per sempre a terra

Nella sala d'attesa,decotto di cicuta al fiele
e gli amori negli scrigni dell'anima
a ricordarli saranno zollette di zucchero
girate a squagliarsi dagli occhi

Nel vagito di un bimbo
il richiamo a ciò che fummo
e il progetto sbagliato
di ciò che volevamo essere 
--------------------------------------------------
Da : Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: POETI   Sab Nov 25, 2017 2:41 am

I poeti non vanno mai in pensione
e quando il tempo ce li manda
vivono a cottimo forfettario

Illusi realisti vivono nel mezzo
tirati a propendere dal fato
sono tristi sorridenti
e la malinconia il limbo che amano

Non amano se stessi
non hanno identità ferme
in ogni emozione si credono qualcun altro,
l'ammirano ma detestano imitarlo

Vogliono cambiare il mondo
ma la perfezione non genera poesia
è tra il bene e il male
che l'anima s'interroga
e a rispondersi scava un trincea
in attesa della quiete di mezzo

Sono vagabondi
sognano l'infinito
e hanno nostalgia
di dove non sono mai partiti

Poeti, virgola del mondo senza freni
a volte messa al posto giusto
rallenta il galoppante dolore
e s'insinua una speranza
a farlo inciampare
----------------------------------------------
Da:Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: EPITAFFIO LO SCORBUTICO   Sab Nov 18, 2017 11:14 pm

Inutile scriviate, qui giace..ecc.
lo so dove mi trovo
oppure ei fu, appunto
tornatevene al passato
ma se proprio vi manco, come dite
allora raggiungetemi per sempre
altrimenti non disturbate
e andate a chiacchierare altrove
-Dite a chi sapete
togliesse questi fiori di plastica
perchè se ora mi trovo qua
è a causa di un malore 
dopo aver speso per amore
una fortuna dal fioraio
che diventò ricco e scappò
con quella che a spregio 
v'ostinate a chiamare
......mia moglie
-----------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: TRAME DOPO LA TEMPESTA    Gio Nov 16, 2017 2:56 am

Si scongelano le trame
s'involano i respiri
pipistrelli appesi
sotto l'arcobaleno
gobba del diavolo ad asciugare
piume stese degli angeli

Impulsi di scrolli d'animali
nel bosco svelano strategie
con troppi errori banali
ma senza pioggia 
a premio di pazienza
avrebbero funzionato

Pervade il sangue la pace
esca di pigrizie alle fauci
oliate da nuvole
masticano allerte
tra ragnatele di nervi

Giunge da lontano
l'eco metallico di una canzone
inseguita da rintocchi di campane
gong a ripartenze e rintani

Specchi d'iridi
riflettono l'un l'altro
e un raggio di sole in avanposto
confonde  a ognuno il baro
e qualche foglia mossa da starnuti 
varia il destino 
e le vite diventano matrioska 

Sotto i portici i contadini
indossano collane d'aglio
sposano cappelli coi cuscini 
li benedicono col vino
------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL SORRISO   Mar Nov 14, 2017 11:53 pm

E' Passepartout dell'anima
per commettere furti
che occhi avallano e non vedono

E' Esca all'amo di maschere
a tirarlo è quella falsa
che vorremmo indossare

E' un raggio di sole
in una radura di nuvole
e l'ombrello a indovino o scongiuro
lasciarlo a casa l'azzardo

E' una carezza
cullata dai denti
esagera al dondolo
precipita in una caria

E' una vela
tirata dai nervi,
gli occhi il mare
il cuore un iceberg
a non vederlo sott'acqua
la fiducia l'impatto
-----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: A VOLTE...LA LUNA PARE    Dom Nov 12, 2017 2:42 am

Immobile passeggia la luna
dietro le nuvole
poi s'affaccia tra le loro radure
illumina le trame dei ladri
che la maledicono
-rende specchi occhi d'amanti
che si leggono l'anima
e misurano l'inganno

Spezza il coraggio al buio
e svela imbarazzi e rossori
di timidi fidanzati 
pronti ciechi a osare effusioni

A volte s'incastra
tra le corna di un cervo
e qualcuno tradito
la vede effige al suo male
 
Spaventa i cani
rincorsi dalla propria ombra
vista in intenzioni di copule
o concorrente di pasto

Illumina campi di periferia
ove monelli calciano il mondo
e vedono quel faro nel cielo
attenzione del fato
spia della gloria sognata

All'ubriaco pare 
testa di un tappo d'oro
di costoso spumante stappato da ricchi
mentre allo sconfortato pastore
ennesimo stagionato formaggio
della solita povera solitaria cena
--------------------------------------------
Da :Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CIALTRONAFORISMANDO    Mer Nov 08, 2017 3:55 am

Tanti, troppi
hanno qualcosa da farsi perdonare
e chi no sta pagando  l'emarginazione

Molti fanno finta di non capire il male
perchè se ammettessero d'averlo capito
sarebbero additati per averlo perpetuato
o minimo per favoreggiamento

Per tanti un'ingiustizia sociale 
seppur grande è poca cosa
se compensata da privilegi personali

Lamentarsi è d'obbligo
per confondere illeciti privilegi propri

Spesso gli indigenti  parlano male
di chi l'aiuta,per paura che altri
si rivolgano ad esso per lo stesso scopo

Quelli che ascoltano altrui sciagure
facendo finta affranti di dar conforto
in realtà è per gioire che al confronto
stanno di gran lunga meglio

Attenzione agli elogi
sono intenti a incitarvi a mediocrità perdurante
per far sentire a confronto talentuoso chi li fa 
-------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LAME DI FREDDO   Mar Nov 07, 2017 3:05 am

Gli alberi
fanno una partita a foglie
vince chi più le ruba al vento
e qualche uccello si mischia
a confondersi alla conta
ma i rami litigano
e si prendono a frustate
-interviene a sedare la rissa
qualche motosega

Schierati a freccia
i cormorani indicano i tropici
poi s'involano a picco nel mare
e scendono a patti coi pesci

Lame di freddo
affettano la tosse del sole
e la mettono companatico
in un panino di nuvole
per un picnic su cupole d'ombrelli

Baveri e guance
tradiscono colli
e fanno l'amore
tra pareti di pollici e indici

Vendono respiri roventi i comignoli
li comprano scarpe drogate
che ricordano ai piedi il ritorno
e che spogliarsi conviene ad entrambi
----------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ALLUVIONE   Lun Nov 06, 2017 1:49 am

Il sole  intossicato
dal fumo che gli uomini
gli sputano in faccia 
e stanco dei suoi moniti sterili
va a farsi due vacanze,
le nuvole se ne approfittano
invadono il cielo
e chiedono un riscatto per liberarlo
-Il sole avvertito dagli uccelli migratori
ritorna e scatena una guerra,
lancia saette di luci

La battaglia si fa cruenta
le nuvole hanno la peggio
e per la paura si pisciano sotto
e chiamano un  taxi,il vento
per fuggire veloci
ma nella calca si ferma
e tremanti svuotano la vescica
allagano la terra
annegano respiri
e a nulla servono dopo 
disseminati cartelli
..VIETATO FUMARE..
-------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SPERANZE   Dom Nov 05, 2017 10:33 pm

Al passaggio delle macchine
le foglie in autunno
con spostamento d'aria
s'involano festose
di risalire al cielo
e poi in danza macabra
ritornano all'asfalto
così certe speranze
indomite al dolore
illuse a ogni evento
dal morale a terra tentano
di ritornare a illuminare gli occhi
ma zavorrate dai respiri
frustate dal baro destino
ricadono sotto i piedi
lenti e striduli a consumarle
---------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: AFORISMA( Pensionati)    Sab Nov 04, 2017 3:09 am

Tutti odiano a gran voce
il killer dei pensionati
ma rivotano i mandanti
con l'alibi che
con la vendita delle cartucce
e le esequie da esse derivanti
si possano risollevare
le sorti del paese
------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DESTRA SINISTRA E CENTRO (Aforisma)    Lun Ott 30, 2017 2:45 am

All'incrocio due svolte
due scelte programmate o sorteggiate
per confondere la polizia
dietro ostacolo visivo delle curve
e che con mezzi di fortuna insegue i ladri
mentre al centro
insospettabili assoldati
ondivaghi a scelte di carreggiata
a ostacolare gli inseguitori
---------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: AMORE DICI SEMPRE   Sab Ott 28, 2017 2:33 am

Amore dici sempre
che siamo una cosa sola
ma il tuo conto corrente
mi considera un estraneo
rifiuta la mia carta

Amore dici sempre
che siamo due facce della stessa medaglia
e ti lamenti che a volte non ti degno di uno sguardo
ma come faccio se la medaglia non è trasparente

Quando facciamo l'amore
dici sempre ad alta voce vengo,
mica devi raggiungermi
non è che ti rivolgi a qualcun altro

Concludo: coi soldi s'ottiene tutto
compreso l'amore
ma se devi andare a pisciare
anche pagando qualsiasi prezzo
non puoi mandarci nessuno
al posto tuo
------------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MALINCONIA   Mer Ott 25, 2017 3:58 am

La malinconia
col broncio e un pò ride
si sente schiava e padrona
badante dell'anima
che più invecchia e più si pente

La malinconia
è una sera d'estate
con l'amore che nuota
 in un bicchiere di vino
e un ricordo che spolvera la fronte
e poi appende una foto agli occhi

La malinconia
un chiaroscuro al tramonto
un giorno andato bene
e la gioia dimezzata
per non poterlo seguire 

La malinconia
amara medicina
col miele zuccherata
e l'anima il cucchiaio
a mischiarli

La malinconia
un sorriso fanciullo
scappato alle labbra
e redarguito dai nervi

La malinconia
secondino al grugno
premiato dal cuore
con l'ora d'aria
-----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VENTO DELL'EST   Mer Ott 25, 2017 12:08 am

Odore di macero d'ossa
salsedine
spolpa il cemento
scheletrizza le case

Tra i vicoli ulula
ruba parole
le relega al silenzio
sconfitto

Sui tetti le antenne
vibrano balli lontani
trasmettono nebbie
ove s'intravedono
fantasmi a cavallo

Costringe bandiere
a intenti al diniego
a recita di motti al contrario

Annega sirente
si prende i loro riccioli
li colora di bianco
li vende ai gabbiani
corvi di mare
li usano a reti

Sfoglia giornali
si compiace del peggio
li ala a bugie
volano sui creduloni di sempre
deflagrano invettive
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1161
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'ITALIA   Mar Ott 24, 2017 12:43 am

L'Italia
profilo di cane bastardo
con la testa fracassata sull'Europa
e bordello promiscuo
ove prostitute popolane
a giro promosse
a politici maitresse

Elettori i clienti
sposati a spergiuri
-medici i giornalisti
a guardia della sifilide
e creste di gallo
-self service di lingerie
la chiesa

Regole e tariffari
codice penale

Sanzioni
comma di tolleranza
al mercato del pesce
-------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: QUANTI ANNI   

Tornare in alto Andare in basso
 
QUANTI ANNI
Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Smigol
» Abito anni 50
» Quotazioni degli anni passati...
» 1/6 HOT TOYS-BRUCE LEE vestito anni '70 ver.--1/6 HOT TOYS-BRUCE LEE abbigliamento casual
» 170 anni FS - Metti una sera a ... Pietrarsa !

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE DI MICHAEL SANTHERS-
Andare verso: