BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividere | 
 

 QUANTI ANNI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 14 ... 25  Seguente
AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: QUANTI ANNI   Lun Lug 19, 2010 2:52 am

Promemoria primo messaggio :

Ho il doppio degli anni
della vita massima
di un cane di buon padrone

Ho gli stessi anni di un mercante
tra l'avvio e l'arrivo
meno quelli di un bambino
al primo stupore

Ho gli stessi anni di un padre
che smette di esser figlio

Ho gli stessi anni della metà distanza
tra gli occhi e il tramonto
dietro l'ultima collina

Ho la stessa età di chi può anche arrendersi
e il doppio di chi spera senza affanni

Te lo dirò bambina mia
anche se il conto è facile
ho solo cinque anni in più del tuo sorriso
---------------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PENSIERI COSI' COSI'   Mer Mar 23, 2016 3:13 am

I cuochi in TV inventano
pietanze di tremila anni fa
e quando non hanno fantasia
si danno alla chimica

I giornalisti senza sciagure
si deprimono e le inventano
proporzionate al lunario

I giovani si drogano per noia
e per sentirsi moderni
Maya e Aztechi fanno la stessa cosa
da millenni per sopportare le fatiche

Le guerre servono al controllo demografico
e per arricchire  governanti e criminali
e la pace avviene sempre dopo le ripartizioni

La chiesa senza poveri
è come un fiume senz'acqua
e i fedeli vogliono il candeggio

La gente si sposa per paura della solitudine
mette la compagnia in cassaforte
e va a consolare altre solitudini

Oggi tutti hanno un cane
è l'unico essere che dice sempre di si
e perdona tutto agli imbecilli

Lamentarsi è una professione
utile a occultare i propri agi illeciti,
nessuno si sognerà mai
di secernere litanie
per un albo della sincerità

Facebook è un specchio frantumato
e ognuno cerca il pezzetto
per non entrarci del tutto
e riflettersi la parte senza difetti

Il sole su una foto può sembrare
alba o tramonto,la verità esiste solo dal vivo
--------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CINGHIALI   Mar Mar 22, 2016 2:02 am

Con la bava lucidano ghiande
riflettenti a luna filtrante da rami danzanti
e sembrano diamanti gialli luccicanti
persi e affiorati da foglie umide
dal morbido fruscio allertante  
e spezza preliminari a due fidanzati 

Ombre nere giocano a dati
nel ruzzolo la suspense 
pari e dispari connubio e vedovanze
tracce di sangue a depennare
archivista il lupo,spazzino la volpe
omelie la civetta

Il bosco paradiso e inferno
di animali sorteggiati
e il mistero stridula olfatti
incensati dal rutto di motori
che inseguono fari ubriachi

L'alba cambia lenzuola
per affittare la notte a nuove scene
---------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: QUESTO TEMPO   Gio Mar 17, 2016 3:06 am

Questo tempo ritagliato
in quello che m'hanno rubato
lanciato alle scadenze
e frenato per poterlo contare
con tanti orologi
ognuno come pavone
distante all'anima
e solo a farsi ammirare

Questo tempo
candela addormentata
pregata ai piedi da un fiammifero
per una luce che porta al buio
e la mano trema al sodalizio

Questo tempo
puzzle di ricordi
e i pensieri topi affamati
che rosicchiano i pezzi

Questo tempo
giostra di stagioni
a inseguirsi la coda
e quando la prendono
vincono e perdono denti spogli

Questo tempo
tagliola posizionata da noi stessi
per catturare il passato che ci segue
e quando scatta intrappola
......il capolinea
------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SOSPENSIONI EVOLUTIVE   Mar Mar 15, 2016 3:14 am

Aghi gelidi nel tepore
punzecchiano la pelle
l'inverno rivuole il suo sangue
congelato nei visi pallidi
e le vene si fanno uno stradario
dei tropici

I baveri dei cappotti
dormono sulle spalle
insensibili a sbuffi d'apatie
a volte svegliati bruschi
a porta d'orecchie
a chiudere litanie di vecchi
incagliate su scricchiolii d'ossa

Brufoli verdi
su nodosi alberi
potati a ombrelli senza tela
da tessere man mano
e già il cardellino
commesso viaggiatore
espone colori decorativi
e cinguetta trattative

Tutt'intorno cambia al meglio
e io nel limpido ruscello
vedo il mio declino
e cerco di fermarlo
lanciando un sasso

Venditore di tappeti colorati
la terra plagia al morbido i piedi
che hanno voglia di volare
ma le forze mancanti
l'ammantano a riflettere
mentre il picchio fa
le pulizie Pasquali
e segna sul tronco un altro anno
-----------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: EFFIGI ANIMALI   Lun Mar 14, 2016 4:14 am

L'asino effige di testardaggine
e di massima ignoranza,
barriera d'inamovibile pensiero
perciò messo dal popolo a dispregio

Volubili,plasmabili a ogni intrigo
di partito in partito i politici
sempre seguiti dagli elettori

L'asino rappresenta  la parola data
i politici la parola mangiata
ecco perchè quest'ultimi
elogiano cani,porci e pecore
basta un osso, una ghianda 
e un ciuffo d'erba
per assoggettarli al potere
--------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: POZZANGHERE   Lun Mar 14, 2016 2:31 am

Specchi di piedi
scollegati agli occhi
in errore a frantumarli

Non trovano mai pace
come anime tormentate
invano al limpido,
c'è sempre un copertone
e una parola secca
a riportarle al torbido
----------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VECCHIA PANCHINA   Gio Mar 10, 2016 3:35 am

Ha ospitato pace, attese
solitudini estreme
tutte sostanti col volto peggiore
e a volte contesa
da podisti lumaca
con bastoni bussanti

Quaderno di amori
letto da chi solo lo scrive
firmato da slogan cubitali
bussola a un nome abbreviato
perso in oroscopi sedicenti

In inverno carezzata da foglie
ognuna un biglietto d'andata
a un dente a un capello
-spesso imbottita di bianco
ricamata da geroglifici
che prendono il volo
portano al cielo una briciola

Ha visto polsi ruotare
a ozio e fretta di lancette
ferme o a pulsare
asincrone al cuore, ai respiri
e quanto immobili
scosse all'orecchio

Vecchia panchina
bacheca di anime depennate
e quelle anonime aggiunte
contate solo al vuoto d'addio
---------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.come
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: GIOCHI AL RISVEGLIO   Mer Mar 09, 2016 4:05 am

Gemme giocano a nascondino,
lame di freddo a sorprenderle
e torce del sole a svelarle
ruffiane le nuvole a miglior offerente
testano girotondi, sputi e confetti

Eruttano terra le talpe
montagna ai grilli
vanno a sciare
e corvi e merli li fanno sparire

Spronano bramosie le margherite
e le  primule stelle di terra
a portata di mano smistano ormoni
in cambio di canti e voli pindarici

il fango dei viottoli
al sole si fa cotica 
bucata da peli d'erba
ove scarpe  e serpenti
guardinghi a scansarsi

Belano pecore sotto gli ulivi
recidono rami e li danno ai pastori
che ricambiano con una croce
fatta con una verga e un dito
in sosta verticale alle labbra

Col suono spugnoso e metallico
le campane accarezzano e frustano
ricorrenza all'agguato
che pagheranno gli agnelli
-----------------------------------------------
Da:Una Farfalla All'ombra Della Luna
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CIALTRONANDO FILOSOFANDO   Mar Mar 08, 2016 4:19 am

Ci sono ladri autodidatti 
e quelli eletti diplomati e assunti  dal popolo
che poi si lamenta quando questi
prendono il lavoro sul serio

I clandestini lavorano in nero
e fanno del tutto per essere assunti
ma le loro identità vengono occultate
invece i ladri lungi dal fornire le generalità
e si cerca di scoprirle spendendo soldi,
due tipi di lavoro agli antipodi
il primo gradito agli imprenditori
il secondo dai giudici 

I profughi dormono in albergo
e molti Italiani sotto i ponti e si lamentano
e dicono almeno ci trattassero alla pari
dimentichi del fatto che non hanno
la condizione di profughi perciò scappassero
truccandosi con lucido nero di scarpe
in qualche altro paese europeo

Gli italiani che hanno lucrato al torbido
dicono basta rubare e invocano l'onestà
coloro che non sono riusciti in nessun
illecito approprio,dicono no,..e..
dobbiamo arrivare anche noi al vostro livello
allora entrambi votano,chi per proteggere il bottino
e chi per ottenerlo e i referenti sempre uguali

I pacifisti prendono a sassate i guerrafondai
ma questi si ribellano e scoppia la guerra

Quelli di sinistra stanno col popolo
come i pastori con pecore e agnelli
purtroppo esiste la Pasqua

Gli operai sono protetti dai sindacati
come i polli dagli allevatori
e alla fine stessa sorte tra volpi e spiedi
------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SVELATE D'INVERNO   Lun Mar 07, 2016 2:55 am

Tra vene di scheletriti 
alberi imploranti
vecchie casette, 
dal finestrino di un auto
saetta al futuro
le vedi in inverno
col berretto bucato da ossa,
hanno abortito se stesse
e ricoperte da placente 
adornate d'edera dormiente
e da qualche feritoia le civette
hanno affittato gratis il letargo
e al risveglio cantano stridule
a scacciare miserie regresse
nutrite di solitudini

Ogni tanto qualcuno dice
i proprietari partirono per l'America
con arrivederci forgiati d'addio
e una crosta di pane al taschino
dietro una rondine di ferro
fatta volare da calli
che si perse nel cielo
e addita un naso tagliato
da cataratta
appeso a una nuvola fumante
---------------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati
www.santhers.com


Ultima modifica di michael$anthers il Mar Mar 08, 2016 4:20 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FUNGHI   Lun Mar 07, 2016 2:36 am

I funghi sono le nostre idee
nascono all'improvviso,
buoni e velenosi
e quelli più belli colorati
spesso sono letali
come una femmina fatale

I funghi durano poco
quanto un colpo di fulmine
amano l'ombra
come anime tetre
e infittiscono mistero a  scovarli
e sempre al dubbio di un sosia

Sono bugie contagiose
ne basta una a inquinare
verità mangiate

Sono monete illusorie del destino
sporche e pulite
e a spenderle a volte
portano sfortuna

Funghi,metafora del precario
e delle cose facili
spesso alla fine hanno prezzo alto

Sono briciole di Dio
travestito da pollicino
per condurci ai boschi in solitudine
ove possiamo ascoltare
la nostra anima 
tra la bellezza del creato
e come i funghi
la poesia spunta improvvisa
basta saperla leggere
--------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL CUOCO   Ven Mar 04, 2016 3:19 am

Il cuoco è un chirurgo
con intenzioni al contrario,
coi suoi bisturi
dà in premio alle bocche
voli spezzati,corse interrotte

E' un prete innevato che recita
a tappe omelie alle gole
esalta la morte a stili di vita
e le redenzioni,ripetere il gusto
sposa animali con vegetali
e i figli  stelle da battezzare
su mappa con una croce
lucida e scianca

Il cuoco,un sicario
pregato,amato da tutti
e quando sbaglia
gli tolgono la religione
gli appendono al collo
una cornice di sedano
---------------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PROMISCUE AVVERSIONI E SODALIZI   Gio Mar 03, 2016 3:44 am

I cani abbaiano ai Cinesi
le vacche vogliono andare in India
asini, galline e pecore 
ovunque vadano i politici

I maiali lasciano l'Europa 
e volano in Thailandia
confusi gli uccelli sempre a sinistra 
di cose normali e a ruotare
hanno sempre qualcuno dietro e davanti

I cervi s'affidano alle volpi 
convinti segnalino pericoli
e sono le uniche che ammirano i loro palchi

I pensionati amano i centri commerciali
dove con giochi matematici 
s'esercitano con tabelline
e gli occhi vedono doppio

I preti sempre a seguire i peccatori
e nell'assolverli imparano a peccare
ma con qualche agnello a Dio
si fanno perdonare

A caccia di ladruncoli i Giudici
severi li condannano come a dire
un mestiere va fatto bene o per niente
----------------------------------------------
Da: Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA STORIA   Mar Mar 01, 2016 4:00 am

Biblioteca del tempo
tempio degli anni
dediti a eroi a sculture 
sorrette da pietre
gente al distinguo
e calce nascosta 
chi non ebbe mai lumi

La storia è immortale
muta la pelle
scompaiono acari
in lembi a litigi
polvere al vento

La storia, grembo fecondo
col volto di sempre
aggiustato ai cervelli,
eterna madre
a ogni parto sorteggia le doglie
rivive dolori e vagiti
e ogni figlio è l'ultimo e il primo

La storia, segugio di tracce
e a volte gli indizi
sono orme di cerca
nell'oggi di ieri

La storia è vecchissima
ha l'anima  liscia
profonde rughe negli occhi
e a ogni solco il destino
...che legge
----------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'OMBRA   Lun Feb 29, 2016 3:39 am

L'ombra,pellicola del negativo
della nostra controversa figura
serve a confermarci l'esistenza
messa in dubbio da mille avversità
e con gesti proviamo se  fedele li replica

L'ombra variabile al sole
deforma, educa a parodie,
dimagrisce, ingrassa
ci fa Pinocchio col naso
e rammenta bugie,
è l'anima mascherata, irrequieta
volubile agli umori del giorno
e a plasmarli eterna illusione

A volte  spaventa alle spalle
altre si fa compagna di giochi
e ancora avamposto al nemico
incauta non si ritrae e lo svela

Seppur in posti attigui
ci dona ubiquità sognata
e abitua il nostro cane 
a vederci sdoppiati
e a non fidarsi della parte scura
col cuore mancante

L'ombra un disegno del sole
fatto a cose e a ogni forma di vita
a ricordare che ogni replica
indispensabile a sublimare
il suo quadro errante
-----------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: NOTTAMBULI   Dom Feb 28, 2016 3:29 am

Gatti sui tetti
messaggeri d'alcove
felpate a sussurri  
ogni tegola un ansimo
antennato dalla coda
tradotto dalla luna
archiviato da ombre

Fa panini i respiri, la volpe
cerca companatico
con zampe a compasso
segna giri di boa
attracca orecchie a fruscii
e lingua a termometro
misura sangue ai cani
a verificarne l'allerta

Un grillo ha perso la bussola
affamato canta con insalata alle spalle
e copre rumori di trame
mentre le stelle si fanno fari
a paure nascoste

Geometrie di tende
a lame di luce
infilzano gelosie
in lamierati involucri

Mette ali a un tacco il rospo
poi striscia a un cespuglio
sente un cuore di vetro
bussare forte a una gola
ma entra a una porta
che mai dorme di notte
e sigilla l'inganno
-------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CAMBIAMENTI   Gio Feb 25, 2016 3:54 am

Primavera
redenzioni
le anime cercano imitarle
ma molti cuori battono
su un punto morto
e a spronarli s'incendiano
sulle cose alle spalle

Certi amori, 
un buco nell'acqua
col dito di monello curioso 
sbieco al limpido
invisibile nel torbido 
comunque a toglierlo 
mai lascia tracce

A volte l'albero
testimone del primo bacio
rifiuta le foglie
e lo sfondo negli occhi
della foto che conta
scheletro al ricordo

La natura ,un mosaico
noi tessere statiche
illuse di volare
guardate dal destino
escluse al rimiro
--------------------------------
Da: Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: EGOISTI   Mar Feb 23, 2016 3:44 am

Egoisti, inconsapevoli,narcisisti
si puniranno da soli e nessuno li fermerà,
cosa interessa alla gente delle loro diete
al culto di specchi
appesi a ognuno sulla fronte 
per un volto riflesso al baro
che mai si fermerà 

Egoisti, bolla di sapone
tinta arcobaleno al sole
nel tempo dal sorriso al pianto
di un bambino a cui si spezza il primo stupore 

Egoisti, amano se stessi
attraverso altrui consensi 
plagiati all'indigenza suddita

Egoisti, cicale sorprese dalla neve
che le svelerà croccanti ai piedi
e leccornie a corvi,metamorfosi
della loro tetra anima 

Egoisti, comprano cuori balbuzienti
e con faccia imbalsamata al suadente
pagano con l'ombra della nuca
che alla fine cercheranno
per unica brutta copia
a indagine di ricordarsi
sembianze proprie
...... ormai impeciate all'anima 
--------------------------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FINE FEBBRAIO   Lun Feb 22, 2016 3:14 am

In avamposto i profumi
zabaione l'aria
vortica alle narici
e il ricordo dell'anno prima
fiorisce alla mente corrugata
in allenamento a stirarsi
a prendere il lucido da oliare
e la cinciallegra da pallina colorata
a longilinea aggiunge note
al suo canto ripulito da raucedine 

Accelerano e sonnecchiano i ruscelli
al sole s'affacciano i ciottoli
isole di mosche, sorridono al solletico
mentre salici freni di rami secchi
si riprendono la terra
la vendono all'erba

Le campane riconquistano il pubblico
a mezzo giorno salutate 
da qualche berretto sollevato
e da mani che fanno il giro
dalla fronte al petto
a spalle a trespolo fugace
e poi vanno dove gli pare
--------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: AFORISMA (Il Misogino)   Sab Feb 20, 2016 3:17 am

Il misogino non picchia una donna
se lo facesse si sentirebbe sconfitto
debole incapace d'ignorarla
lui è burbero,schivo ad aprire il suo cuore
a un'anima che potrebbe accelerarne i  battiti
e il manifesto ignoro sotto gli occhi di tutti 
orgoglio a vanto, la sua vittoria
perciò  donne state attente 
a quelle anime subdole 
zerbini,gentili,suadenti  al corteggiamento
pronti a innalzarvi a inarrivabile podio 
e feroci iene al consumato assenso
-Schopenhauer era un misogino
non ammazzò mai nessuno
------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CINA   Gio Feb 18, 2016 2:14 am

Mosaico di bastoncini
la Cina è lontana
e ci sta sorpassando
e noi rideremo delle loro zuppe di L
gireremo i loro inchini agli inciampi
i crisantemi alle rose
colori a scongiuri,
appenderemo orologi 
a mandorli in fiore
germogliati su quaderni di riso
labirinti ai ricordi

Guerre di consonanti e vocali
incroci di suoni alle orecchie
tsunami di mappamondi
galleggio d'occhi sorpresi nel sonno
mentre Gengis Khan serafico
pranza con Cesare
-------------------------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: TERRE PERDUTE   Mer Feb 17, 2016 2:09 am

Pecore spazzacamino
agnelli biforcuti
pastori fuori conta
erba infiltrata
tra cani treppiedi d'occhi
osservano l'infinito
caduto ai piedi

Lingue incagliate
su ninna nanna senza capelli
e al lucido d'uovo
slittano carezze sudate,
segnano tempo scaduto
gocce arcate da ciglia

Mettono in barattolo
anime filigranate le ruspe
le stipano per inverni
a cui non seguiranno primavere
altre le  bruciano
per oblio a ogni traccia

Copertoni fumanti
a chilometri zero a speranze
faranno correre abbracci
a inseguire distacchi
al podio di listelli 
di marmi incrociati
tra giaculatorie fiorite
valzer di litanie

Arcobaleno a sfumature
del nero, del grigio
unico ponte al ritiro di vite
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: AFORISMA   Mar Feb 16, 2016 1:31 am

Gli Italiani,l'unico popolo al mondo a credere
a qualsiasi politico che gli addita una rondine
alta nel cielo e la spaccia asino alato,
e a seguirla con lo sguardo si posa evidente
pugno di piume sul filo del telefono,
nemmeno ciò serve a svelare l'inganno,
la plebaglia in ferrea  convinzione dirà a gran voce
.. è pur si una rondine ma in metamorfosi al ciuco
o addirittura lampante miracolo
----------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CALCIO DI RIGORE   Dom Feb 14, 2016 3:15 am

Tra promiscui concentrici colori 
mondo in un cuoio
gonfiato d'idilli e speranze
posato su  anemico disco
che suona vittoria di tutti
tra fremiti a brezza di fiati
in anello di spilli
-Stende tela a gesti il portiere
mima afferri,clown all'intuito
-Lepre,falco,granchio 
 il cuore del rigorista alla mira,
strappa un fischio metallico
tremulo insegue il piede
donato a nervi di spalti,
impatta la palla
alata d'opposti scongiuri 
verso altalena d'umori
e si ferma tra applausi e sconforti
--------------------------------------------
Da.pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: GRANDINE   Sab Feb 13, 2016 2:33 am

[ltr]Convegno di nuvole
litigano,si scontrano, si fondono
vorticano,cambiano colore
candide come stupori di bimbi
nere come la pece

S'infervora il vento
schiaffeggia finestre
ruba cappelli,impolvera occhi
strappa parole, secerne implori
l'appende all'ignoto 
frantuma qualche preghiera
l'appallotta sul campanile

Sassi bianchi dal cielo,
un carrozziere biascica
Signore! troppo lavoro
potevi dilazionare a più tempi

Tamburi le macchine
suonano la carica ai danni
e la vecchietta dietro la tenda
disegna con mani
pertiche orizzontali e verticali
---------------------------------------
Da: Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate
www.santhers.com[/ltr]
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA ZINGARA   Mar Feb 09, 2016 3:05 am

Faccia,uovo di bronzo
colorato d'arabeschi
poggiato su mistica danza
di malleabile figura
viscida a bramosie
famelica di vortici
con due tacchi a spillo
che non sprofondavano nel fango
di un quartiere ove i tetti
ombrelli del destino
le case porri sanguinanti
e i lampioni sciancati
soste agli inferi

Allenai lo sguardo  a tagliola
nel ventaglio colorato di una gonna,
catturò l'esile figura sulla quale
la perfezione s'accanì
e i paragoni s'impiccarono 
al vuoto da riempire

Due orecchini d'oro riflessi di storia
in sintonia altalenanti a nascondersi e mostrarsi
tra corvini capelli ribelli ai respiri
aureole di vetro a circoscrivere
l'aria selvaggia indomita a un assenso

Un pulcioso cane la sfiorò
e lei lampeggiò i denti di neve
azzannarono il mio cuore
l'appesero ai suoi occhi turchini
e scomparve nella foresta di lamiere
mentre un profumo di tramandi inafferrabili
combustibile  della mia fantasia 
...........in fiamme
------------------------------------------------
Da: Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CAPANNONI   Ven Feb 05, 2016 2:38 am

Culle d'ingegno e orgoglio
a incroci, capannoni e recinzioni
finestre rotte, alloggio di sassi e bulloni
cani randagi a difenderli o a fuggire
tutto dipende dal saper leggere mani alate

Fabbriche dismesse,mense di ricordi
flebili arrivederci vinti dagli adii
resi meno tristi da telefoni e lettere a raggiri

Ogni tanto qualche macchina
con concavi sportelli, saltellante
schiaccia pori d'asfalto curati a erbe,
il pilota fa un appello senza voce
risponde una gazza che bussa
a tetti di lamiere,s'affaccia un gatto
omaggia un topo,saluta con la coda

Pozzanghere, specchi di preghiere
rese grasse da bestemmie
perdono equilibrio e tonfo al riflesso
frantumano un cartello capovolto,
AFFITTASI il suo messaggio

E' la città dei morti cacciati a vivere
per pagarsi decorose esequie
------------------------------------------------------
Da:Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CASE ABBANDONATE   Mar Feb 02, 2016 2:04 am

Cineree pietre,porose,
levigate da sguardi
furono accostate da rena e terra
pigra amalgama percossa   
e spolpata da intemperie
e nel lasco di sollievo
semi alati germogliarono

Tetti a schiene percosse
avvinghi sfuggiti
tegole al tonfo e in appiglio
alcune dormienti
sopra ninna nanna 
di tarli a tavole 
promesse a funghi

Odori d'anni e sconfitte
da finestre paralitiche
immortalarono sguardi
omisero volti,pagine al vento

Gufi sbriciolano presagi
scivolano su pulsanti lucertole
assolate a contorta luce
rimando di fessure
occhiaie di noia
note fischianti del vento

Calendario del tempo vero
il muschio, fradicio e assetato
segna stagioni al vuoto
giaciglio ove qualche viandante
v'alletta una lacrima
e un dente che si rifiutò
ad azzannare la vita
----------------------------------------
Da: Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
wwww.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CORIANDOLI   Lun Feb 01, 2016 2:13 am

Ognuno si fa il suo cielo
coi coriandoli
stelle dei propri umori
cadono sui pensieri
o finiscono sotto i piedi,
nel tempo che volano
l'illusione girata al vero

Maschere che cercano
di far ridere e intimorire
e in altrui sguardi il responso
che l'anima non accetta
e la fantasia, aquilone senza filo
non ritorna mai da chi lo libera
e cade al riposo del vento
nel posto sbagliato

Coriandoli, fiori di burle
lanciati agli altri
deridono chi li fa volare
poi si posano sul ricciolo di un amore
e una mano estranea li coglierà
tra scie di profumo
che trafiggono un broncio
------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CAMPO 57   Dom Gen 31, 2016 4:33 am

Fumo e polvere
macina e sollievi
rughe divorate
fronti a sassi levigati
anime dissolte
mattoni monchi
infilzati a ferri spinati
occhiali di stracci
-carri armati
srotolavano fango
e ai bordi denti e mani
spintonati agli affacci
-preghiere boomerang
di vincitori e vinti
esibivano la resa
e i morti a spartirsi il silenzio
serpenti viscidi 
tra croci forfettarie
-cruciverba il nome
ad assemblare puzzle
-Dio, nome estorto
e ragioniere al default
-----------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RISVEGLI   Dom Gen 31, 2016 4:32 am

Campagna maculata
tovaglia a dadi giocati,
neve si sta sciogliendo

Isole senza approdi
piatto vuoto d'animali
-il merlo indaga
cespugli per il nido,
un'edera lo chiama
pronto ad ospitarlo
a patto s'avvinghi
al suo cuore vagabondo

Le campane
perdono rintocchi freddi
allertano orologi
a ingoiare nuova luce

Stordito il ghiro s'affaccia
chiede tempo a gemme ardite
appende al ciondolo
una noce stipata,
salta su una primula
effige a richiamo
di nuovo amore
------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: TIC..TIC..TIC...   Dom Gen 31, 2016 4:30 am

Tic..tic...tic. l'orologio
taglia a fette il tempo
e ognuna pagina vuota
di ciò che fummo,
il libro s'intitola Vita
e non si sa quando finisce
l'ultimo a rilegarlo,il baratro,
ogni tanto qualcuno leggerà
qualche capitolo inventato
per dimenticarlo del tutto

Non bastano  stagioni
e calendari,servono dettagli
sommati da lancette,
minuti e ore ladri assoldati
magheggiano il bottino,
nei ricordi illusorio accumulo

Nel pulsare, il cuore
va più veloce, a volte rallenta
e la media intransigente
la fanno i tic..tic.. tic..
a protestare si guadagna
un biancore o un rossore
additati e subito a conferma
da uno specchio baro

L'orologio,un pastore  
vestito da canarino ci pascola
magri e grassi ci consola,
d'improvviso  in metamorfosi a lupo
ci divora e ci abbandona alle ossa
------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: NOTTE D'INVERNO DALLA FINESTRA   Mer Gen 20, 2016 3:30 am

Asfalto lucido gelato
e i copertoni vogliono vendicarsi
per andare altrove, a infangarsi,
i piloti fuggono dai doveri coniugali
mentre i lampioni riflettono filigrana
e aspettano la mancia
un bacio di tacco a spillo
oppure una carezza di fondoschiena

Alberi spennati,inzuccherati
osservano ai loro piedi, piume croccanti
e ogni tanto qualcuna si riscalda
con lo sbuffo dei motori
vortica verso l'alto e il viaggio inverso
cattura due occhi brillanti a pentirsi

Un gufo si ricorda di cantare
e la sua voce,sbarba un muro
cade un pelo di vernice
bussa a un davanzale
e dalla finestra un'ombra Cinese
fa di una bocca un cuore deformato

Incinta di mistero,la luna
si fa lisciare la pancia da una nuvole
e la radiografia dalle stelle,
la guarda in controluce un magnaccia
biascica uno scongiuro
e salta col pollice un anello di catena 
al crocifisso d'oro che rimpiange il legno

Erutta il sole l'alba
e l'odore dei caffè incenso al baratro
di una notte come tante
che ha pasteggiato solite illusioni
-------------------------------------------
Da: Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
wwww.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IN TRENO   Mar Gen 19, 2016 5:14 am

Sguardi si trafiggono,
piombo il sangue
seccato da un fulmine
pendolo ad ansimi,
mani alate al mento 
e ai capelli, eterna foresta 
rifugio d'imbarazzo
a indurire mimiche
subito a tempra
-al fischio del treno
un ciuffo coprì l'occhio di lei
ondeggiante a curve e sobbalzi
e farsa al diniego
velava e svelava
in attimi pregati al lento
marmorea trasognanza di lui,
due cuori tremuli
freddi a scintille
nello stesso involucro
su due rotaie parallele
convergenti all'addio
sancito di lì a poco
dallo stridio dei freni
-per qualche giorno
ognuno albergò
nell'anima dell'altro
e al checkout segugi
a rivedersi in somiglianze
flashback ai palpiti
----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: GELIDI PENSIERI   Lun Gen 18, 2016 4:33 am

Pensieri stecchiti ai piedi
calciati nella cenere,
ansie congelate
occhi  scheggiati
lucidati al vuoto,
il fuoco cerca compagnia
scoppietta altruismo
ma rasoiate d'aria
tagliano la fiamma
e scintille dal tizzone
stelle di sogni abortiti,
la vecchietta contempla la pentola
dipinta scura di promontori
bolle anni passati
e nel vapore fotografa un amore
col soffietto lo manda nella brace
ravvivata disegna un buco nero,
zampillante l'acqua spegne il sogno
-il gatto capisce tutto
gli annoda una gamba con la coda
miagolando dice non è colpa tua
era scaltro destino
poi una mano calca il foulard
e la riporta sull'altalena
del tramonto
---------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.sanhters.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: INDIZI D'INVERNO   Sab Gen 16, 2016 1:15 am

La lepre pasteggia rami secchi
croccanti allertano la volpe
che sulla neve legge mappe
e punta annusi laser sulle tracce

Il picchio bussa a un tronco
ma il falco non ama intrusi
quando ospita chiude il conto
e in vorticanti piume il prezzo

Un mondo di farina
ove tutti si truccano da angeli
e qualcuno con ali inzaccherate
attera nella pentola degli occhi
con gemiti saluta il silenzio
che non ha saputo ascoltare

Pagina bianca la campagna
ognuno cerca di firmarci appropri,
notaio il tempo li sigilla agli stomaci
in lamenti il lascito

Comignoli sputano atmosfere
subito stecchite da rasoiate
cadono su impronte
che qualcuno tenta di doppiare

Licenzia l'arruffo
e saltella il pettirosso
in scatti d'assensi
imitano il cibarsi
s'ammorbidisce la fame
al miraggio di briciola
rovesciata dalla tasca di un bimbo

Binari di strascichi
ruotano traguardi sconosciuti
---------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: NOTTAMBULI   Mar Gen 12, 2016 3:29 am

Nell'adiacente campagna
trame di faine ai pollai
galline atterrite da presagi
cani in allerta stendono catene
e geometri abbaiano
misure mancanti,
la luna spia dietro le nuvole
ogni tanto una macchina
insegue le sue luci
e il pilota porta la sua stupidità lontano 

All'ombra  di luci anemiche
monumenti filigranati
finiscono nella valle dei seni
e funerale degli istinti

Rumori di vetri rotti
raschiano sillabe di elisir
e teste sull'asfalto
limano le stelle
le dipingono di rosso

Corrono ambulanze
verso inconsci vomitati
con iniezioni li faranno rientrare
e una pacca sulla spalla
li chiuderà al sonno

Ansimi amorosi
sollevano a scatti le tegole
e nella ricaduta sigillano
furti di passione

Finestre a pagine di libro
sfogliano riflessi
letti da gendarmi
ma qualcuno non capisce
e spara un colpo di pistola
e i palazzi diventano presepi
-------------------------------------
Da: Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LAVANDAIE   Sab Gen 09, 2016 3:14 am

Chinate su rosari di stracci
slacciavano assensi
alavano capelli
evasi a foulard
irrigidivano seni
giocosi al dondolo
ruotavano aneddoti
tra smorfie e sorrisi cuciti
a volte strappati
da zigomi porpora
e rossi all'audacia ribelle,
gossip dell'epoca
fotografati da ciglia
scritti da punture di gomiti
avvalorati da silenzi strizzati
-Attori al distratto
a storie carpite
bambini precoci
con collari di muco
tenuti a bada
nel recinto di voci
fantasticavano stupori
elettrici frugavano rimandi
-Sotto schiuma di sapone
scivolavano storie
a segreti del fiume
-----------------------------
Da: Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RICORDANDO L'OROLOGIO   Gio Gen 07, 2016 3:20 am

Vigeva in campagna una regola,
da bambino per avere l'orologio 
bisognava cresimarsi
ma io rifiutai questa pratica
e quando lo rubavo a mio padre
che lo custodiva come reliquia
fiero me ne andavo in giro
col braccio sinistro come un'ala
e quello destro premuto al petto
a confermarmi fosse tutto vero
ero così felice di rientrare nel tempo
che mi lasciava indietro
con quel piccolo roditore 
che rosicchiava contando 
attimi minuti e ore
e mai sazio fino a mangiarsi le giornate
e se la giocava con le campane
vanitose ad annunciare la conta 
-Ora colleziono orologi
ma il tempo che prima inseguivo
m'ha zavorrato di ricordi
e veloce mi spinge verso un podio
ove il premio è l'oblio
-Oh! miei amati topi meccanici
perchè non vi unite
a camminare indietro
e venite a ristorarvi
dal mio cuore
-----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SALICI D'INVERNO   Mar Gen 05, 2016 4:23 am

Rami spogli, con qualche foglia
che non accetta il distacco
filtrano voci strappate alle labbra
danzano,litigano, si frustano,s'inchinano
poi un attimo di pace e ricominciano,
scaltro l'inverno dirige le scene
e quando il sibilo non lo soddisfa
s'infervora e col gelo spezza diserzioni
-Gli uccelli  su trespoli d'addio 
leggono le ire
barattano qualche piuma ribelle
s'arruffano, s'appallottano
cantano stridenti presagi
-Spugnose nuvole in tetre aureole
vorticano marmorei nasi
ridono agli ombrelli
tremanti a ciechi voli
e sperano mani maleducate
che ignorano saluti
-Salici antenne della terra
collezionista d'umori
spoglie di redenzioni
-------------------------------------------------
Da: Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FREDDO   Sab Gen 02, 2016 4:05 am

Il freddo congela sogni e fantasia
i pensieri asserviti alla ragione
cadono in una bottiglia vuota
e nel cielo a cupola
vedono denti a macigni
li implorano a farsi da parte
a fin che un gomito cieco li rovesci

Sparate dalle ansie, nuvolette di fumo
ritornano alla sigaretta
con la scusa di vergognarsi
dell'angelo custode
ma sbuffi a guardia degli occhi
li disperdono tra rasoiate d'aria

Mani si frugano senza riconoscersi
e sul dorso a dirupo imbalsamo una carezza
caduta dal sorriso schiodato l'altro ieri
poi si riscaldano appollaiate alla fronte
e gli chiedono dall'oggiare
per la notte il bacio di una fata

Sul camino addormentato, un libro
ogni pagina una lapide
delle cose che si potevano fare

S'apre una porta sospinta dal cane
entra il sibilo della cinghia dell'inverno
evadono atmosfere appesantite dagli inganni
una voce al tabacco dice pussa via,
tremante il gatto riconquista il trono
avvita la coda a una gamba di legno
e da un tizzone una scintilla l'incorona
-------------------------------------------
DA : Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PATACCHE   Gio Dic 31, 2015 12:22 am

Oggi i Cinesi dopo aver copiato,inventano
e gli stilisti firmano nuove patacche
che vanno oltre i tempi brevi della moda
e le cose originali sempre vecchie ad inseguire,
la durata non fa più la differenza
anzi aumenta l'involuzione della propria anima
bloccata sugli sguardi da dimenticare

La gente  si fa firmare
e riempie il proprio vuoto
che non sa di quale mancanza,
alla fine è originale chi s'affida al proprio nome
e le vere patacche, gente che ha bisogno
di più firme in gran nomea
per varcare la dogana
del proprio inconscio
e quando oltre la frontiera
dimentica il proprio volto
e se lo controlla sui documenti
ma ormai la foto varia a seconda
dei tanti avalli ricevuti al varco,
ormai il cuore assemblaggio
......di patacche
-------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DUE RIGHE AL MIO CANE   Mar Dic 22, 2015 1:33 am

In questo inverno col calendario ad intuiti 
le stelle caramelle dorate
scartate da ingordi viziati
tremano alla paura di spegnersi
e la luna di cristallo felice e perplessa
a una proposta indecente del sole
si rannicchia dietro una nuvola
in pretesa di compenso al sipario
è così che vedo queste notti
che tentano di ingoiare ogni storia
e io tengo stretto la mia 
dove ci sei anche tu amatissimo cane
pastore di malinconie testarde
e geometra di traiettorie
dei nostri sguardi a binario e di incroci
dove il matematico silenzio
somma i nostri battiti unisoni
e quelli che rimangono indietro
ogni volta che punti una fitta
al mio ricordo di lei,la conoscevi anche tu
e quando l'esile mano ti carezzava
il pelo irto a delizie
e il sorriso illuminava l'incanto
grugnavi geloso e perplesso presagivi
...................l'addio..........................
------------------------------------------------
Da :Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: POMERIGGIO DI NOIA   Ven Dic 18, 2015 3:39 am

La stanza, barattolo di respiri
Il pranzo reclama i suoi rutti
la bocca si vende agli sbadigli
gli occhi imitano farfalle
ma non trovano fiori
le mascelle vanno al luna park
e ruotano sulle lancette dell'orologio
il tramonto inizia il tiro alla fune con le rughe
sogni e noia dirimpettai fanno un comizio
per farsi eleggere dall'anima indecisa

Se ne accorge il gatto
sonda con la coda le atmosfere
e si prende licenza di rovistare
gli cade un pelo e lo mette
a virgola del fato

L'apatia, clandestina scava nei ricordi
e al presagio di quello giusto
legge la fronte divenuta umida
e come gendarme a veglia di reperti
la mano arresta l'intrusa
e la consegna a una mosca

Elastico ai respiri l'aria
illusa dal tempo a mollare ogni veglia
trascinata dall'orizzonte
fresca viene colpita da parole
e cade nel sussulto risveglio
-------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1117
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: BALLERINA BIANCA   Mar Dic 15, 2015 3:46 am

Arruffata, sonnolente
su scheletrico ramo,
all'improvviso ritmi di coda,
ognuno per un cinguettio
poi freccia all'orizzonte
-m'ha suggerito
la combinazione
per aprire all'anima triste
i sogni del giorno
-----------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: QUANTI ANNI   

Tornare in alto Andare in basso
 
QUANTI ANNI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 25Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 14 ... 25  Seguente
 Argomenti simili
-
» Smigol
» Io non dimentico
» Abito anni 50
» 2011 Walt Disney World compie 40 anni
» Quotazioni degli anni passati...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE DI MICHAEL SANTHERS-
Andare verso: