BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividere | 
 

 QUANTI ANNI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1 ... 13 ... 23, 24, 25, 26  Seguente
AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: QUANTI ANNI   Lun Lug 19, 2010 2:52 am

Promemoria primo messaggio :

Ho il doppio degli anni
della vita massima
di un cane di buon padrone

Ho gli stessi anni di un mercante
tra l'avvio e l'arrivo
meno quelli di un bambino
al primo stupore

Ho gli stessi anni di un padre
che smette di esser figlio

Ho gli stessi anni della metà distanza
tra gli occhi e il tramonto
dietro l'ultima collina

Ho la stessa età di chi può anche arrendersi
e il doppio di chi spera senza affanni

Te lo dirò bambina mia
anche se il conto è facile
ho solo cinque anni in più del tuo sorriso
---------------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: RONDINE DI MAGGIO   Lun Ott 17, 2011 1:07 am

Con nuovo lustro piumaggio
con fatica hai lasciato altro paesaggio
sei tornata e saluti con delizioso volteggio
tra l’odore dell’erba pronta a foraggio
al vecchio tetto farai fra poco atterraggio

Nell’impervio lungo viaggio
degli umani hai rischiato il linciaggio
per fortuna appena in tempo al riparo di un faggio
e alla iena delusa è rimasto della tua morte il miraggio
anche se rimanderà a settembre la delusione di maggio

Poi mi racconterai spero buone notizie
per porre il mio cuore in lieve delizie
spero all’altro capo di terra sian cadute malizie
ci siano anime candide non corrotte a sporcizie
uguaglianze che hanno sconfitto ingiustizie

Qua la vita scorre con grande dolore
io ho perso anche l’unico amore
e il sorriso è finito nel vortice del malumore
ai denti nell’inciampo la parola si fa rumore
l’anima ha fatto secco tonfo nello squallore

Caro amico il male è ovunque lo stesso
in ogni terra ci sono occhi col male riflesso
c’è il malvagio che sfrutta il dimesso
a chi tanto oro e a chi nulla è concesso
il povero ha l’unica forza di rimanere perplesso
—————————————————-
Da:Vite Tremule
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IL BULLONE   Dom Ott 16, 2011 2:39 am

Una vite e un dado
servirono a lungo un motore
ma un giorno questo
dopo colpi di tosse si spense
grippaggio fu l'amaro responso
e quando il meccanico a fatica
smontò ogni pezzo ossidato
gettò in un angolo i sopra citati
fedeli in anni al serraggio
per sostituirli con altri cromati

Un giorno passò un rigattiere
e caricò l’accumulata ferraglia
ma mentre col carretto viaggiava
verso il cimitero dei metalli
una voce sottile si pose all’orecchio
..buon uomo avvitami al mio amore
disse il dado

L’uomo rovistò e trovò i due pezzi
l'avvolse e poi li lanciò in un torrente
e quando lo sguardo seguì il tonfo
un forte bagliore gli fermò il respiro

S’avvicinò e scorse una grande pepita
la raccolse e felice esclamò...una vite
può cambiare per sempre una vita
--------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: PORCILI   Mer Ott 12, 2011 6:50 pm

Occhi toppati
politici bendati
sguardi stetoscopici
rosee carni allacciate
sproloqui bombardati
narici consumate innevate
nervi sfibrati
Santini filigranati
su comodini intarsiati
-Andirivieni sincronizzati
giochi solitari
d’arti superiori
di plebei compiaciuti
origlianti
-Porcili Statali
copule vidimate
ingrassi veri
contenti palafrenieri
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: ANNI 60   Sab Ott 08, 2011 2:23 am

Vigile di leccornie corruttive
l’usciere dirigeva traffici
della regione Molise
…primo piano olio
caciotte in fondo a destra
salsicce terzo piano
polli al secondo,prima a sinistra
nasceva uno dei primi centri commerciali
copiato in seguito dagli Americani

Affluivano dalle campagne e dai paesi
ad ungere l’intasata burocrazia
e liberare pensioni, posti di lavoro
illegalità varie e truffaldine illusioni

Non era raro vedere sul pullman
uscire da una borsa la testa d’una papera
o le orecchie di un coniglio
oppure specie d’estate sentire
il tanfo nauseabondo dei formaggi
misto a fumo di trinciato forte
e odore di sudore a svolazzo d’ascelle
per non parlare dei fiati
al salto di denti marci macerati al vino

Tra i viaggiatori molti contadini
ispide barbe e cappelli habitat a funghi
vestiti impregnati di stalla e fuliggine
e con Grosse mani ove calli e crepe
parevano mappe di dirupi viste dal satellite

La strada era piena di curve
e gli occupanti navigavano
alcuni vomitavano senza vedere il mare
ma poco importava il ballo alle budella
un ufficio del paradiso in terra l’attendeva
e al ritorno un coniuge biascicante
che col pollice saltava palline di rosario
-----------------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: READING   Ven Ott 07, 2011 4:51 pm

Metastasi promiscua
da malaffare a religione
-Ruggine al ferro
tarlo al legno
zecche al sangue
nefasti ai tre regni
mancavano solo ai reading poetici
a distribuire targhe
a impacchettare ipocrisie
a imputridire anime
a ghettizzare idee
a diplomare fiati
a decodificare abbai

Politici
venditori di fumo
giocolieri di sinonimi
e doppie negazioni
sommate
ritrattabili affermazioni
in certezze variabili

Oh! voi poeti
rosei sazi e paffuti
a declamare
anemie di letargie
ai figli di Dracula
assetati
----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IL RESTAURATORE   Lun Ott 03, 2011 2:21 am

La ruggine ha divorato l’ingegno
come l’odio l’amore
-Un tempo testimone di vita
Pegaso alle anime unisone
ora ossa di ferro alla terra
ma c’è sempre un matto che passa
in cimiteri senza lapidi
e scorge tracce d’amplessi
di cervelli metallici sepolti da incurie
-Riesuma sforzi morti d’un epoca
e con essi i suoi anni
di carne e ferro alle spalle
li porta al garage ospedale
chirurgo,a rate di pazienza
opera,assembla li sveglia
dalle avide anestesie del tempo
-Si sente padre a vecchio rinato
e incipria ritornate memorie lontane
con vernice le veste
di benzina e olio l’allatta
di rimiri l'ingrassa
-Finalmente dopo mesi vagisce
rutta, singhiozza, trema
si tacita ,s’alza cammina
sorretto da braccia tremanti
veloce smanioso tra campagne
assopite al freddo progresso
corre verso traguardi di ieri
-Frankenstein ha ascoltato il suo angelo
ha adottato un vecchio bambino
riscritto all’anagrafe
.....Moto Guzzi... il suo nome
-----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: DONAZIONI IN MOLISE   Ven Set 30, 2011 4:16 am

La prima festa di primavera

Siamo stanchi, troppi intrighi
sussurrarono gli impastatori di pagnotte
per guidare il popolo alle donazioni

Andiamo avanti questa bontà sta per finire male
proseguirono gli asciugatori di formaggi trafugati
seguiamo l’esempio devoto dei lustratori
di cotiche di prosciutti
usano le cravatte per renderli presentabili

Troppo in ritardo disse sconsolata la donna in nero
con la borsa fessurata a far respirare la gallina,boccheggiante
-fa caldo e l’olio trasuda mentre il vino impazzisce
continuò il discorso il suo eterno ammiratore
e questa è roba che deve finire sulle tavole
dei palati fini

Fate attenzione osservò il vigile dei traffici
c’è troppa gente distratta
e si possono rompere le uova
inoltre il pullman è in ritardo
l’insalata si sta seccando

Fratelli disse il prete,sorriso e calma
essi apprezzeranno fatiche e prelibatezze,
la burocrazia dorme e si sveglia di buon umore
quando unta da amorevoli donazioni,
questa bontà andrà in buone mani
che sia sempre pace per chi dona e chi riceve
-il Signore tiene conto di ogni bontà elergita
perciò ogni tanto date a me per conto loro questi doni

-Finì appena di proferire le parole
e come per miracolo due piume della gallina angusta
si posarono angeli custodi sulle spalle del messaggero di Dio
che soddisfatto proseguì...
nostro Signore sia lodato
..con sincronia i presenti
che sempre sia lodato...amen
--------------------------------------------
Da:Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com


Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SISMA   Lun Set 19, 2011 12:39 am

Fremito d’ali
Striduli canti
Risate di luci
Tremori di pietre
Polvere e incensi
Tetti di cotone
Condomini di stelle
Corone di flash
Sottrazioni d’anagrafe
Podio di croci e valige
Carni al tartufo
Mugugni di cani
Atletica di schermi
Diamanti di lacrime
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: STUPORI   Dom Set 18, 2011 1:57 am

Odore di polvere e addio
strilla il passero sul ramo
il bimbo lo addita
e gli intitola un dentino
una foglia scossa dal battesimo
si stacca,vortica,saluta
plana su un ricciolo
innesca un sorriso fessurato
e uno sbuffo di vento
l'avvita al cielo,
muore il primo stupore
il pianto vela lo sguardo
inghiottito dall’orizzonte
-Un seno riannoda il filo
del primo distacco
riporta la mimica in standbay
--------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: FALCIATURA   Sab Set 17, 2011 10:29 pm

Mezza luna di ferro
affilata,lucida al sole
falciava l’erba
e parentesi
la chiudeva a mucchietti

Gli uccelli
con stridulo canto
a voler distrarre la morte
che si avvicinava al nido
ove ignare creature
all’affaccio di vita
nel sogno del volo
conoscevano
la paura,il dolore
ma mio padre era diverso
aveva la fronte d’argento
che a gocce dissetava
quietava il falcione
lasciava isole di protezione
allo svezzo

Al tramonto
l’appello alle ossa
richiamate sotto un berretto
di tegole che perdeva calura
alle stelle tra
inebriante profumo
di fieno
—————————-
Da:Vite Tremule
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: ANTIPATICO   Sab Set 17, 2011 1:05 am

Il tempo mi ha talmente cambiato
che ormai in certe ore del giorno
cammino trasversale
per non dare soddisfazione
di cedere il passo all'ombra
e diventato così antipatico
che al sentirmi dire solo buongiorno
rispondo accigliato
...sono fatti miei,
così avvelenato
verso il mondo che
dopo aver accusato
lo specchio del bagno
per falsa testimonianza
ho deciso di querelarlo
per violazione della privacy
--------------------------------
Da:Pietre e Utopie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: PATRIA   Gio Set 15, 2011 3:04 am

Povera mucca
color neve e carbone
e occhi a mezza luna
legata con catene
alla staccionata Europa
e tutti a spillar latte
notti e giorni
e pochi pietosi in affanno
a portargli da mangiare

Poi qualcuno ha incominciato
a rubare pastura e acqua
e lentamente le ossa
divenute impalcatura
del muggire agonia

Altri si sono guardati le scarpe
slacciati le cinghie
hanno stimato anche la pelle
e con slogan salvifici
mentalmente sono diventati calzolai

Dal grembo i bimbi
chiedono svezzi
prima del parto
-i vecchi s’abituano
a nuovi cappuccini
di vino e caffè

Dal macello
a mettere d’accordo tutti
uscirà una pergamena
con scritta la parola
…..AMEN…………............

Piangono i morti a Caporetto
si sciolgono lacrime alle Alpi
s'inabissano croci alla memoria

Pasteggia nefasto il tarlo
coi libri di storia
--------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: FOOTING   Sab Set 10, 2011 3:20 am

Donne corrono nei parchi
a recuperare decenze
ma grasso e cellulite
anticipano cervelli
oscurati da sudore freddo

A seguito cani
pisciano traguardi di resa
tra canti trasloco delle gazze
pagato argento liquido rugiada

Fucinate illusioni
cadono foglie morte
morbide a passi disertori
e sudario a pensieri
arresi a intenzioni

Vene di specchi rotti
rami tra luce tremolante
salutano la muta
donano farfalle morte
a ogni ruga da riempire

Orologi alati da fiatoni
bari misurano ritorni
nel tempo di ieri
sparato su una foto
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IL GATTO   Sab Set 10, 2011 1:24 am

Tre zampe all’istinto
una per l’assolo al dolore
e due lucciole nelle tenebre
il vecchio gatto ferito
allertato da fruscii
comprime respiri ribelli

Trucco inceppato
di nuvole diradate
svela la luna
subito ammantata
ma nel breve bagliore
cambia la partita
di prede e predatori

Mestrui odori
slacciano azzardi
subito spezzati in versi
incisi in altro sangue

Sul salice un allocco
frusta amori timidi
e il tonfo di una raganella
gong a cuori in ritirata

Palpitano nel silenzio
bramosie di fauci
e ormoni al guinzaglio
-------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: CAMERIERI   Gio Set 08, 2011 1:14 am

Sotto occhi di volpi
pinguini all’equatore
servono pesci a pavoni e polli

Andirivieni a schiocchi
e galatei sproloquiati
lampade polari a rotte recintate

Vetri,porcellane e acciai
concerto intestinale
e mani ad arco a giro di vite

Metamorfosi faine
a fruscii e tintinnii
sguardi truci sorridenti
a esche digerite dai padroni

Pranzi e cene
albe e tramonti
su fili tesi di voci..grazie

Ruotano ossa le mani
a nasi frecce
fuori bersaglio
camice al fritto
premio consolazione
-------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IL SILENZIO E' SEMPRE RUMORE   Lun Set 05, 2011 3:11 am

Il silenzio è pieno di rumori
di mercato continuo alla mente
che ogni giorno lucifero propone

Il silenzio è la voce dei ricordi
che scorrono veloci in sottofondo
al fruscìo di pellicola del tempo

E’ una prostitita di buon nome
assoldata a guardia di prigioniere parole
ma venduta alla coscienza e in ricatto
minaccia di raccontare tutto a un amore
sogno in progetto di un’intera vita

E’ condanna e assoluzione
a seconda se a giudicarlo è l’ignavia
o l’onestà

E’ un abbraccio su una foto
e vale un ritrovarsi o un addio,

Questo vuoto pronto ad accogliere tutto
complice e nemico,attesa o fuga
sollievo o angoscia,

Calendario trasparente
a segnare ferie di preghiere
in attesa a innalzarsi
o in ritorno a piombo sulle teste,
un discorso millenario del creato
tutto da leggere e i cuori sono analfabeta
——————————————
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: UN RUMORE   Lun Set 05, 2011 1:46 am

-Sento un rumore alla porta
come quando chiudevi
i libri di scuola
poi penso...
il tuo cuore fuggito
mi viene a trovare
o sarà la tua mano
che cerca d'aprire
o forse è solo un ricordo
che vuole gentile tornare
oppure un cartone
sospinto dal vento

-M'affaccio,fuori tutto tranquillo
ancora una volta tra i deliri
mi sono tutto inventato

-Maledetto vento
completamente assente
almeno un dubbio
lo potevi lasciare
e confondere questa pace mortale
col soffio di un'anima
-----------------------------------------
Da:Vite Contromano
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: CIP CIP-DIAMANTINO   Lun Set 05, 2011 12:52 am

-Il più grande della covata
da qualche giorno s’affacciava dal nido
guardava incerto il trespolo
ruotava il collo, poi tremolante
sul ciglio di ciò che sembrava un baratro,
indecisione,arruffo di piume,cinguettio
come a dire non è cosa e si ritraeva
-Stamattina,cuore a mille,fiato corto
slancio, atterraggio rovinoso
i teneri artigli non hanno retto la presa
e pallina di piuma s’è rotolato sul fondo
della gabbia,pochi centimetri
saranno sembrati da luna a terra
-Altro cinguettio,due colpi di coda
intimorito e spaesato s’è fatto longineo
ha guardato in alto i genitori che l’incitavano
a risalire e lui incredulo alla richiesta assurda
-Ha tentato di beccare qualche seme
giusto per darsi coraggio e improvviso
il decollo riuscito e conquista del piano alto
-Cip cip a mo di applauso autoelogio,
un eccentrico batuffolo su asse
spinto da molla e birichino in curiosità di vita
------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: VENTO   Dom Set 04, 2011 2:09 am

Fiato d’ anime riunite
in lotta per affermare lamenti
a pene inadeguate ai peccati
il vento schiaffeggia corruzioni di vivi
mischia in vortici implori e bestemmie
con abbaiare di fame o lucri di finte
assoggettate a spietati padroni
che della razza vantano spietati l'orgoglio

Ali di coltelli, foglie di canne
tagliano desideri alle gole
mentre il sottile tronco si piega
s’inchina, frusta voleri di Dio

Impazziti alcuni animali
i loro odori giungono
a bocche insultate
sollecitate da stomaci vuoti

Bianchi assassini i gabbiani
volteggiano, aspettano
lanci di pesci
in onde furiose

Capelli sfibrati
chiudono occhi agli amori
per farli sognare gia’ persi
e s’abbracciano forte
a sentirsi ritrovati in sintonie smarrite
che l'invisibile furia prestigia

Vento, questo nulla invisibile
alato da presagi
con rumori di moniti
mischia carte e mette in gioco
destini d’anime già precarie
in sorteggi di parti,
casuali,sperati
acclamati,oltraggiati
cancellati
-------------------------------
Da: Voci Dall'InfernO
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IL SORTEGGIO   Sab Set 03, 2011 4:30 am

Lenta con fare impercettibilie
una lumaca attraversò indenne la strada

Fece la stessa cosa un uomo mediocre
e una macchina gli rubò per sempre la vita
che servì al destino per un mosaico
dove mancano sempre i pezzi
sorteggiati a prezzo zero
per il dolore di chi resta

Purtroppo era un uomo qualunque
che per strada si confondeva

Qualcuno gli regalò una stella
che non conosceva
altri evidenziarono un vuoto
che era stato mai pieno

Furono scavate frasi e commenti
di gloria mai seminati

Il tutto durò solo un giorno
poi l’oblio divorò per sempre quel nome
un nome come tanti
sorteggiato al posto di una lumaca

Io penso
per restare in qualche memoria
bisogna aver fatto del bene o del male
in modo...abbondante
-----------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SETTEMBRE   Dom Ago 28, 2011 4:04 am

Ombre pesanti
facchini del sole
traslocano arrivederci
pallottolieri d’anime
radiografate da cielo terso

Su sabbia, nomi puzzle di consonanti
scompaiono nell’ossario del mare
archiviati dai pesci
in pagine di rumori
da decodificare in solitudini

Aquiloni zavorrati
ad anni prigione di corpi,
ombrelloni
vegliano promesse migratorie

Settembre
stazione di foglie
biglietti in scadenza
nella destinazione del vento

Requiem di cicale
spartiti d’ozio
e mani tremanti
da finestrini d’automobili,l’orchestra

Ritorni,senz’occhi
contesi da ricordi
e da abitudini affamati di futuro,
abbaia un cane sull’autostrada
orfano d’una ciotola
cerca una cuccia nei cervelli

Un filo legato al naso
e alla coda d’una rondine
la speranza

Aculei di ricci sull’asfalto
per la corona dei perdenti
———————————-
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SALDI DI FINE STAGIONE   Ven Ago 26, 2011 3:24 am

Il tempo lento e veloce
sempre nelle sistuazioni che non serve

L'estate è finita

Si aggirano gli ultimi turisti
come insetti sfuggiti a un pesticida

Al ristorante
sono tutti stanchi e un po' nervosi
un cameriere chiede a dei signori
cosa prendono da bere e questi
siamo venuti qui per mangiare

Fuori dal locale legato a un tavolino
non accettato dai commensali
un cane che ha perduto la memoria
non si ricorda di abbaiare
e cerca di scavare il pavimento

Vengo distratto dalla televisione
parla di un uomo che passava
con la macchina davanti a una chiesa
e nel farsi il segno della croce
ha investito un bambino

Poi..
entra una donna brutta
con due bellissime figlie
e mi viene da pensare
che anche dal peggio si creano cose buone
e che non sempre ciò che promette bene
va per il meglio

In questi saldi di fine stagione
strizza il mio cuore una nonna
che mangia quasi niente
e considera suo nipote
come ultimo appiglio alla vita
che la sta per lasciare
----------------------------------------
Da:Pensieri Che Non Dormono Mai
www. santhers. com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: MOLISE   Gio Ago 04, 2011 2:31 am

Bretella del tempo
spogliatosi dal ripetersi
gettata dal mare alla montagna
contesa a rifugio da cani e pidocchi

Molise arco di spalle
licenziato dalla cintura
oppressa da scroto gonfio d’attese
sceso inciampo al progresso

Antichi azzanni a miserie
valli e colline sdentate bocche
ove nel vuoto morso
tra aureole rapaci
aleggiano aborti tramandi

Eterno calvario d’ovini
portano in spalle Politici
che divorano erba e pecore
e superstiti belar al deserto
speranza in implori al cielo

In lampi d'occhi il segno
cometa un pensiero rovente,
migrazione è l’arca
sudore e sangue il mare
-----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: AGOSTO   Lun Ago 01, 2011 1:50 am

Nella calma che fu di tutti
e ormai comprata illegale dai furbi
ciabattando i turisti irritano
guai a guinzaglio dei residenti

Vocii di bambini in cattività liberate
radunano tormenti ai vecchi
notai al pomeriggio
stilano testamenti su scacchiere
s’immaginano feretri scettri
e si giocano sguardi sgranati
premiati e puniti al lascito

Sotto ombrelloni a specchio
i Politici rimettono nuovi fili
al rosario di carni roventi
rotolate ai piedi

Su guide di Bibbie VIP
donne all’amo del tempo di spalle
mediano con creme incensate
litigi sotto bussole di nasi smagnetizzati
nella valle del seno
tra natiche a bucce d’arancia
e visi a scorza di cocomero

Qua e là cartelli allusivi
a Buddismo occidentale
..si accettano anche cani..
e qualche bestiola osserva
la foto canina e perplesso come a dire
…non è una novità
il decreto solo aggiunge
anche la specie a quattro zampe
--------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: BANCARELLE   Mer Lug 27, 2011 12:56 am

Sulle bancarelle
a tre euro orologi Cinesi
fatti di ferro e respiri pignorati
nelle fabbriche di frequenze cardiache
misureranno tempi progressi a retromarcia
su dorsi polsi oscillanti
a mezzaluna sugli affari

Collane Indiane
mendicano pavoni colli
ruotati su piumaggi
adocchiati da bracieri sguardi

Ignari Adepti del Marchese De Sade
Marocchini sventolano cinghie
adatte più a mettere in fuga che sorreggere
e cuoi reclamizzati cromano nasi diffidenti

Maiali rosolati mimano pasti al limone
e dimagriscono sotto ghigliottina
nella terapia di panini cesarei

Pesci arrugginiti in aceto e zafferano
adescano stomaci segugi a campane
che frustano rumori di piatti
concerto adunate nelle case

Noccioline Americane
sterilizzate in clessidre Caronte
profumano in omaggio a un numero
inchinato a un Santo
………..sul calendario
——————————-
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: VERSO L'INDIFFERENZA   Mer Lug 06, 2011 2:03 am

La luna ritirò le ombre
il fantasma mi aprì lo stomaco
verso il nulla da confondere
e il buio mi separò dal ritegno
-vomitai rancori
con zuppa di vino
e cibi scagliati dentro
a distrarre
il circolo del dolore
e mettere sotto traino
delle dimenticanze
il cuore ballerino

Le nuvole
andavano di fretta
scoperchiarono la luce
della grossa palla d’oro
posta premio
di mondi lontani
...S'illuminò la violenza
arresa a farmaci scaduti
spruzzati a terra
dalla ribellione d’anima
esplosa da forzature
d’adatti rodati

Mi svuotai della figura amata
m'accinsi a ritornare a casa
(tomba vuota)
a distruggere medaglie
ormai cimeli orfani di storia
inutili a vegliare
il fantasma d’un amore
nel sentimento del disprezzo
di lì a poco fievole
verso l’indifferenza
regalo finale
alla tua vita,
lungo buco nero
nel passato
e coda di candela
ultimo ricordo
....nel divenire...
--------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: LA VOLPE   Mer Giu 29, 2011 2:50 am

Rosa dei venti
per mille fiuti
lampi di mire
apartheid canino
coadiuvato da mille fucili

Ombra notturna
promiscua a fruscii e paure
alata sopra al sonno
di ladri che additano furti

Antica metafora
di furbizia e ingordigia
sdogana in elogi colpe d'ignavi

Pelliccia d’invidia
a libertà e grazia di passi
-occhi,carati al buio pesto
che solo la morte può indossare

Saggia regina di prudenza
favola di bimbi innocenti
interpretata arguzie primizie
e analfabeta finita sui libri

Volpi e polli
uguali a politici e popolo
oggi equazione diffusa
a sconforto d’inganno
ma io mai ho visto
tra bestie comizi
e lucre promesse tradite
--------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: ELEZIONI COMUNALI   Mer Giu 15, 2011 12:15 am

Nei paesi,Somari al salto d'ideologie
all'ippodromo di binocoli capovolti
e immessi in tresche senza fine
alle quali appioppano vessilli culinari
sventolanti a flatulenze labiali

Clan,fazioni,famiglie,tribù
marsupiali a bottini embrionali
a crocevia staccionata
teleguidati da supreme icone
in TV pastorizie

Piccoli Don Rodrigo
in oscuro galateo d'assonanze
alchimisti con sieri e urine
a luccichii dorati
moltiplicati da lenti a prosciutto
illudono a pregiato metallo
corvidi in amore
ma a volte Robin Hood
travestito da Don Abbondio
scaglia ai Signorotti
avvelenate frecce al deretano
e battono in ritirata
sui cento metri Usain Bolt
--------------------------
Da:Destini e Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: MATRIMONI OGGI   Ven Giu 10, 2011 11:10 pm

Da lampo a tuono il tempo
per passare da matrimoni
a code ai sacrari per divorziare

Oggi ci si sposa a testa in giù
sugli aerei,sott’acqua,nei bordelli
e preti e cerimonieri al formaggio
si prestano alle cagliate
spruzzate d’acqua geroglifica

Chiamano amore a dirupo di denti
chimiche floreali a refrigerio di corpi
litografie di calendari
plastificati in vessilli annoiati
sventolati ai posteri harakiri

Sotto occhi guerci timbrati serrature
paffute prole imprinting a più cortili
seguono dissimili in stupori
allatto di galline,pecore in cova

Togati corvi preparano conce pelli
per scriverci la parola divorzio
passaporto al promiscuo brado
nel gioco di ormoni a dadi

In discarica sociale a curare
sguinzagli traumatici di cognomi
al tiro di fune
---------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: MEZZO GIORNO AL PARCO   Gio Giu 09, 2011 10:28 pm

A mezzo giorno di Giugno,al parco
sole incarognito sui catramasti Arlecchini
intenti all’ennesimo rappezzo
e refrattario su occhiali a specchio
di Statali che leggono giornali

Passo claudicante stremato dalla calura
sbircio titoli qua e là….
arrosti, domiciliari in ville ai politici
e arresti per la galera a ladruncoli

Alcuni vecchi parlano di pensioni
si fanno vento con le mani concave
per spazzare la puzza di tavole
che li pervade e sentono cappotto

Un guardone lascia cadere una moneta
e nel raccoglierla punta le gambe
di una ragazza in panchina che le usa ad arte
in alibi ai capricci del cane al guinzaglio

Le ombre dei passanti
sembrano figure di Botero,grasse deformi
mentre sul campanile le lancette dell’orologio
gatto e volpe in attesa di Pinocchio

Una folata di vento carica d’odori di cucina
droga i nasi che spingono salive alle gole,
————————————–
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com


Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: POETI E SALOTTI   Mar Giu 07, 2011 10:02 pm

Affogano le idee
nei loro nozionismi
da esibire in sterili salotti
dove l'anima a disagio
rimbalza sui duri visi
per cadere nella macina
della lotteria dei vocaboli
pronti al matrimonio
combinato
e combusto
nel silenzio dei cuori
pesi morti
nella bilancia del baro

Nel mercato dei fiati
arbitri i lacchè
nei salotti
contano gli inchini
e neutrali per ognuno
una tacca sul carnet
e un nome su una lapide

La stampa locale
sa che deve ignorare
qualche cane che ringhia
e regalare una pecora al regime

Nella vittoria degli elogi
tra targhe e sermoni
come gabbiani che seguono
una barca che smuove le acque
i poeti dietro i galoppini
per gli onor di tavola
in una festa completa
tranne il disertare
di un solo ospite
.......la poesia.......
---------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: LA STORIA   Ven Giu 03, 2011 12:18 am

La storia è un cane da fiuto,
non molla mai le tracce
trova sempre i malvagi
e abbaia al popolo lo scovo

Passano millenni
casuale scova una moneta
un pugnale,una scarpa
un seme carbonizzato
e tutto è da riscrivere
cancella eroismi
scrive nomi in gloria
emersi dall’oblio

La storia è un segugio di Dio
Si guadagna il pane con la verità

La storia è forse un falco senza tempo
con artigli preda il passato nascosto,
lo spolpa del superfuo
e dal cielo lo lascia cadere
a prova d'acuta vista
a sorpresa nel presente
---------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: EPITAFFIO 108   Sab Mag 28, 2011 12:57 am

L'ANARCHICO

Tutta la vita in attesa d’un invasore
che desse dignità alla Patria,
sognai anche la rivoluzione
che mettesse in fuga manager della Sanità
super pagati per bancarotta

Carbone di stella frantumata dai sogni
l’unica donna che amai col leasing di parole,
aveva un occhio ruotante
socchiuso ai punti cardinali
del mondo rovesciato agl'ideali
e l’altro nel dolore senza meta,
con l’anima in più posti
mi rese esule da me stesso
e nell’imperfezione dello sguardo
a cerchio vibrante mi recintò al vago
arcobaleno di giudizi

Dinamite al cuore,la collera
m’attentò a Settembre,
tra calura e rimpatrio di rondini
si dilaniò candelotto la croce

Cera la speranza
servì luce ridicola al sole
e fu bersaglio nelle tenebre
agli idioti medagliati

Questa lapide il confine
tra foglie morte e piedi striduli
in vergogna fuggiti ai volti
............amen..............
----------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: DOWN   Gio Mag 26, 2011 10:22 pm

E.......
tutti presero il volo
tranne uno
il cielo o forse la sconfinata
libertà
gli fece paura
e si affidò agli uomini
depositò per sempre le ali
nel canestro di ogni cuore

Vide sempre un miraggio
all'orizzonte
per un cerchio col dito
nella nuvola adagiata
per un anello da regalare
a Dio
Un traguardo di una gioia
per un sorriso agli occhi
del rifiuto

Conobbe il dolore
nello sguardo di madre
verso la parata delle rondini
in ogni primavera
e sempre più vecchia
nell'inseguire un insetto
da catturare
per chi solo
sulla terra
che odia il diverso
.....non può volare....
ma taglierà
per una sola volta
le nuvole
nell'unico richiamo
.....degli angeli........

--------------------------
Da: Soste precarie)
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: A QUEI TEMPI   Mer Mag 25, 2011 11:41 pm

Erano gli anni ottanta,
pioveva a comando anche col sereno
e le nuvole sicari pilotati
di sogni non allineati al potere,
-Sui palazzi delle regioni
si leggeva..CENTRO COMMERCIALE-
gli uscieri galoppini
trasformati magazzinieri
e i vigili urbani frecce segnaletiche
al traffico dei prosciutti

Sulle insegne delle banche
incorniciate da ramoscelli d’ulivi
c’era scritto -PELLICCERIA-
i direttori s’atteggiavano
a Robin Hood di nuova era,
scuoiavano i poveri
per dare ai ricchi

Le donne guidate da fotormanzi
divorziavano dalle macchine utilitarie
ignare appartenessero ai mariti cervi
ma i cavalli veloci scelti
avevano il difetto di cambiare strada
ove piazzole di sosta erano atelier
del vuoto a perdere

A quei tempi avevo un amore
mi disse sorridendo
t’ho imprigionato il cuore
e non hai avuto il coraggio di urlare
e mi lasciò per un’anarchico
che con vino e fumo uccideva il lavoro

A quei tempi parlavo con Dio
e una volta mi rifiutò una preghiera
motivando che oltre gli imprechi
c’era bisogno di rischiare

A quei tempi,sponsorizzato dall’occulto
avevo un futuro e me lo vedo chiaro solo adesso
perciò ora sono costretto a scrivere
su tutto ciò che non ho fatto e mai farò

Amore...cullami l’anima nella pace
fammi dormire sul tuo seno
sussurrami lieve all’infinito
che se non avessi fatto tanti sbagli,
se non m’avessero morso tanti cani
non mi avresti mai incontrato
---------------------------------
Da:Parole Fredde
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: LA TALPA   Sab Mag 21, 2011 10:52 pm

Dal prato regolare e ben curato
le formiche videro una montagna
emergere e scapparono

Un grillo appisolato
si sentì sollevato
da un cumulo di terra
e incominciò a cantare
in modo strano

Una giovane talpa stanca dell’oblìo
o forse per sbaglio di gallerie
emerse improvviso dalla terra
e sentì vanitosa
strane piacevoli carezze
i raggi caldi del sole
su lucida creola pelliccia

Un cane immerso in un riposo
che andava consegnandosi
lento alla pigrizia
vide tagliare
la nebbia dei suoi occhi,
si destò
per paura e per mestiere
con un balzo fulmineo,con gli artigli
senza pensare
uccise la bestiola

Pensai
la talpa è come quegli amori
che timidi vivono nel silenzio
sperano e si nascondono
non si fanno capire
e si allenano
in finzione all’indifferenza
bruciando di gelosia
e all’improvviso
radunano coraggio
e in sorpresa a loro stessi
goffi,balbuzienti
si dichiarano
in un momento
del tutto inopportuno
e non lasciando che la sola scelta
tra l’imbarazzo
quella del diniego
-Si sentono sconfitti,
in vergogna
uccisi dall’orgoglio
nel pensare.....
era tutto fantasia
e si poteva evitare
ucciderla in piena luce
---------------------------------
Da:Una Farfalla All’ombra Della Luna
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: COMUNISTA   Sab Mag 21, 2011 3:29 am

Se gli smontavi la testa
per metterci altre idee
alla fine automi alzavano al cielo
sempre il pugno chiuso
fieri gridando.. compagno

Mani a mappe di promontori
facce a strade brecciate
pozzanghere gli occhi
e sul torbido riflessi di stenti
mai domi a granitico credo d’utopie

Divinità ferro e legno
stretti nella carne,falce e martello
su sfondo sangue bollente
in cornici di sogghigni
Comunisti d’un tempo
forgiati a ideali d’uguaglianza
indomiti a ingiustizie,

Croce su un simbolo
battesimo ripetuto
a temprarsi lucido dentro
stesso nome..compagno

In Italiano torchiato su binari
storti dalla lingua
infuocati al capolinea
litigavano con vocaboli
troppo lievi a intenti ideologici,
asini pigri delicati a congrua soma
fiati imborghesiti al dissenso

Toro nell'arena scatenato dal nemico
il lusso corruttivo da sconfiggere
in onor di Patria col rosso di vene
ed eroico coraggio
...costasse la morte
---------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: EPITAFFIO 106   Dom Mag 15, 2011 4:49 am

In uno sperduto paese
ove il tempo gioca con le illusioni
e gli anni brucano aneddoti
un venerdì diciassette d'un mese pigro
sonnecchiante nacqui tozzo per la zappa
e in errore di grandi intuiti
mi destinarono prima al canto
rivelatosi plagio a ragli
e poi alle lettere ma la grammatica
si massacrò tra lingua e denti
e i congiuntivi parvero sputi di bisce,
mi salvò casuale la politica
l’unica nobile arte che accetta tutti
con acclami al posto sbagliato
e reclamizza colossali errori genialità
-promisi cose così grandiose inverosimili
che alcuni elettori si convinsero
spaventati di non esserne degni
altri terrorizzati di finire stressati
in clamori mediatici
e sperarono non s’avverassero
-entrai nel mondo dell’utopia
ovvero in limbo tra verità e bugie
che mi costrinse a mentire sempre
e quando rifiutai al contadino Tritapaglia
il finanziamento Europeo
di un bananeto in alta montagna
questi adirato m’accusò di parzialità
al che dovetti accondiscendere
al geniale progetto alternativo
d’un allevamento di ricci da tartufo
-Ora qui giaccio vergognoso,senza pace
in questo cimitero camerino
ove si truccano all'esordio le stagioni,
oggetto di continuo ciarlante pellegrinaggio
Santificato in immaginari collettivi
convinti che le mie idee
di troppi lumi per banali mortali
e eternamente ostacolate
dall’opposizione disfattista,invidiosa
------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SGUARDI PECCAMINOSI   Sab Mag 14, 2011 3:12 am

Pennellò lo sguardo
lieve sul viso angelico anemico
e fulmineo fu assorbito
dal velluto delle gambe
mentre le ciglia a molla pazza
continuavano a vibrare
al sobbalzo del dosso
di turgidi seni
subito al tremore

Socchiuse gli occhi
lucerne al mistero
per regalare uno spiffero
d'invalicabile sogno all'anima spugnosa
distaccata a rimirar giocosa imbarazzata
macchie invadenti di rossore antico
sulle pallide mascelle
della donna
che cercò aiuto
all'improbabile scompiglio
di ribelli capelli
per imbarazzo e peccato istruito
disertore al rifiuto
e lento s'espandeva
in violaceo sudore freddo
innesco d'abbandono
ferie e allerta di nervi

Le bocche,corde di chitarra
tese cercavano parole
esodo di vocaboli
farfuglianti rapiti da cuori sciolti
che macinavano in respiri
mentre lunghi segreti e silenzi maceri
in cassaforte educativa
chiedevano riscatto
nel saldarsi dei corpi
estranei ormai a rigori,
ossidati d' immagini retoriche
mai adoperate a ripulire
represse ansie esplosive
vani concistori familiari

Il silenzio di follie che
volevano dormire avvinghiate
allertò le lingue,spade contundenti
in incubo piacevole
nel desiderio d'annodarsi
incorniciate da labbra rosee
che invocavano buio in luce d'estasi
e incollarsi per spegnere
fiamme d'amore

La donna corse con le mani al petto
per addomesticare il seno
che pretendeva tatto di mani diverse,
le gambe sciolsero le briglie
e resero imperfetto buio
triangolo di gonna
che lasciò intravedere
un lembo di seta incandescente
ultimo baluardo di difesa
del mistero che voleva aprirsi
all'accoglienza di un maturo frutto

Lo squillo del telefono
suonò il gong
d'una realtà diversa,
le anime si ricomposero
a sfidare desideri
dell'etica e dei doveri di mestieri
coniugali------------------
------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: AFORISMA   Ven Mag 06, 2011 12:12 am

SILENZI

Vi sono silenzi
che coltivano la storia
-Vi sono deserti di silenzi
che annullano superfue esistenze
-Vi sono silenzi per capire
e altri che sottraggono la vita
alle parole
e nulla più

AMICIZIE

Amicizie
fatte di interessi comuni
condivisioni di gioie
solidarietà di dolori

Amicizie
scene d'imbrogli
al proprio IO
per solitudini personali
alate da altrui parole
di convenienza

Amicizie
quotidiani scambi
d'aghi di dolore
tra denti del cuore
in una risata finta che scema
fino al plagio
del preposto intento

RICORDI

Anime vagabonde
che ritornano
sull'ormai invalicabile
muro del presente
che può essere solo aggirato
in un tempo
non più utile
alle frette del cuore

MATRIMONIO

Tentativo
d'immagazzinare
la felicità
d'un amore
tra un sermone
d'un prete
e due firme
su foglio
con un pubblico
festoso e perplesso
che rincuora
la condivisione
auspicata

FELICITA'

Un sorso di grappa
elisisr
costoso
faticoso
che ha bisogno
di tanta feccia

AVARIZIA

Illusione
di conservare
pezzi di mondo
non per goderne
ma per inconscia soddisfazione
di toglierli ad altri
che forte li desiderano

FORTUNA

E' una donna
sensuale
che copula
con chi ha già
una moglie
un'amante
e gode a farsi vedere
da chi è solo
e arrapato

POETI

Cani affamati
e quando sazi
smettono d'abbaiare
e ringhiano
di mestiere
solo per non esser disturbati
mentre satolli
riposano
sull'uscio di casa

VERITA'

E' una sola
ed è il tentativo
di mettere in minoranza
tante bugie
servite
ed elette
a scrutinio segreto

CALUNNIA

Falsa moneta
regalata
e va a mischiarsi
alle altre
guadagnate
con sudore
di cui ognuno
si guarda bene
dal versare
a solo fine
di ristabilire
verità
inutili
a causa propria


AMORI A VOLTE

Teneri sguardi
superficiali
abbracciano
il lordo dell'anime
ignari
poi si scanneranno
per il superfuo
su baro di bilancia
lasciando ammuffire
il peso primario
...l'amore

A VOLTE FIGLI

Figli
a volte
geometri
e chirurghi
intorno a un cadavere
che li ha nutriti
e riuniti
a leggere
per misure e spartizioni
una mappa di ossa

POLITICI

Artefici
del degrado
per poter millantare
che bisognava
e bisogna
fare qualche cosa
-E' nel bisogno
prestigiato ad arte
che lucra il loro potere
-------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: AGRESTI CORTILI   Gio Mag 05, 2011 3:36 am

In simbiosi nei vecchi cortili
uomini e animali dialogavano
con mimiche e sguardi
misuravano la vita con acciacchi
scandivano il tempo con ombre e spifferi

Pausa all’anima spugnosa vocii di bimbi
germogli a tramandi d’esperienza
boccioli preludio a frutti d’anni
lievito di cognomi in alchimie Divine

Vecchi carri,timbri al fango
e carrucole alimentari da fatiche e destini
sostavano la sera a cucce e trespoli
veglie di raccolto da smistare
paradiso di topi saettanti
ladri e auspici d’abbondanza
nel leale gioco di trappole

Danzanti sul selciato fanciulle
rosee al rimiro in tinelli d’acqua
e maliziose a sguardi indiscreti
lievito a pensieri evasi da età acerbe
e deliziati in fuga da ragli d’asini
rupestri Mozart,note d’ali ai piedi

Bisunti berretti ai chiodi
lune dimesse,cimeli speranze
incorniciate da peperoncini ed aglio
amuleti a scoraggiare il male

Frustati e accarezzati maiali
sacrificali messia alla ragione
ringraziati da gesti a croce
da Santini francobolli d'anima
da implori e sassi a ginocchia
---------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: COI TUOI OCCHI   Mer Mag 04, 2011 2:51 am

-Amore mio di sempre
stella polare delle mie tempeste
calore dei miei inverni
ormai in simbiosi
guardo il mondo
coi tuoi occhioni blu
e il cielo mi sembra a portata di mano

-Le nuvole
mi accarezzano i capelli
e la terra è lontana
dalle miserie di sempre
splende sotto nuova luce
e tutto ciò grazie a te
per lo sguardo nuovo
che hai donato
alla mia anima

-Amore vaff.... aiuto!
ho messo per sbaglio
i tuoi occhialacci
a fondo di bottiglia,
sto sul cornicione
al sesto piano,
maledetta avara
e cambiati questi
fanali di trattore
..comprati un paio di lenti
a contatto
--------------------------
Da:Vite Tremule
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: NUVOLE   Lun Mag 02, 2011 12:07 am

Corrono veloci
le nuvole

Si rincorrono
rallentano
si avvicinano
si fondono
si separano

Sotto
lontano
un pugno solleva
arida polvere
di terra assetata

Occhi al cielo....
quelli dei turisti
col tempo che scade
per una pelle dorata

Quelli dei contadini
che implorano
per un raccolto
che ha piegato la schiena

Nuvole
preghiere incrociate
che non si sa'
come vanno a finire
----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: LATIFONDISTI UN TEMPO   Dom Apr 24, 2011 3:02 am

Al mattino,scricchiolanti
e in finzioni a buona salute
con barbe ispide e lerci panni
brandelli a medaglie derelitti,
in fila da doppi intenti
a mostrarsi ed esser scelti
e seminascosti a celare acciacchi
al caporale senza gradi
promosso a malvagio
da latifondisti con anima
a lievitare in banca all’inferno

Un indice a mitraglia
o a freccia di sentenza
sceglieva fame o stenti
mimiche a sorrisi sdentati
o mani al mento a reggere
sconforto senza nervi
dimenticati dal masticare

A braccia conserte nei campi
l’aguzzino,spostava podio
a pause lampo dei fortunati scelti
e incitava occhi a terra,
segnava detrazioni,smorfie
di guasto rovente sudore
mosso da idraulici rancori
silenziati con biascichi
espulsi da raucedini

Non arrivava mai la sera
nera coperta dei morti vivi
macchiata di stelle
monete d'identiche facce al male
d'un sorteggio da interpretare
a umori al meno peggio d'un forse domani

Quei derelitti erano nostri avi
e noi impauriti di macchiare
con vergognose origini odierni agi
in segreto li abbiamo premiati
.......dimenticandoli
---------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1043
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: BRUTTI TEMPI PER LA POESIA   Gio Apr 21, 2011 11:58 pm

Ormai s'è detto tutto in poesia
tranne la verità

-Oltre ogni fantasia,le metafore
lune inerpicate
mari trasversali
cieli ribaltati
ruscelli in retromarcia

-Avverbi,aggettivi,accenti
pronomi,in gran frittate

-Sogni,deliri e bugie
macerati nel cervello
in unico distillato
a sparare più secco dalle bocche

-Ora penso sia giunta
l'ora di fare una poesia
di verità
ma credo
la gente non abbia coraggio e voglia
di poetare contro se stessa
---------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com

Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: QUANTI ANNI   

Tornare in alto Andare in basso
 
QUANTI ANNI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 24 di 26Andare alla pagina : Precedente  1 ... 13 ... 23, 24, 25, 26  Seguente
 Argomenti simili
-
» Smigol
» Io non dimentico
» Abito anni 50
» 2011 Walt Disney World compie 40 anni
» Quotazioni degli anni passati...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE DI MICHAEL SANTHERS-
Andare verso: