BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividere | 
 

 QUANTI ANNI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1 ... 14 ... 24, 25, 26, 27, 28  Seguente
AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: QUANTI ANNI   Lun Lug 19, 2010 2:52 am

Promemoria primo messaggio :

Ho il doppio degli anni
della vita massima
di un cane di buon padrone

Ho gli stessi anni di un mercante
tra l'avvio e l'arrivo
meno quelli di un bambino
al primo stupore

Ho gli stessi anni di un padre
che smette di esser figlio

Ho gli stessi anni della metà distanza
tra gli occhi e il tramonto
dietro l'ultima collina

Ho la stessa età di chi può anche arrendersi
e il doppio di chi spera senza affanni

Te lo dirò bambina mia
anche se il conto è facile
ho solo cinque anni in più del tuo sorriso
---------------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FOGLIE MORTE   Dom Dic 04, 2011 2:26 am

Al passaggio di macchine
tentano di resuscitarsi le foglie
rantolano in aria vibrata
e poi in macabra danza
ricadono nel puzzle precario
fin quando a sera inzuppate di rugiada
trovano pace ai bordi di cunette
consegnandosi al macero

Sui rami i corvi paiono
macchie d’inchiostro a brutte copie
e folate di vento sbuffi d’asciugo
di scolari svogliati
a rigori di compiti,
premure,lungimiranze d’adulti

Sui tetti rinverdiscono chiazze di muschio
porri di speranze
al circostante che lento saluta
sotto grigio marmo del cielo
che cala dai monti
spronando avamposti di nebbia

Voci lontane
impatti tra scoppi di gola
e implori cacciati da nuvole nere
umori in attesa a ritornare alla fonte

Speranza a un angolo,
tremule acerbe bocche incollate
riscaldano due bucaneve
esplosi dal petto
---------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PASSERA PASSERA'   Ven Dic 02, 2011 3:56 am

Boccheggiante
in entusiasmo
d'apertura
d'ali
ai primi caldi dei dì
di primavera,oh! tu
vanitosa illibata passera
dal lustro gentil piumaggio
che al sol dona riflessi
irresistibili d'adescaggio vano
che a più cor stende il sogno e
dona indomabile tristezza,
aspetti il tuo principe azzurro
ma questi come ogni anno
ubriaco ai mille dolci canti
di richiami sparsi
passerà veloce
e la maldestra nuvola
mai a lieta sintonia
farà da testimone
sarà solo rigorosa tenda
al tuo sguardo sulla scia
che rapisce l'illusione
oh! mia amata passera
quest'ultimo dolore
sugli anni del tuo sogno
passerà
e sarai passera
all'uccelli di specie,normali
che mai s'avvicinarono
timorosi a considerarti
d'altra specie
inarrivabile,fanatica
canarina
--------------------------------
Da:Pietre e Utopie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ORTO DI GIUDA   Mer Nov 30, 2011 3:31 am

Certo lo farò di nascosto
per non infrangere la legge
brucerò bandiera e costituzione
griderò Italia e poi un rutto

Sul mappamondo colorerò
d’azzurro questa cagna di profilo
a simulare lo sprofondo nel mare

Per un sogno di Patria
divenuto bottino di pochi
morirono sulle alpi
di fame e di freddo
in guerra anche due miei avi
e vano fu il sacrificio
diedero solo più terre da violentare
e letti benedetti a ladri e puttane

Italia,orto di Giuda
ove costretti a impiccarsi
lungi da effige di croci
per eludere umiliazioni di fame
poveri Cristi chiamati destino

Italia, lingua di fuoco
accesa da piromani
subito a spegnerla per lavoro
con orgoglio essi stessi

Vangelo in mano destra
nell’altra fiori a mimetizzare
pugnali affamati di schiene

Su palle di cannoni con investitura
messi viaggiatori con assegni bancari
passaporto di preghiere
a varcare il cielo a comprare immortalità
e nel ritorno ad atterrare
su curve carni,cumuli indigenti

Sempre più frequente
il sogno che ci invadano
per schierarmi col nemico
e gridare a squarciagola
fratelli…BASTARDI….
--------------------------------------
Da:Destini e Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RITORNO   Mer Nov 30, 2011 1:20 am

Dietro l'esca dei ricordi
tornai dopo vent'anni al mio paese
arroccato su gobbe di destini
avvolti in nebbie d'uve macere,
volti scolpiti d'attese e vite statiche
rotolati stancamente su calendari
felici mi salutarono
e a ogni loro nome dichiarato
associai sbiaditi fotogrammi
d'un film archiviato nell'inconscio
e quando finì la pellicola
una donna coi capelli corvini innevati
cornice d'un volto Modigliani
con impeti insicuri mi baciò
ed ebbi un sussulto al cuore
mentre allo sguardo gelido
mi s'imbalsamò puzzle completo un sogno,
poi lento si movimentò
al sangue letargico
subito incandescente
verso il tempo retroattivo
-Nell'escursione termica
tra marmorea carne e sudore freddo
si materializzò una dolce fanciulla
e sulle guance sentii soffriggere
il suo tatuaggio di labbra
al primo acerbo rossetto
polline su ali di farfalla
-Un claxon, impaziente segno d'attesa
separò le anime fuse in armonie del passato
di due carcasse sconosciute al presente
brutte copie d'un amore
bruciato dal destino
------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DOPING   Ven Nov 25, 2011 1:24 am

Pedala pedala
stavolta la roulette è tua
hai l'indice nel cuore
la pallina nelle ossa

La salita è dura
come i ricordi alle spalle
ma fuggono i paesaggi
fantasmi alla luce
rotolano in discesa

Anche il vento è alle spalle
e tu più veloce
dell'odore del distacco
che hai lasciato
sulle facce incredule

Il cielo è nero nella vetta
nuvole di maschere
a sorvegliare Dio
tu lo bucherai sorridendo
a stringergli la mano

Perdono eco le voci
frustate dal silenzio
si sprigiona la chimica
nelle ali leggere
al delirio dei consensi
che scaldano gli applausi

Domani
col tempo che non scherza
coi muscoli di piombo
a proteggere la gloria
chissà se potrai volare
con la sola forza
delle piume?
---------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com


Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: BISCHI DI CROCI   Gio Nov 24, 2011 1:21 am

L’istinto di sopravvivenza
a volte mi portò oltre l’umano
con poca luce divorata dal dolore
sconfinai nel nero male ma mai per agi
e il rimorso fu peggio d’indigenze
l’inferno già in terra lo pagai
non credo possa esserci pena
ulteriore al cielo in aggiunta

Difesi ogni animale dal gioco dei fucili
e tal gesto visto intralcio di svago
perciò nessuna mano su questa lapide
un fiore,un gesto vi posa

Un pettirosso,un merlo,tutto l’anno
danno voce a questo capezzale muto
e la mia foto sorridente,è un cartello
e ogni dente una lettera a dire
…Divieto di caccia tra i morti…
mentre Giudice il silenzio
infilza le tombe per un rosario
che mai chiude cerchio e prenota
vivi atterriti alla conta
-è per questo che nessuno mai spara
nel regno freddo dei ritratti
e anime pure come animali
preferiscono boschi di croci
ove il canto è voce di angeli
suadenti al Padre celeste
addolcito a clemenze
---------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: EPITAFFIO INFINITO   Lun Nov 21, 2011 2:12 am

La notte denunciò il giorno per stalking
e questo fece lo stesso con lei
-io ero il severo giudice del tempo
e dopo aver ascoltato paziente
i giorni,le ore,i mesi e gli anni
come attendibili testimoni oculari
morii vecchio,stanco prima della sentenza
del processo che avevo ereditato
da una lunga scia di giudici
che fecero uno dietro l'altro
la mia stessa ingloriosa fine
-Mentre me ne andavo ebbi l'impressione
che i due denuncianti si misero a copulare
e una luce nel buio mi fulminò
.....all'ignoto................
---------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'ALBA   Gio Nov 17, 2011 1:10 am

La luna all’alba
stanca di dirigere il traffico dei sogni
e arroventata dai dolori
finiti esausti appollaiati sulle stelle
si cala in mare a raffreddarsi,
lascia una lama rossa,
tremula
sull’acqua increspata
fumosa ai vapori della tempra
sulla quale il sole sovrappone la sua spada
per il rito delle consegne
- la luce caccia il buio
e vampiri ritornano ai cervelli
i sogni più forti per ritentare domani
oltre al cuore hanno rabbia poesia e ideali -
Quelli più deboli sono rimasti
appesi stoccafisso al cielo
ormai visto coperchio della pentola terra
per uno stufato di anime
a nutrire carcasse nel viaggio a zonzo
- l’alba questo gong muto
fatto di contrasti
per avviare al giorno
i derelitti a vivere -
—————————-
Da:Soste Precarie
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ANNI   Lun Nov 14, 2011 4:29 am

Anni
pietre al collo
a pensieri incerti
tra approdi pirati
e abissi d’anima

Palline sventrate
da catene
rosario del tempo

Spiedi di stagioni
cotti su pensieri
arroventati
da dolori

Lenze di parole
spezzate
all’amo dei sogni

Monete di giorni
fuori corso
nel salvadanaio
alla dogana
del silenzio

Numeri
imprigionati
nei calendari
e fucilati dai ricordi

Dadi di stelle
lanciati
dal destino
tra sole e notti

Microbi e orgasmi
a costruire
e disfare
statue di carne
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ANIME IN ASCOLTO   Mer Nov 09, 2011 2:21 am

Di nascosto
per paura di me stesso
andai a trovarla al cimitero
per dirle ciò che mi aveva impedito
il coraggio...di entrare
nella sua timidezza
aggressiva nelle difese

Il nostro fu un amore intenso
fatto di silenzi
di gesti
di sguardi
da interpretare
che fondevano le anime mute

Non ci fu mai dialogo verbale
nemmeno in sogno
mai un abbraccio
una carezza
un bacio
magari coperti da un saluto

Apparentemente morì prima lei
nell'anima non so
non lo saprò mai

Giunto nel luogo
dove finiscono le pene
vegliata da un cipresso
con la schiena piegata
come a tendere un'orecchio
e dar conforto al lungo sonno
vidi la sua foto
sulla ceramica cotta
a mille gradi

Dalla scrittura qualunquista
quì riposa....
due solchi mi riportarono ai suoi occhi
lo scavo di due lacrime mai interrotte

Intatto era rimasto il suo dolore
mi guardò con sospetto
...e io cercai di parlarle
ma la bocca non rispose

Intorno vidi altre lapidi
coi volti sereni
come a invogliarmi a rimanere
ma proprio accanto a lei
non c'era altro posto
per dormirle eterno accanto

Me ne andai con passo leggero
..notai una caverna scura nel petto
lasciata dal mio cuore

Io unico morto
che camminava seguito da un'ombra
che al mio voltarsi si dileguò
nel silenzio eterno dei respiri
-------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: I-TAGLIA   Gio Nov 03, 2011 2:50 am

Illeciti sdoganati nelle chiese
di milioni di ruffiani raccomandati
millantano onestà sudate sangue
pioli d’infinita scala di raggiri
sono gli stessi che dopo aver messo
depredi al cumulo gridano giustizia
ladri con paure d’esser derubati
invocano privacy al bottino
gridano cecità di giustizia
verso coloro che li imitano
parlano di Patria quando avvertono
insidie al bottino e di federalismo
a volerlo occulto preservare
dittatori monarchi della carne
e Comunisti d’ossa a plagio d’uguaglianze
imprenditori dello spenno
infermieri degli arrosti urlanti
in una mano alta la croce
nell’altra il pugnale dorso d’occhi
-Rosari e catene galere alate
da tintinni e parole al vento
----------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CONTADINI   Gio Nov 03, 2011 12:46 am

Facce di creta al sole
con scarpe a bocca
di neonati al fato
in fruscio di cibo
pettinavano grovigli d'erba
ingrassavano avvocati
per un confine vinto
che donava gloria agli avi
e medaglia pezza
a deretani al vento
......contadini.....
convinzioni affidate a muli
rese labili da stregate ombre
dissolte in piatto d’acqua
con dispari gocce di lacrimose olive
antidoti a invidie e malocchi
tumulati domenica al tempio
al levar di cappello
gesta di tenaglia mano
da terra a cielo
e carezze ad appollaiati angeli
in spalle arcate al dubbio estinto
.....ora chimici
guidati da effigi di risorto Lazzaro....
con potenti veleni
lucidano frutti esca
a ingordigia d'occhi,
offrono stecchiti al diavolo
oltre agli insetti
sprovvedute creature di Dio
che d'essi si nutrono
-per madre natura
hanno perso..ogni rispetto
tramando orfano
----------------------------
Da:Voci Scomode
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA CINGHIA   Ven Ott 21, 2011 1:04 am

Una cinghia si vantava
d’esser indispensabile
alle due pulegge
e che senza il suo avvolgente abbraccio
condannate all’immobilismo
e quando queste le fecero notare
che facevano parte d’unico progetto
s’irritò fino al punto
che saltò dalle guide
e interruppe il moto d’una macchina

Adirato il propietario del mezzo
andò dal meccanico a sostituire la disertrice
subito scaraventata tra i rottami

Ripristinato il moto
il novizio ricambio sussurrò
alle due pulegge…
ci si dimentica sempre
che nessun Re esiste senza popolo
e anche il più elogiato dipinto
ha bisogno d’un muro anonimo
per esporsi a miglior lustro
---------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CARA   Mer Ott 19, 2011 5:36 pm

Cara
ho scritto per te una poesia
per dare almeno voce
al mio cuore senza speranza
-Nel trovare le parole migliori
ho fatto tanta fatica
sono passato su dolori già scritti
-Poi ho pensato....
se qualcuno non mi lascia morire
come un cane bastardo
che ha abbaiato per niente
e scriverà il mio nome
nell'albo dei lamenti,
parlerà delle mie strade sbagliate
e tra gli ostacoli scriverà il tuo nome,
mondo schifoso...fra cent'anni
si parlerà anche di te
in questi versi sprecati
senza che tu abbia fatto il minimo sforzo
-No..non lo posso accettare,
leccornia di fuoco sarà questo foglio
morirai in silenzio,anonima eterna
mentre io macero nei sogni
--------------------------------------
Da: Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RONDINE DI MAGGIO   Lun Ott 17, 2011 1:07 am

Con nuovo lustro piumaggio
con fatica hai lasciato altro paesaggio
sei tornata e saluti con delizioso volteggio
tra l’odore dell’erba pronta a foraggio
al vecchio tetto farai fra poco atterraggio

Nell’impervio lungo viaggio
degli umani hai rischiato il linciaggio
per fortuna appena in tempo al riparo di un faggio
e alla iena delusa è rimasto della tua morte il miraggio
anche se rimanderà a settembre la delusione di maggio

Poi mi racconterai spero buone notizie
per porre il mio cuore in lieve delizie
spero all’altro capo di terra sian cadute malizie
ci siano anime candide non corrotte a sporcizie
uguaglianze che hanno sconfitto ingiustizie

Qua la vita scorre con grande dolore
io ho perso anche l’unico amore
e il sorriso è finito nel vortice del malumore
ai denti nell’inciampo la parola si fa rumore
l’anima ha fatto secco tonfo nello squallore

Caro amico il male è ovunque lo stesso
in ogni terra ci sono occhi col male riflesso
c’è il malvagio che sfrutta il dimesso
a chi tanto oro e a chi nulla è concesso
il povero ha l’unica forza di rimanere perplesso
—————————————————-
Da:Vite Tremule
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL BULLONE   Dom Ott 16, 2011 2:39 am

Una vite e un dado
servirono a lungo un motore
ma un giorno questo
dopo colpi di tosse si spense
grippaggio fu l'amaro responso
e quando il meccanico a fatica
smontò ogni pezzo ossidato
gettò in un angolo i sopra citati
fedeli in anni al serraggio
per sostituirli con altri cromati

Un giorno passò un rigattiere
e caricò l’accumulata ferraglia
ma mentre col carretto viaggiava
verso il cimitero dei metalli
una voce sottile si pose all’orecchio
..buon uomo avvitami al mio amore
disse il dado

L’uomo rovistò e trovò i due pezzi
l'avvolse e poi li lanciò in un torrente
e quando lo sguardo seguì il tonfo
un forte bagliore gli fermò il respiro

S’avvicinò e scorse una grande pepita
la raccolse e felice esclamò...una vite
può cambiare per sempre una vita
--------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PORCILI   Mer Ott 12, 2011 6:50 pm

Occhi toppati
politici bendati
sguardi stetoscopici
rosee carni allacciate
sproloqui bombardati
narici consumate innevate
nervi sfibrati
Santini filigranati
su comodini intarsiati
-Andirivieni sincronizzati
giochi solitari
d’arti superiori
di plebei compiaciuti
origlianti
-Porcili Statali
copule vidimate
ingrassi veri
contenti palafrenieri
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ANNI 60   Sab Ott 08, 2011 2:23 am

Vigile di leccornie corruttive
l’usciere dirigeva traffici
della regione Molise
…primo piano olio
caciotte in fondo a destra
salsicce terzo piano
polli al secondo,prima a sinistra
nasceva uno dei primi centri commerciali
copiato in seguito dagli Americani

Affluivano dalle campagne e dai paesi
ad ungere l’intasata burocrazia
e liberare pensioni, posti di lavoro
illegalità varie e truffaldine illusioni

Non era raro vedere sul pullman
uscire da una borsa la testa d’una papera
o le orecchie di un coniglio
oppure specie d’estate sentire
il tanfo nauseabondo dei formaggi
misto a fumo di trinciato forte
e odore di sudore a svolazzo d’ascelle
per non parlare dei fiati
al salto di denti marci macerati al vino

Tra i viaggiatori molti contadini
ispide barbe e cappelli habitat a funghi
vestiti impregnati di stalla e fuliggine
e con Grosse mani ove calli e crepe
parevano mappe di dirupi viste dal satellite

La strada era piena di curve
e gli occupanti navigavano
alcuni vomitavano senza vedere il mare
ma poco importava il ballo alle budella
un ufficio del paradiso in terra l’attendeva
e al ritorno un coniuge biascicante
che col pollice saltava palline di rosario
-----------------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: READING   Ven Ott 07, 2011 4:51 pm

Metastasi promiscua
da malaffare a religione
-Ruggine al ferro
tarlo al legno
zecche al sangue
nefasti ai tre regni
mancavano solo ai reading poetici
a distribuire targhe
a impacchettare ipocrisie
a imputridire anime
a ghettizzare idee
a diplomare fiati
a decodificare abbai

Politici
venditori di fumo
giocolieri di sinonimi
e doppie negazioni
sommate
ritrattabili affermazioni
in certezze variabili

Oh! voi poeti
rosei sazi e paffuti
a declamare
anemie di letargie
ai figli di Dracula
assetati
----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL RESTAURATORE   Lun Ott 03, 2011 2:21 am

La ruggine ha divorato l’ingegno
come l’odio l’amore
-Un tempo testimone di vita
Pegaso alle anime unisone
ora ossa di ferro alla terra
ma c’è sempre un matto che passa
in cimiteri senza lapidi
e scorge tracce d’amplessi
di cervelli metallici sepolti da incurie
-Riesuma sforzi morti d’un epoca
e con essi i suoi anni
di carne e ferro alle spalle
li porta al garage ospedale
chirurgo,a rate di pazienza
opera,assembla li sveglia
dalle avide anestesie del tempo
-Si sente padre a vecchio rinato
e incipria ritornate memorie lontane
con vernice le veste
di benzina e olio l’allatta
di rimiri l'ingrassa
-Finalmente dopo mesi vagisce
rutta, singhiozza, trema
si tacita ,s’alza cammina
sorretto da braccia tremanti
veloce smanioso tra campagne
assopite al freddo progresso
corre verso traguardi di ieri
-Frankenstein ha ascoltato il suo angelo
ha adottato un vecchio bambino
riscritto all’anagrafe
.....Moto Guzzi... il suo nome
-----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DONAZIONI IN MOLISE   Ven Set 30, 2011 4:16 am

La prima festa di primavera

Siamo stanchi, troppi intrighi
sussurrarono gli impastatori di pagnotte
per guidare il popolo alle donazioni

Andiamo avanti questa bontà sta per finire male
proseguirono gli asciugatori di formaggi trafugati
seguiamo l’esempio devoto dei lustratori
di cotiche di prosciutti
usano le cravatte per renderli presentabili

Troppo in ritardo disse sconsolata la donna in nero
con la borsa fessurata a far respirare la gallina,boccheggiante
-fa caldo e l’olio trasuda mentre il vino impazzisce
continuò il discorso il suo eterno ammiratore
e questa è roba che deve finire sulle tavole
dei palati fini

Fate attenzione osservò il vigile dei traffici
c’è troppa gente distratta
e si possono rompere le uova
inoltre il pullman è in ritardo
l’insalata si sta seccando

Fratelli disse il prete,sorriso e calma
essi apprezzeranno fatiche e prelibatezze,
la burocrazia dorme e si sveglia di buon umore
quando unta da amorevoli donazioni,
questa bontà andrà in buone mani
che sia sempre pace per chi dona e chi riceve
-il Signore tiene conto di ogni bontà elergita
perciò ogni tanto date a me per conto loro questi doni

-Finì appena di proferire le parole
e come per miracolo due piume della gallina angusta
si posarono angeli custodi sulle spalle del messaggero di Dio
che soddisfatto proseguì...
nostro Signore sia lodato
..con sincronia i presenti
che sempre sia lodato...amen
--------------------------------------------
Da:Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com


Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SISMA   Lun Set 19, 2011 12:39 am

Fremito d’ali
Striduli canti
Risate di luci
Tremori di pietre
Polvere e incensi
Tetti di cotone
Condomini di stelle
Corone di flash
Sottrazioni d’anagrafe
Podio di croci e valige
Carni al tartufo
Mugugni di cani
Atletica di schermi
Diamanti di lacrime
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: STUPORI   Dom Set 18, 2011 1:57 am

Odore di polvere e addio
strilla il passero sul ramo
il bimbo lo addita
e gli intitola un dentino
una foglia scossa dal battesimo
si stacca,vortica,saluta
plana su un ricciolo
innesca un sorriso fessurato
e uno sbuffo di vento
l'avvita al cielo,
muore il primo stupore
il pianto vela lo sguardo
inghiottito dall’orizzonte
-Un seno riannoda il filo
del primo distacco
riporta la mimica in standbay
--------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FALCIATURA   Sab Set 17, 2011 10:29 pm

Mezza luna di ferro
affilata,lucida al sole
falciava l’erba
e parentesi
la chiudeva a mucchietti

Gli uccelli
con stridulo canto
a voler distrarre la morte
che si avvicinava al nido
ove ignare creature
all’affaccio di vita
nel sogno del volo
conoscevano
la paura,il dolore
ma mio padre era diverso
aveva la fronte d’argento
che a gocce dissetava
quietava il falcione
lasciava isole di protezione
allo svezzo

Al tramonto
l’appello alle ossa
richiamate sotto un berretto
di tegole che perdeva calura
alle stelle tra
inebriante profumo
di fieno
—————————-
Da:Vite Tremule
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ANTIPATICO   Sab Set 17, 2011 1:05 am

Il tempo mi ha talmente cambiato
che ormai in certe ore del giorno
cammino trasversale
per non dare soddisfazione
di cedere il passo all'ombra
e diventato così antipatico
che al sentirmi dire solo buongiorno
rispondo accigliato
...sono fatti miei,
così avvelenato
verso il mondo che
dopo aver accusato
lo specchio del bagno
per falsa testimonianza
ho deciso di querelarlo
per violazione della privacy
--------------------------------
Da:Pietre e Utopie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PATRIA   Gio Set 15, 2011 3:04 am

Povera mucca
color neve e carbone
e occhi a mezza luna
legata con catene
alla staccionata Europa
e tutti a spillar latte
notti e giorni
e pochi pietosi in affanno
a portargli da mangiare

Poi qualcuno ha incominciato
a rubare pastura e acqua
e lentamente le ossa
divenute impalcatura
del muggire agonia

Altri si sono guardati le scarpe
slacciati le cinghie
hanno stimato anche la pelle
e con slogan salvifici
mentalmente sono diventati calzolai

Dal grembo i bimbi
chiedono svezzi
prima del parto
-i vecchi s’abituano
a nuovi cappuccini
di vino e caffè

Dal macello
a mettere d’accordo tutti
uscirà una pergamena
con scritta la parola
…..AMEN…………............

Piangono i morti a Caporetto
si sciolgono lacrime alle Alpi
s'inabissano croci alla memoria

Pasteggia nefasto il tarlo
coi libri di storia
--------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FOOTING   Sab Set 10, 2011 3:20 am

Donne corrono nei parchi
a recuperare decenze
ma grasso e cellulite
anticipano cervelli
oscurati da sudore freddo

A seguito cani
pisciano traguardi di resa
tra canti trasloco delle gazze
pagato argento liquido rugiada

Fucinate illusioni
cadono foglie morte
morbide a passi disertori
e sudario a pensieri
arresi a intenzioni

Vene di specchi rotti
rami tra luce tremolante
salutano la muta
donano farfalle morte
a ogni ruga da riempire

Orologi alati da fiatoni
bari misurano ritorni
nel tempo di ieri
sparato su una foto
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL GATTO   Sab Set 10, 2011 1:24 am

Tre zampe all’istinto
una per l’assolo al dolore
e due lucciole nelle tenebre
il vecchio gatto ferito
allertato da fruscii
comprime respiri ribelli

Trucco inceppato
di nuvole diradate
svela la luna
subito ammantata
ma nel breve bagliore
cambia la partita
di prede e predatori

Mestrui odori
slacciano azzardi
subito spezzati in versi
incisi in altro sangue

Sul salice un allocco
frusta amori timidi
e il tonfo di una raganella
gong a cuori in ritirata

Palpitano nel silenzio
bramosie di fauci
e ormoni al guinzaglio
-------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CAMERIERI   Gio Set 08, 2011 1:14 am

Sotto occhi di volpi
pinguini all’equatore
servono pesci a pavoni e polli

Andirivieni a schiocchi
e galatei sproloquiati
lampade polari a rotte recintate

Vetri,porcellane e acciai
concerto intestinale
e mani ad arco a giro di vite

Metamorfosi faine
a fruscii e tintinnii
sguardi truci sorridenti
a esche digerite dai padroni

Pranzi e cene
albe e tramonti
su fili tesi di voci..grazie

Ruotano ossa le mani
a nasi frecce
fuori bersaglio
camice al fritto
premio consolazione
-------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL SILENZIO E' SEMPRE RUMORE   Lun Set 05, 2011 3:11 am

Il silenzio è pieno di rumori
di mercato continuo alla mente
che ogni giorno lucifero propone

Il silenzio è la voce dei ricordi
che scorrono veloci in sottofondo
al fruscìo di pellicola del tempo

E’ una prostitita di buon nome
assoldata a guardia di prigioniere parole
ma venduta alla coscienza e in ricatto
minaccia di raccontare tutto a un amore
sogno in progetto di un’intera vita

E’ condanna e assoluzione
a seconda se a giudicarlo è l’ignavia
o l’onestà

E’ un abbraccio su una foto
e vale un ritrovarsi o un addio,

Questo vuoto pronto ad accogliere tutto
complice e nemico,attesa o fuga
sollievo o angoscia,

Calendario trasparente
a segnare ferie di preghiere
in attesa a innalzarsi
o in ritorno a piombo sulle teste,
un discorso millenario del creato
tutto da leggere e i cuori sono analfabeta
——————————————
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: UN RUMORE   Lun Set 05, 2011 1:46 am

-Sento un rumore alla porta
come quando chiudevi
i libri di scuola
poi penso...
il tuo cuore fuggito
mi viene a trovare
o sarà la tua mano
che cerca d'aprire
o forse è solo un ricordo
che vuole gentile tornare
oppure un cartone
sospinto dal vento

-M'affaccio,fuori tutto tranquillo
ancora una volta tra i deliri
mi sono tutto inventato

-Maledetto vento
completamente assente
almeno un dubbio
lo potevi lasciare
e confondere questa pace mortale
col soffio di un'anima
-----------------------------------------
Da:Vite Contromano
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CIP CIP-DIAMANTINO   Lun Set 05, 2011 12:52 am

-Il più grande della covata
da qualche giorno s’affacciava dal nido
guardava incerto il trespolo
ruotava il collo, poi tremolante
sul ciglio di ciò che sembrava un baratro,
indecisione,arruffo di piume,cinguettio
come a dire non è cosa e si ritraeva
-Stamattina,cuore a mille,fiato corto
slancio, atterraggio rovinoso
i teneri artigli non hanno retto la presa
e pallina di piuma s’è rotolato sul fondo
della gabbia,pochi centimetri
saranno sembrati da luna a terra
-Altro cinguettio,due colpi di coda
intimorito e spaesato s’è fatto longineo
ha guardato in alto i genitori che l’incitavano
a risalire e lui incredulo alla richiesta assurda
-Ha tentato di beccare qualche seme
giusto per darsi coraggio e improvviso
il decollo riuscito e conquista del piano alto
-Cip cip a mo di applauso autoelogio,
un eccentrico batuffolo su asse
spinto da molla e birichino in curiosità di vita
------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VENTO   Dom Set 04, 2011 2:09 am

Fiato d’ anime riunite
in lotta per affermare lamenti
a pene inadeguate ai peccati
il vento schiaffeggia corruzioni di vivi
mischia in vortici implori e bestemmie
con abbaiare di fame o lucri di finte
assoggettate a spietati padroni
che della razza vantano spietati l'orgoglio

Ali di coltelli, foglie di canne
tagliano desideri alle gole
mentre il sottile tronco si piega
s’inchina, frusta voleri di Dio

Impazziti alcuni animali
i loro odori giungono
a bocche insultate
sollecitate da stomaci vuoti

Bianchi assassini i gabbiani
volteggiano, aspettano
lanci di pesci
in onde furiose

Capelli sfibrati
chiudono occhi agli amori
per farli sognare gia’ persi
e s’abbracciano forte
a sentirsi ritrovati in sintonie smarrite
che l'invisibile furia prestigia

Vento, questo nulla invisibile
alato da presagi
con rumori di moniti
mischia carte e mette in gioco
destini d’anime già precarie
in sorteggi di parti,
casuali,sperati
acclamati,oltraggiati
cancellati
-------------------------------
Da: Voci Dall'InfernO
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL SORTEGGIO   Sab Set 03, 2011 4:30 am

Lenta con fare impercettibilie
una lumaca attraversò indenne la strada

Fece la stessa cosa un uomo mediocre
e una macchina gli rubò per sempre la vita
che servì al destino per un mosaico
dove mancano sempre i pezzi
sorteggiati a prezzo zero
per il dolore di chi resta

Purtroppo era un uomo qualunque
che per strada si confondeva

Qualcuno gli regalò una stella
che non conosceva
altri evidenziarono un vuoto
che era stato mai pieno

Furono scavate frasi e commenti
di gloria mai seminati

Il tutto durò solo un giorno
poi l’oblio divorò per sempre quel nome
un nome come tanti
sorteggiato al posto di una lumaca

Io penso
per restare in qualche memoria
bisogna aver fatto del bene o del male
in modo...abbondante
-----------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SETTEMBRE   Dom Ago 28, 2011 4:04 am

Ombre pesanti
facchini del sole
traslocano arrivederci
pallottolieri d’anime
radiografate da cielo terso

Su sabbia, nomi puzzle di consonanti
scompaiono nell’ossario del mare
archiviati dai pesci
in pagine di rumori
da decodificare in solitudini

Aquiloni zavorrati
ad anni prigione di corpi,
ombrelloni
vegliano promesse migratorie

Settembre
stazione di foglie
biglietti in scadenza
nella destinazione del vento

Requiem di cicale
spartiti d’ozio
e mani tremanti
da finestrini d’automobili,l’orchestra

Ritorni,senz’occhi
contesi da ricordi
e da abitudini affamati di futuro,
abbaia un cane sull’autostrada
orfano d’una ciotola
cerca una cuccia nei cervelli

Un filo legato al naso
e alla coda d’una rondine
la speranza

Aculei di ricci sull’asfalto
per la corona dei perdenti
———————————-
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SALDI DI FINE STAGIONE   Ven Ago 26, 2011 3:24 am

Il tempo lento e veloce
sempre nelle sistuazioni che non serve

L'estate è finita

Si aggirano gli ultimi turisti
come insetti sfuggiti a un pesticida

Al ristorante
sono tutti stanchi e un po' nervosi
un cameriere chiede a dei signori
cosa prendono da bere e questi
siamo venuti qui per mangiare

Fuori dal locale legato a un tavolino
non accettato dai commensali
un cane che ha perduto la memoria
non si ricorda di abbaiare
e cerca di scavare il pavimento

Vengo distratto dalla televisione
parla di un uomo che passava
con la macchina davanti a una chiesa
e nel farsi il segno della croce
ha investito un bambino

Poi..
entra una donna brutta
con due bellissime figlie
e mi viene da pensare
che anche dal peggio si creano cose buone
e che non sempre ciò che promette bene
va per il meglio

In questi saldi di fine stagione
strizza il mio cuore una nonna
che mangia quasi niente
e considera suo nipote
come ultimo appiglio alla vita
che la sta per lasciare
----------------------------------------
Da:Pensieri Che Non Dormono Mai
www. santhers. com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MOLISE   Gio Ago 04, 2011 2:31 am

Bretella del tempo
spogliatosi dal ripetersi
gettata dal mare alla montagna
contesa a rifugio da cani e pidocchi

Molise arco di spalle
licenziato dalla cintura
oppressa da scroto gonfio d’attese
sceso inciampo al progresso

Antichi azzanni a miserie
valli e colline sdentate bocche
ove nel vuoto morso
tra aureole rapaci
aleggiano aborti tramandi

Eterno calvario d’ovini
portano in spalle Politici
che divorano erba e pecore
e superstiti belar al deserto
speranza in implori al cielo

In lampi d'occhi il segno
cometa un pensiero rovente,
migrazione è l’arca
sudore e sangue il mare
-----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: AGOSTO   Lun Ago 01, 2011 1:50 am

Nella calma che fu di tutti
e ormai comprata illegale dai furbi
ciabattando i turisti irritano
guai a guinzaglio dei residenti

Vocii di bambini in cattività liberate
radunano tormenti ai vecchi
notai al pomeriggio
stilano testamenti su scacchiere
s’immaginano feretri scettri
e si giocano sguardi sgranati
premiati e puniti al lascito

Sotto ombrelloni a specchio
i Politici rimettono nuovi fili
al rosario di carni roventi
rotolate ai piedi

Su guide di Bibbie VIP
donne all’amo del tempo di spalle
mediano con creme incensate
litigi sotto bussole di nasi smagnetizzati
nella valle del seno
tra natiche a bucce d’arancia
e visi a scorza di cocomero

Qua e là cartelli allusivi
a Buddismo occidentale
..si accettano anche cani..
e qualche bestiola osserva
la foto canina e perplesso come a dire
…non è una novità
il decreto solo aggiunge
anche la specie a quattro zampe
--------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: BANCARELLE   Mer Lug 27, 2011 12:56 am

Sulle bancarelle
a tre euro orologi Cinesi
fatti di ferro e respiri pignorati
nelle fabbriche di frequenze cardiache
misureranno tempi progressi a retromarcia
su dorsi polsi oscillanti
a mezzaluna sugli affari

Collane Indiane
mendicano pavoni colli
ruotati su piumaggi
adocchiati da bracieri sguardi

Ignari Adepti del Marchese De Sade
Marocchini sventolano cinghie
adatte più a mettere in fuga che sorreggere
e cuoi reclamizzati cromano nasi diffidenti

Maiali rosolati mimano pasti al limone
e dimagriscono sotto ghigliottina
nella terapia di panini cesarei

Pesci arrugginiti in aceto e zafferano
adescano stomaci segugi a campane
che frustano rumori di piatti
concerto adunate nelle case

Noccioline Americane
sterilizzate in clessidre Caronte
profumano in omaggio a un numero
inchinato a un Santo
………..sul calendario
——————————-
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VERSO L'INDIFFERENZA   Mer Lug 06, 2011 2:03 am

La luna ritirò le ombre
il fantasma mi aprì lo stomaco
verso il nulla da confondere
e il buio mi separò dal ritegno
-vomitai rancori
con zuppa di vino
e cibi scagliati dentro
a distrarre
il circolo del dolore
e mettere sotto traino
delle dimenticanze
il cuore ballerino

Le nuvole
andavano di fretta
scoperchiarono la luce
della grossa palla d’oro
posta premio
di mondi lontani
...S'illuminò la violenza
arresa a farmaci scaduti
spruzzati a terra
dalla ribellione d’anima
esplosa da forzature
d’adatti rodati

Mi svuotai della figura amata
m'accinsi a ritornare a casa
(tomba vuota)
a distruggere medaglie
ormai cimeli orfani di storia
inutili a vegliare
il fantasma d’un amore
nel sentimento del disprezzo
di lì a poco fievole
verso l’indifferenza
regalo finale
alla tua vita,
lungo buco nero
nel passato
e coda di candela
ultimo ricordo
....nel divenire...
--------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA VOLPE   Mer Giu 29, 2011 2:50 am

Rosa dei venti
per mille fiuti
lampi di mire
apartheid canino
coadiuvato da mille fucili

Ombra notturna
promiscua a fruscii e paure
alata sopra al sonno
di ladri che additano furti

Antica metafora
di furbizia e ingordigia
sdogana in elogi colpe d'ignavi

Pelliccia d’invidia
a libertà e grazia di passi
-occhi,carati al buio pesto
che solo la morte può indossare

Saggia regina di prudenza
favola di bimbi innocenti
interpretata arguzie primizie
e analfabeta finita sui libri

Volpi e polli
uguali a politici e popolo
oggi equazione diffusa
a sconforto d’inganno
ma io mai ho visto
tra bestie comizi
e lucre promesse tradite
--------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ELEZIONI COMUNALI   Mer Giu 15, 2011 12:15 am

Nei paesi,Somari al salto d'ideologie
all'ippodromo di binocoli capovolti
e immessi in tresche senza fine
alle quali appioppano vessilli culinari
sventolanti a flatulenze labiali

Clan,fazioni,famiglie,tribù
marsupiali a bottini embrionali
a crocevia staccionata
teleguidati da supreme icone
in TV pastorizie

Piccoli Don Rodrigo
in oscuro galateo d'assonanze
alchimisti con sieri e urine
a luccichii dorati
moltiplicati da lenti a prosciutto
illudono a pregiato metallo
corvidi in amore
ma a volte Robin Hood
travestito da Don Abbondio
scaglia ai Signorotti
avvelenate frecce al deretano
e battono in ritirata
sui cento metri Usain Bolt
--------------------------
Da:Destini e Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MATRIMONI OGGI   Ven Giu 10, 2011 11:10 pm

Da lampo a tuono il tempo
per passare da matrimoni
a code ai sacrari per divorziare

Oggi ci si sposa a testa in giù
sugli aerei,sott’acqua,nei bordelli
e preti e cerimonieri al formaggio
si prestano alle cagliate
spruzzate d’acqua geroglifica

Chiamano amore a dirupo di denti
chimiche floreali a refrigerio di corpi
litografie di calendari
plastificati in vessilli annoiati
sventolati ai posteri harakiri

Sotto occhi guerci timbrati serrature
paffute prole imprinting a più cortili
seguono dissimili in stupori
allatto di galline,pecore in cova

Togati corvi preparano conce pelli
per scriverci la parola divorzio
passaporto al promiscuo brado
nel gioco di ormoni a dadi

In discarica sociale a curare
sguinzagli traumatici di cognomi
al tiro di fune
---------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MEZZO GIORNO AL PARCO   Gio Giu 09, 2011 10:28 pm

A mezzo giorno di Giugno,al parco
sole incarognito sui catramasti Arlecchini
intenti all’ennesimo rappezzo
e refrattario su occhiali a specchio
di Statali che leggono giornali

Passo claudicante stremato dalla calura
sbircio titoli qua e là….
arrosti, domiciliari in ville ai politici
e arresti per la galera a ladruncoli

Alcuni vecchi parlano di pensioni
si fanno vento con le mani concave
per spazzare la puzza di tavole
che li pervade e sentono cappotto

Un guardone lascia cadere una moneta
e nel raccoglierla punta le gambe
di una ragazza in panchina che le usa ad arte
in alibi ai capricci del cane al guinzaglio

Le ombre dei passanti
sembrano figure di Botero,grasse deformi
mentre sul campanile le lancette dell’orologio
gatto e volpe in attesa di Pinocchio

Una folata di vento carica d’odori di cucina
droga i nasi che spingono salive alle gole,
————————————–
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com


Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1097
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: POETI E SALOTTI   Mar Giu 07, 2011 10:02 pm

Affogano le idee
nei loro nozionismi
da esibire in sterili salotti
dove l'anima a disagio
rimbalza sui duri visi
per cadere nella macina
della lotteria dei vocaboli
pronti al matrimonio
combinato
e combusto
nel silenzio dei cuori
pesi morti
nella bilancia del baro

Nel mercato dei fiati
arbitri i lacchè
nei salotti
contano gli inchini
e neutrali per ognuno
una tacca sul carnet
e un nome su una lapide

La stampa locale
sa che deve ignorare
qualche cane che ringhia
e regalare una pecora al regime

Nella vittoria degli elogi
tra targhe e sermoni
come gabbiani che seguono
una barca che smuove le acque
i poeti dietro i galoppini
per gli onor di tavola
in una festa completa
tranne il disertare
di un solo ospite
.......la poesia.......
---------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: QUANTI ANNI   

Tornare in alto Andare in basso
 
QUANTI ANNI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 25 di 28Andare alla pagina : Precedente  1 ... 14 ... 24, 25, 26, 27, 28  Seguente
 Argomenti simili
-
» Smigol
» Io non dimentico
» Abito anni 50
» 2011 Walt Disney World compie 40 anni
» Quotazioni degli anni passati...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE DI MICHAEL SANTHERS-
Andare verso: