BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividere | 
 

 QUANTI ANNI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 15 ... 25  Seguente
AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: QUANTI ANNI   Lun Lug 19, 2010 2:52 am

Promemoria primo messaggio :

Ho il doppio degli anni
della vita massima
di un cane di buon padrone

Ho gli stessi anni di un mercante
tra l'avvio e l'arrivo
meno quelli di un bambino
al primo stupore

Ho gli stessi anni di un padre
che smette di esser figlio

Ho gli stessi anni della metà distanza
tra gli occhi e il tramonto
dietro l'ultima collina

Ho la stessa età di chi può anche arrendersi
e il doppio di chi spera senza affanni

Te lo dirò bambina mia
anche se il conto è facile
ho solo cinque anni in più del tuo sorriso
---------------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MALAVITA   Dom Feb 22, 2015 2:46 am

Malavita
in alchimie malvagie
germoglia da lumi al denaro
annaffiato da religioni
coltivato dalla politica
concimato da paure

Nell'aria ridente al tetro
amici e nemici
guerci al fato
giurano spergiurano
abbracciati da sospetti
battezzati da potere e morte
giocano col sangue
perde chi lo dipinge
vince chi luce sottrae

Strozzino del cuore
l'indifferenza
si prende i volti
e li Santifica al marmo
annulla il dolore
che aiuta a riflettere e capire
fino al pentimento
cavallo di Troia

Miti da roulette Russa
oltre uno sparo
oppure si sbiancano
a eroi di cartapesta
fradici a ricordi
pezze spugnose
astio al vento

Occhi che vedono 
e le immagini
boomerang al racconto
ossigeno il silenzio
croci un cenno d'affanno
scivolato sul sudore

Tempo compresso
in orologi pazzi
girano illusioni
segnano scadenze
in andirivieni di proiettili
nel bersaglio già colpito
dai pensieri al vagito 
senza madre
--------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FEBBRAIO   Sab Feb 21, 2015 3:52 am

Febbraio è un Signore
con età tra l'orizzonte
e l'ultima foto
degli occhi al tramonto
col vestito bianco sgualcito
elegante a intuirlo stirato
ha un piede nel ghiaccio
e l'altro in un finto tepore,
vuole sposarsi
con una donna alle spalle
e dice di sì sull'altare a un'altra
che deve ancora trovare
-Alle nozze festeggiato
da invitati a caccia di specchi
e rose di spine
con denti e tremori
e segnali di fumo
-Collezionista di farse
ama volti sgomenti
a sorprenderli,l'amplesso
-Confetti di nuvole
macinate ad ombrelli
e a ogni passo veloce
forzato al rilento
un tappeto monocolore
come l'anima degli invitati
all'evento incollati
----------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

wwww.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: AUDIENCE   Ven Feb 20, 2015 3:10 am

Facce maligne
pescano dal canestro
dolori confezionati
da regalare al pubblico
numero utile
per l'audience

E' il dolore spettacolo
da approvare
sotto milioni di occhi
striduli a noie
e da lubrificare con lacrime

Fa scena il racconto
sotto i riflettori
di luci studiate
con trucchi di morte
e musiche di sottofondo

E' brava,bella la conduttrice
a offrire spiragli
e conforto placebo
senza mai perdersi un primo piano
e bucare lo schermo
finire nel sogno dei fans

Il regista
coglie allibite
quelle anime da cartolina
che illusi,storditi,spaesati
per attimi fuori dal tempo
si tolgono il peso del male
nella maniera
........peggiore................
-----------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FALSO INVALIDO   Gio Feb 19, 2015 3:07 am

C'è chi vive di misera assistenza
a stenti va quando può al Santuario
cammina girando a mano due ruote
non perde mai speranza
e prega, prega, prega
forse non tanto per guarire
e porsi in privilegio tra altri sfortunati
ma per essere un poco più sereno
-C'è chi furbescamente con ilarità lo imita
per avere ozioso la pensione
ma un bel giorno al Santo
con la luna storta gli girano le aureole
e con un dito inchioda veramente
l'attore sulla sedia a rotelle
e dice ora si meriti il danaro
e poi fa cenno alzati e cammina
al sorpreso vero indigente
...un amen circoscrive l'accaduto
-------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FALCHI   Mer Feb 18, 2015 3:55 am

Vegliano la strada
veloce trafficata
dall'alto i falchi mimetizzati
con l'acido nello stomaco
che minaccia d'arrivare alle piume,
aspettando siano schiacciati
un gatto,una volpe, una faina
e sornioni allevano presagi
poi sonnecchiano a sognarli
e qualche stridio di freni l'allerta,
sul dilanio in anticipo
come giornalisti le mosche
frustate dalle ali ronzano nervose
-Ruggiscono i motori
divorano chilometri
bisogna fare in fretta
alzarsi in volo e ripiombare
per non fare la stessa fine
intanto i copertoni appiattiscono
le carni a mo di cotoletta
e incarognito il sole cucina
e nell'aria evapora acre il sangue
-Prova amplessi la morte
in nefaste coincidenze
dal nome destino
--------------------------------------------
Da:Destini E Presagi

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RICORDI AL RITORNO   Lun Feb 16, 2015 1:40 am

La notizia s'era già diffusa
tutti m'aspettavano dopo trent'anni,
arrivai il giorno prima
e chiesi in paese notizie di me stesso
e tutti dissero del mio arrivo del domani,
nessuno mi riconobbe,col cappello sugli occhi
la barba lunga e vestito da poeta
solo qualcuno paventò nebulosa somiglianza
con l'atteso
-Il treno fischiò la ripartenza
e veloce come lepre salva al primo colpo di fucile
e attende il secondo,saltai nella carrozza
e la porta mi spinse sgorbutica alle spalle
e l'urto parve la forza di quelle mani
che tirando a indovinare avrei dovuto stringere
e invece mi respingevano verso dove ero un altro
-Capii.. doveva essere un incontro tra ricordi
che tristemente avevano perso corpo e anima
di chi in gioiosa età l'aveva generati
------------------------------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitasre Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PENSIONATI AL BAR   Ven Feb 13, 2015 3:40 am

Sempre al solito bar
con l'insegna cadente
e orfana di lettere
seduti ai tavolini scheggiati,
chi arriva prima s'atteggia
a fiero eroe di solitudine
ma sprona l'orologio
ad accusare altri nel ritardo,
chi col bastone a scettro d'esperienza
o a indice prolungato
a crocifiggere ingiustizie
processate da scheggiati occhiali
sotto coppole a funghi seccati
e nati da idee macere al represso
-Schiodano da tasche qualche spicciolo
e lo fanno ondeggiare nel piattino
e dal suono si capisce l'umore
a volte aggiustato al passare d'una donna
subito tirata dagli occhi alle salive
oltre i fermagli delle gole
e il gozzo su e giù a stirarla all'anima
-Qualcuno avvolge un baffo
per vedere se la crisi l'ha sfoltiti
oppure a usarli sonda a profumi
evasi da cucine
-I passerotti s'avvicinano
beccano briciole invisibili
ma l'intento è fare compagnia
e nel volo alare il torpore
-L'oste,angelo custode
ogni tanto a giro gli ricorda il nome
e li umanizza al circostante
magari scuce un sorriso buffo
alle bocche galere di denti
------------------------------------------
Da:Soste Precarie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: INVIDIA   Mer Feb 11, 2015 3:20 am

Se tra loro sei
quello che sta peggio
ti usano come indice di riferimento
oltre quale non cadere in basso
e se cerchi di scalare un gradino
preoccupati con arte 
ti fanno scivolare a terra
e poi da altruisti ti rimettono dov'eri
come a dirti non osare

Se tra loro sei quello più in alto
a ogni costo cercano di raggiungerti
e prendere il tuo posto
e lo fanno mentre in omaggio
ti regalano sorridenti un trono

L'invidia è una malattia
lenta si genera in amicizia
si sviluppa tra baci e abbraccia
e si cura con coltelli alla schiena
---------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhrs.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA MOKA   Sab Feb 07, 2015 2:56 am

Al fuoco erutti
rosolio a mille umori
regina tra le tazze
dai a ognuna un tepore
incantato da cucchiai
a giro di'aggiusti
di zucchero a palati
vegliati da rimproveri
e palpebre da traino
ad assensi a relax
o sproni a scalare il giorno
-Moka, biblioteca di voci
e segreti inconfessabili
a se stessi
-A volte svuotata di caffè
e riempita di risate e pianti
e poi lavata a voltar pagina
-Un giorno arriva un medico
e ti dà tutte le colpe
del tempo e del destino
e ladra dei gesti
regalati all'anima
non riconosciuta più
dai volti
-Finisci stipata
effige a ricordi
poi man mano a ingombro
e se va bene ti spoglierà
un rigattiere
---------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: OMBRELLI   Lun Feb 02, 2015 2:37 am

Piccoli cieli colorati
che ci portiamo a spasso
quando piove
e li facciamo ruotare
a giostra dei nostri pensieri cupi
sperando di farli divertire

Nei vicoli stretti
a volte i cieli si scontrano
e si sollevano
e appaiono facce
ridenti o astiose
oppure nel lampo
di due sguardi
due cuori si scambiano
i giacigli
e si fanno visita l'un l'altro
poi torna magico il sereno
si chiudono i piccoli orizzonti
tra le mani
e diventano unisoni additi
verso l'arcobaleno
ponte d'amore
------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: GENNAIO DALLA FINESTRA   Dom Feb 01, 2015 4:10 am

Il sole s'affaccia,saluta, scompare
e qualche raggio in ritardo
fa pagliuzza d'oro una lacrima
e gli sguardi lo cercano tra nuvole
che si mischiano e si rincorrono
alcune sono nere come gli umori
dipinti a terra su facce impietrite
che la tosse di brezza tenta di levigare
a nuovi connotati sogghignanti
-Gli ombrelli con ossa rotte, degradati a bastoni
su sbarbato selciato percuotono trappole d'inciampi
e in solchi,trincee d'erba frenano ritorni a case
e nell'attimo di sosta imposta
accendono sproloqui e ravvivano le statue
-Farfalle d'acqua muoiono nei capelli sensori meteo
altre sulle teste pelate formano laghetti
ove annegano pensieri implumi
in azzardo al volo lanciatosi senza meta 
-Stanchi di vanità litigiose e viziate
le piante nei giardini cercano d'abbracciarsi
ma i rami infreddoliti con linfa a grumi
croccanti ad allungarsi nemmeno si sfiorano
e in continuo ci riprovano imprecando il vento
-I passerotti,alati segugi dietro briciole
cadute da sventolii di magre tovaglie,
saltellanti beccano e s'involano
verso campanili,indici a ringraziare Dio
che mette a dura prova le anime
in modo possano capire che la felicità
può anche essere un disagio superato
-----------------------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CARNEVALE   Gio Gen 29, 2015 3:12 am

Arriva carnevale
tutti a costruire maschere di politici
che se la ridono di gusto
le loro facce sono già una maschera
e il popolo non lo sa

Alcuni si vestono da diavolo con le corna
messaggio al coniuge
sanno d'avere perenne palco
e prima o poi il fuoco brucerà l'amore

I tangentisti in divisa da Zorro
per esorcizzare la giustizia dell'eroe
e lanciano coriandoli come a dire
se beccati, al massimo restituiremo
spiccioli di pari grandezza

Ci sono anche dei Robin Hood
Statali esperti d'imboscaggio
deridono la legge che nella foresta
non li troverà mai e hanno molte frecce
nell'arco sindacale

Prostitute in tenuta da nobildonne
sembrano le uniche ad essere se stesse
dicono tra loro... quante ci imitano
nel quotidiano lavoro e se ci riconoscono
al massimo per distinguersi
possono chiamarci sottovoce
col solito aggettivo

I cani abbaiano ai padroni
assaggiano qualche gamba
e finiscono in tribunale
al guinzaglio di finti carabinieri
------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: INVERNO CATALESSIA IN MOLISE   Sab Gen 24, 2015 3:02 am

Gatti e topi in letargo
nei vecchi fienili
nel ronfo dettano tempi e raddrizzi
alle orecchie arcate delle mucche
subito grilletti a innescare
circolo di latte in letargia
e in rifiuto alle mammelle
scalciate da contadini
con scarpe a bocca di leone,
emettono flatulenze
per riscaldare l'ambiente

Davanti al televisore
vecchi in catalessia
si fumano a risparmio i respiri
e a qualche stacco musicale
in lievi pigri sobbalzi
parano con mani a ventaglio
mosche che non esistono
poi un leggero russare
e dicono avanti,al rumore
di qualche sedia scossa

Coniugi
nelle nebbie di occhi
con palpebre idrauliche
si bombardano a sbadigli
contandosi denti cariati
incolpando compensi a dentisti
e qualche biascico da decodificare
fa entrare un rumore
stanco di segnalarsi

Geometri d'apatie i passeri
con traiettorie cercano
di spezzare il torpore
e in ausilio folate di vento
a muovere le foglie,
capricciose si sollevano
e umide appesantite ricadono nel letto
fatto per se stesse

I bambini parlano coi giocattoli
poi si doppiano allo specchio
e piangono all'immagine
che li ha derubati,
a tal sentire i nonni escono dal trance
promettono di delegargli la pensione

Grugniscono un referendum i maiali
meglio passare per i coltelli
o ingrassare in una noia senza tempo
----------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VECCHIO PONTE   Ven Gen 23, 2015 1:42 am

Arcobaleno monocolore
raccogli pianti del cielo
ogni lacrima una storia
e qualcuna bevuta dai pesci
per non farla raccontare

Doganiere d'abbandoni
frigoriferi e copertoni
a volte passano uomini
che hanno annegato il silenzio
o semplicemente a cullarsi
fino al mare per un sonno
che non hanno mai avuto

Schiena di pidocchi
nel via vai divorano il tempo
e ogni tanto qualcuno salta
per liberarsi
nel vuoto perde le ali
nell'acqua il dolore

Orologio rotondo su liquido polso
a contare con scrosci illusioni
cadute dalle stelle
o scese dal cielo 
con corde di fulmini
--------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SCUOLA ELEMENTARE   Lun Gen 19, 2015 1:48 am

Poi sulla soglia della vecchiaia
affiora un ricordo struggente
porta ai tempi delle scuole elementari
a quel compagno mai più visto,
saltimbanco del destino
vestito da arlecchino serio
con le scarpe a zavorra
e i lacci ad ali spennate
e qualche limite mentale
figlio di colpe disertrici,
chissà come gli è andata
era il più indifeso nella giungla della vita
giocava a carte scoperte e non vinceva mai
per aiutarlo avrei voluto insegnargli
almeno un po' a barare
ma per lui il baro era solo un sorriso
-Quando l'ultimo anno ci separammo
vidi il suo sguardo una pagina bianca
e pensai che in tanti con ilarità
l'avrebbero scarabocchiata
----------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SAN FRANCESCO A ROMA   Sab Gen 17, 2015 1:42 am

San Francesco a Roma
a chieder avallo al Papa
per fondar nuovo ordine
mirante a povertà assoluta
e quando Innocenzo III lo vide
a incarnar tal rigore,sbottò
e in Napoletano stretto borbottò
..vuagliò tu ce vuò mette a stecchetto
val bene la fede ma nun ce rompere a vuallera
qua rischiamo e ce murì e famme
e intanto dai giardini del Vaticano
inebrianti odori di polli e caprioli arrosto
solleticavano nasi a Cardinali e Vescovi
-A tal sentire il pellegrino d’Assisi
chinò la testa esacerbato in viso
alchè il Pontefice carpì rammarico,
promise d’esaminar questione all’indomani
e benedisse tutti...ndulgentiam,
absolutionem et remissionem
omnium peccatorum vestrorum,
spatium verae et fructuosae pænitentiæ,
gratiam et consultationem sancti Spiritus
Amen.
-Poi s’avviò al desio e nei corridoi
tra se e se..quillu giovanotte me piace
ma mannagge me stava a fa arrefreddà l’arrosto
-L’indomani diede consenso a fondare
nuova dottrina a patto si tenesse
lontano dal ficcar naso in arrosti altrui
e poteva si esser amico protettore d’ogni animale
ad eccezione di quelli in Santa sede
in quanto bastava il Papa a benedirli al vino
---------------------------------------------
Da:Destini E Presagi

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SEGUGI DEL TEMPO   Lun Gen 12, 2015 2:42 am

Paesi fuori tempo
tumefazioni le piazze
brufoli le case
infermieri i cani
leccano ferite
abbaiano responsi
in astio ai passeri 
che cip cip non è cosa
se la squagliano
e vanno a vivere in città

Unici giornalisti
col senno di poi
i vecchi pigiano sui denti
e soffiano su quelli mancanti,
segugi le orecchie
riportano lettere abbattute

Vicoli cuciti
da fili di luce e telefono
e fermagli le antenne
a volte padelle rovesciate
piene di pensieri
cucinati dal silenzio

Automobili, fagioli colorati
parcheggiati su tombole mute,
sogghigni e occhi guerci
l'estrazioni

Unici giardini un pò curati
con cipressi allineati
con monumenti fantasiosi
i cimiteri collezionano
date di scadenze
spulciate da croci

Un rombo e un raglio,
lontano eco incagliato 
in balbuzie plagiate da ricordi
il destino
----------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: STELLE A TERRA   Dom Gen 11, 2015 3:18 am

Nell'ultimo bicchiere mezzo pieno
lucifero lo invitò a bere
e sospeso nel mezzo vuoto l'angelo
disse non farlo
non è questo il modo per volare
anche se nel tracannare
guarderai le stelle
ma si spegneranno
nell'abisso dell'anima

Accese il motore
e le stelle digerite
sparate dalla marmitta
divennero carbone
confuso all'asfalto

Freccia al vento
si spezzò sul muro
e le scintille
pece nel vino
misurato dal contachilometri
in coppa di metallo
------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CANI RANDAGI   Mer Gen 07, 2015 3:18 am

Cani randagi,finali d'ogni colpa
in campagna vengono sparati
e senza documenti si rifugiano in città
e si confondono con la gente
che gli assegna ipotetico padrone
maledetto

S'aggirano tra discariche
mangiano sprechi a dismisura
ingrassano come maiali
e fanno ginnastica correndo
inseguiti dalle pietre
lanciate da teppisti

Rovesciano bidoni d'immondizia
e qualcuno s'accorge
che la raccolta differenziata
è pura utopia millantata
allora incominciano additi
e nascosti dietro finestre
tutti diventano detective
e incomincia il rosario dei nomi

Ogni tanto diventano comunisti
e azzannano qualche cane col gilet
disposto a copulare fuori casta
ma la rabbia ricevuta
anteposta alla passione

Dribblati dalle macchine
e a volte vengono stirati
oppure multati a una zampa,
impauriti si rifugiano in cortili
ove attesi da scopettoni
e nella fuga sbagliano porta
e tamburo le ossa
richiamano inquilini
che lanciano invettive al governo
o se la prendono col portiere
su facebook
-----------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ACQUISTARE CASA   Sab Gen 03, 2015 3:46 am

Se volete acquistare una casa
fatela prima vedere al vostro cane
il quale se tenta di pisciare
da qualche parte
vuol dire che gli piace
e vuole delimitare il territorio,
fidatevi se gradita a lui
piacerà anche a voi
-qualcuno dirà
e se uno non ha un cane ?
semplice,fatevi togliere il guinzaglio
dal coniuge e imitatelo
-e se uno è single?
allora ricordatevi del famoso detto
..solo come un cane
----------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MARE D'INVERNO   Ven Gen 02, 2015 12:20 am

Si sollevano e poi ruotano
e divorano se stesse le onde
riflettono ire nere del tempo
schiumoso di rabbia anemica
spinta a riva su bavose lingue
che tentano solleticarsi
su carta vetrata

Frusta millenni il vento
ulula alle prede archiviate
dai fondali saturi di preghiere
che vogliono ricongiungersi
ad altre vagabonde al cielo

Ubriachi i pesci sulla giostra
felici non cadranno nelle reti
impigliate a ossa senza nome
ma con pseudonimi
assegnati da corone
galleggianti a sdebitarsi

Granelli di sabbia
macigni, fermagli a pensieri
intenti a compattarsi
a voler scrivere la vera storia
ma il vento li mischia
e rende indecifrabile il dolore,
nell'occulto prolifera
--------------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL CANONE   Mer Dic 31, 2014 1:04 am

Maleducata lettera a casa mia
sollecito della RAI a pagare il canone
al che adirato ho preso carta e penna
e gli ho risposto che ho solo
un cagnolino di piccolissima taglia
e che tra tanti cani in televisione
il mio mai s'era visto sullo schermo
e mai aveva abbaiato per radio
-Non mi rimane che aspettare sentite scuse
e siccome in arie Natalizie
magari anche qualche scatola di croccantini
----------------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: NEVE   Lun Dic 29, 2014 1:59 am

Forfora di angeli
ricamata a lenzuola
al matrimonio di alberi

Le pozzanghere
guastano la festa
e ricordano povertà
ai vecchi alle finestre
appannate
ammorbidiscono fitte al cuore
e qualcuno con un dito
fa un cerchio,oblò alla pace

Trame di animali
atterriti sanno che il sangue
possa diventare immissario
in vene a maggior portata

I nasi diventano comignoli
in pretesa a stella polare
ma la luce è negli occhi
e alcuni spenti dal dolore

Solo i bambini ridono
si lanciano confetti
per loro è solo festa,
gli anni non sono bersagli
ma denti aggiunti
a masticare succulente la vita

Timbri pressati a consensi
per se stessi i passi di clochard
durano quanto l'illusione
di una preda nelle fauci
aperte fulminee al
miglior afferro
-------------------------------------------
Da:Quando Gli alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: METROPOLI   Dom Dic 28, 2014 4:15 am

Stelle a ogni angolo
e i riflessi lame
che affettano l'asfalto
mentre i marciapiedi
tavole imbandite,
commensali i negozi,
briciole rotolanti 
le automobili,
gatti e cani,intrusi
assolti dai padroni

Trappole le insegne
a occhi
allenati a disincagli,
nelle prove si catturano
da soli
e liberarsi gioia indotta
estasi placebo

Claxon
orologi,avamposti al tempo
sazio di frette
illuse a dominarlo

Aperitivi
virgole di retoriche
in discorsi anticipati
da fiati impigriti

Bussole segrete
i cuori indicano
dove non andare
sanno dei miraggi
precipizio d'ogni anima

Via vai di formiche
svuotano tane
a far posto a un'emozione
quasi sempre
una burla d'ombra
---------------------------------------
Da:Quando Gli alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VENEZIA   Dom Dic 21, 2014 3:01 am

Riflessi malleabili
storia che si specchia
e gondole e orologi
a trascrivere l'eterno

Palazzi abbeverati
da solitudini
raccontate da piccioni
ognuna per ogni chicco
di granturco
sopra mani alate di turisti

Venezia
drago di sogni
spenti nell'acqua
e al fumo di tempra
s'elevano al cielo addii

Testimone d'amori
tutti uguali
in retoriche promesse
di ritorni spergiurati
e uccisi nelle foto
su album raccontati

Tessono antiche trame
e le appendono al futuro
con parcelle i gondolieri
e fulcro del mondo
illusi di turno

Venezia
vergine prostituta
e i clienti pagano se stessi
a convincersi,illibata
mentre Lei ride all'inganno
e sciaborda lacrime
tra tavoli galleggianti
---------------------------------------
Da:Pietre E Utopie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PILLOLE DI STORIA   Gio Dic 18, 2014 3:07 am

-Prima guerra mondiale
l'Italia passò
dalla triplice alleanza
alla triplice intesa
insomma cambiò sponda
-Seconda guerra mondiale
italiani 
tutti fascisti,imperialisti
amici dei nazisti
che alla fine rinnegarono
e combatterono
-Terza guerra mondiale
guerra economica
ancora in corso
nessun alleato
nessuno si fida
l'Italia voltagabbana 
combatte contro se stessa,
alla fine si schiererà
ancora una volta
col virtuale vincitore
contro le macerie
delle quali è l'artefice
-----------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: UNICA VIA   Mer Dic 17, 2014 1:42 am

Rendere ormoni innocui
spezzare istintivi tramandi
unica via di salvezza
e d’eroismo vero dei poveri
altrimenti condannati eterni
a fabbriche d’anime schiave
-Immane reato ignorato
barattare amplessi di pochi minuti
per vite in cattività certa
sin dallo schiudersi
-Leggi borghesi,Religioni,
effetto placebo in durata flash
nella miseria mulino del tempo
-Raro riscatto,in acclamo per chi
parte quando già al podio s’innalzano
premi anzitempo assegnati,
-Non porre eredi di propri nefasti destini,
unico modo a non proliferare carni
attese da piovre croci
-A volte mi chiedo se al mondo
ci sia più violenza nel cinismo lucrante
dei ricchi oppure tra poveri
che per egoismi e lampi di sfizio
lanciano al mondo figli in catene
-------------------------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ANIME D'INVERNO   Lun Dic 15, 2014 1:22 am

D'inverno la differenza
tra cielo e terra la fa l'aria
propende fitte a seconda nebbie mentali,
spugne di voci atte a confermare
l'esistenza di chi le emette
in certi paesi incastonati nel silenzio

Denti cariati le case
su lingue di strade
e gli alberi tenaglie di maniscalchi
a volerli scippare
e folate di vento,strappi
a vincere il rivendico
d'aver masticato pane amaro

Fili di luce e telefono
a recintare idee in cattività
e che se scappano
non sanno di che nutrirsi
e come canarini atterrano
nella bocca del gatto
speranzoso in tutt'altro

Si messaggiano i comignoli
col fumo leggono le anime
mentre le figure in una mano
si dicono cose senza senso

Vecchie fontane senz'acqua
monumento al deserto
un tempo alibi d'incontri
d'amori incarcerati dal pudore
e due spruzzi a spegnere
a guance il rossore
e grimaldello ad aprire il cuore

La noia un secchio vuoto
ove speranze fingono di bere
e il naso bagnato
testimone del sazio
------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VOLTI E MEMORIE   Sab Dic 13, 2014 2:25 am

Sembrava non sapesse niente
del suo cuore muto,disertore
alle sue idee concimate dal rigore
di insegnamenti patriarcali
è così che la vidi,rustica,selvaggia
antiquata e moderna nei sogni
vestita da massaia su un corpo
scolpito dal Canova,
sentii i suoi capelli corvini
vene adagiate sull'affanno del mio petto
mentre usavo la mia bocca assetata
in fantasie allenate a fare da ventosa
sul suo naso a punta di misteri
e poi sulle palpebre
coperchi d'ogni pace che cercavo
allenate a nervi ubbidienti
mentre lei dentro aveva un vulcano
e infinito amore sotto le ceneri,
per la prima volta vidi le imperfezioni
sommate diventare perfezioni,
oh! Dio esclamai,
quanto la amai in un secondo
e fu la prima volta che feci un cenno d'implorazione
a una Divinità sempre dissacrata,
il mio cervello mise insieme fiaba e progresso
e impazzì e per questo che scelsi la scrittura
per riappropriarmi del dolore e
come benzina per le ultime salite della vita
----------------------------------------------------------------
Da:Pietre E Utopie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MIRACOLO A ROMA   Ven Dic 12, 2014 2:56 am

Cadde er cicoria Rutelli
coi suoi portaombrelli
-sbraitava Pannella
gonnella a ogni cella 
con l'amica Bonino
omaggiava pecorino
-La mano passò a Veltroni
e proliferarono i cialtroni
poi venne Alemanno
e fece solo danno
-In ultimo arrivò Marino
con la faccia da abatino
si perse in un acquitrino
-Miracolo al cupolone
il Giudice Pignatone
ha fatto a tutti un culattone
-------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ARIA DI FESTE   Ven Dic 12, 2014 2:38 am

Il vento aiuta volpi e faine
a sbarazzarsi dei topi ignorati dai gatti
e scambia odore di miserie nelle case
ove unico rimedio un raffreddore
o un pugno di sale lanciato a scongiuri

Affissioni pubblicitarie
illustrano sogni
che nessun bozzolo di cielo accetta

Tra alberi di Natale lucchettati
bastoni plastificati dei poveri
flettono agli inciampi
e immuni al tarlo
facile a passare dal legno al cervello

Cartoni di panettoni
ali di progresso saturo
ruttano sui selciati
e qualche calcio li suona a tamburo,
il rullare adesca indifferenze

Invoca neve chi ha i termosifoni
si grattano al basso ventre i senza tetto
e suoni di cornamuse zoppicano
a mano tese dei suonatori
che leggono tintinnii
e raggianti a fruscii

Intermittenze di luci
a voler segnalare al dolore
di far attenzione a carità d'abbagli
perchè più in alto s'elevano speranze
più grande sarà il tonfo di realtà

Dalle vetrine le commesse
con aria a voler dire
meglio vendere che essere vendute

Qualche campana evirata
doppiata elettronica
prende a calci l'orologio
flebato da pile esauste
-------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MIRACOLO A ROMA   Gio Dic 11, 2014 10:50 pm

Cadde er cicoria Rutelli
coi suoi portaombrelli
-sbraitava Pannella
gonnella a ogni cella 
con l'amica Bonino
omaggiava pecorino
-La mano passò a Veltroni
e proliferarono i cialtroni
poi venne Alemanno
e fece solo danno
-In ultimo arrivò Marino
con la faccia da abatino
si perse in un acquitrino
-Miracolo al cupolone
il Giudice Pignatone
ha fatto a tutti un culattone
-------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ALTRO NATALE   Mer Dic 10, 2014 1:08 am

Senza tregua
fabbriche di esche
e aguzzini torchiano nei turni
facce da panettoni
mentre in Tv guerre occulte
sparano proiettili di sogni
-Mutande rosse
in negozi a micro-onde
disinfettate alla purezza
chiedono elemosine ai culi
per sfuggire a sindone da night
-Le chiese provano campane
elettroniche frustanti
hanno licenziato sacrestani
e a qualcuno  la moglie
se l'è fatta il prete
trova sollievo a bue, al presepe
-E' Natale lo si sente nell'aria
cercano vapori ai forni i pidocchi umani, 
botti, rutti e stappi
alleati sembrano tutt'uno
magari qualcuno ne approfitta
per far fuori la moglie e tenersi
l'inserviente Ucraina
-Abbondano in addobbi, svariate palle
e complice allusioni ed equivoci
sorridenti e maliziose le donne ci giocano
-Su alberi veri si vede qualche cometa
più che indicar la grotta
a ritornare in senno
---------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FUORI STAGIONE   Sab Dic 06, 2014 3:18 am

L'usignolo disorientato
esercita canti d'amore
ignaro serenata a fucili
-un cane cerca di riprodursi
sulla gamba della padrona
e minaccia cappio, il guinzaglio
-una nonna stiracchia ossa
fa grondaia mano alla fronte,
l'ombra velo a ricordi
e lamenta sbalzi di temperatura
congestioni al nipotino
a raffica spara puzzette
nel malanno sorride
e due dite il naso a pinzare
-il Conte Puleggia Zebeto Di Masserizie
con anni bussati dal bastone
corazzati da lenti venate,
illeso a ogni guerra
ma ferito dalle esche del tempo
dice è sole assassino
toglie al cuore adatti al tetro
e s'apre come gemme fuori stagione
a sorpresa vetrate dal gelo,
quella palla di fuoco
giocata tra inferi e cielo
applaudita da nuvole
sorride come maliziosa fanciulla
che riporta vecchi all'infanzia
rubandogli ogni esperienza
e si sentono purosangue all'ippodromo
ignari il podio al macello
---------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'ABETE   Sab Dic 06, 2014 12:11 am

Stracarico di palle e luci
che non mi fanno mai dormire
legato da fili d'argento e oro,falsi
immobile postino di regali
strappati da figli viziati
lampione piangente
di atmosfere contraffatte
emblema di buonismi civetta
palo di cometa senza cielo
incravattato a umori banderuola
in mezzo al caldo che fa sudare
e gela anime boomerang
lanciate da parenti e amici
-maledetti umani
ladri di stagioni
mi rubate il freddo
in pretesa di riscaldarvi il cuore
nel frigorifero dell'indifferenza
-ridatemi i fiocchi di neve
carezze degli angeli
caramelle di Dio
bambagia di sogni
-------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: NATALE ANIMALI   Gio Dic 04, 2014 3:24 am

Va male va male dice triste il maiale
s'avvicina purtroppo Natale
a chi lo dici rispondono polli e tacchini

E' periodo di transizioni
un purgatorio che porta all'inferno
replicano sommessi agnelli e montoni

Mah! Interviene dubbiosa la volpe
ci sono ferie e più cacciatori
ma in compenso abbondano i rifiuti

L'asino sente il bisogno di dire la sua
e..da quando siamo affermata metafora
al presepe ci sostituiscono gli umani,

Identica cosa succede a noi proferisce il bue
con quest'abbondanza allusiva di corna
ormai rara al rito la nostra presenza

Buon momento dicono i cani randagi,
non so se per finta ma aumenta la pietà
con qualche lancio di ossa,
mentre i nostri amici da salotto
lamentano caldo eccessivo e smisurato ingrasso
inoltre sopportare finti sorrisi di umani
pronti a pugnalarsi alle spalle

Dal dormiveglia con scatto d'orgoglio
il gatto interviene a dire la sua,
noi siamo sempre diffidenti,
con due ciance mangiamo
e non diamo confidenza
fosse anche Natale
------------------------------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: BARONE PECE DELLE PERTICHE   Gio Dic 04, 2014 1:05 am

Per bacco disse il Barone Pece Delle Pertiche
il conto in banca sempre più risicato
sta andando tutto a pu....e
al che rispose la moglie
Contessa Perizia Delle Scaloppe
e me lo dici in faccia?
anche se conosco quelle donnacce
-adirato il Barone replicò ...i conti non tornano
manca un introito,il tuo
perchè a differenza delle suddette
attingendo altrove dovresti
tamponare un ammanco di cassa
e invece sei somma alla perdita
-Che casino sussurrò il maggiordomo
la mia paga sempre più bassa
e questi adottano una matematica
metaforica senza numeri
-------------------------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DESERTO   Sab Nov 29, 2014 2:42 am

Azzurro e marrone
si dividono il silenzio
suonato dalla sabbia,
ogni granello anima vagante
a plasmarsi all'infinito

Bocche di Tuareg fasciate
a trattenere preghiere
ansiose di giungere al Divino
e nel macero di solitudine
elevano il messaggio

Scheletri di acace
ricordano il calvario
e redenzione in rara foglia
accucciata al vento
archivio dei respiri
fantasmi dei vivi

Dune,seni del tempo
allattati dagli occhi
scompaiono nel creato
ritornano turgidi a miraggi

Zampe di cammelli
scrivono arrivi di ripartenze
subito cancellate
e in lettura breve speranze

Capre al rimando in sacrificio
ruminano il vuoto
digerito a suppliche

Ali di turbanti
solleticano l'eterno
plasmano tramandi
---------------------------------------
Da:Soste Precarie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CURE PLEBAGLIA   Gio Nov 27, 2014 3:12 am

Politici,
cibi genuini
cure dimagranti
lampade abbronzanti
esotici viaggi
vestiti griffati
ville,gioielli,party
-Qualcuno dirà è normale
hanno duramente lavorato
compenso al merito,
no,hanno solo rubato
e fatto leggi ad personam
-Bene uno si aspetterebbe
dal popolo lo sdegno
e lumi a riparazioni
invece tentate emulazioni
e per emularli,servili
appecorati senza dignità,
fanno mancare latte ai figli
per comprare riviste gossip
poi ingurgitano bistecche di plastica
insalate al diserbante
tracannano vino liofilizzato
ingrassano come porcelli,
fanno jogging,sudano
succhiano coloranti miracolosi,
tornano a casa affamati
prendono pillole di vitamine
e si vedono ancora più gonfi,
depressi vanno dal medico
a farsi prescrivere cure
e si colmano di chimica
-Contano soldi allo specchio
per vederseli raddoppiare,
nessuno legge poesie
sono patetici impoetici
con anima meccanica
rastrellano depliants
per fantomatici viaggi
e non conoscono posti
sotto la punta del naso
-Ricchi snelli,belli
poveri obesi,brutti
ma la vera differenza
la fa l'ignavia,l' ignoranza
--------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ITALIA   Dom Nov 23, 2014 3:45 am

Lingua biforcuta d'Europa
in cancrena febbrile fumante 
a raffreddarsi nel mare,
-macellai dottori con affilati coltelli
cercano parti commestibili
e coi loro grembiuli macchiati
parano mosche,schiacciano vermi
tengono a bada accerchianti animali
veraci difesi da sindacati
e da una sinistra politica
che vede nel carcinoma risorse
-A vagliare commestibile e scarto
Giudici ai quali a remunerazione
spetta la testa
ce l'avrà pure, la lingua ?
-----------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com


http://www.youtube.com/watch?v=o3IRBlorSdM
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CONTE, ARMINIO LICINIO ZARMIA DELLE FAGGETE   Ven Nov 21, 2014 1:27 am

Ordinai al maggiordomo
di servire la cena,
non avevo fame, lo stomaco
aveva mangiato coi pensieri
e al cuore avevo dato le ferie,
decisi di pasteggiare coi ricordi
feci apparecchiare anche per Lei,
dissi al servitore, tu anima semplice
non la vedi ma è seduta davanti a me
a tal sentire le candele si ravvivarono
s'inchinarono verso la sedia
mentre i fiori appassiti resuscitarono
e un intenso profumo invase la stanza,
la pace scaldò le vene
il sangue riaffermò il blasone
gli avi mi restituirono medaglie
-Mi sparai un colpo alla tempia
sapevo che la mente stanca
e in guerra con gli occhi increduli
non avrebbe avuto forza
per altre apparizioni
-Oh! voi che leggete non mi biasimate
era l'ultima occasione di andarmene
senza dolore dal buio tetro
con la luce generata dal suo sorriso
-----------------------------------------------------
Da:Destini E Presagi

www.santhers.com


http://www.youtube.com/watch?v=o3IRBlorSdM


Ultima modifica di michael$anthers il Dom Nov 23, 2014 3:45 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA VERITA'   Mer Nov 19, 2014 4:09 am

Se scegli la via della verità rimani solo
e i monologhi boomerang alla bocca
persino l'angelo custode si dilegua,
la verità è terribile non fa sconti
è una luce che illumina rifugi dell'anima
e severa li esibisce a turisti
-è un uragano che spazza ogni riparo
lascia nudi agli imprechi di Dio
-Quando dici la verità tutti ti odiano
e fanno finta d'amarti affinchè sorvoli
loro falsità stanate,atterrite
-La verità,vorace di maschere
e i volti scoperti in stupore allo specchio
mutano,mutano come rimiri alle onde
in mille mimiche rincorse dagli occhi
e quando qualcuna affannata si ferma
il cuore chiede un documento d'identità
e l'orgoglio si suicida, la vergogna
si nasconde nelle vene,riemerge pallore,
riappare dall'occulto la vita cancellata
come brutta copia d'un tema copiato
-----------------------------------------------------
Da:Pietre E Utopie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CALCIO SCHEMI DI GIOCO   Lun Nov 17, 2014 1:19 am

L'allenatore adottò lo schema
quattro quattro due,
la partita fu un disastro
metà dei calciatori non capirono
a scuola bocciati più vole in matematica
cosa che accadde alle medie
allo stesso allenatore

Alcuni tifosi urlarono di giocare sulle fasce
e tre appena rientrati da infortuni
ancora bendati a protezione
furono presi a possenti calci

Altri suggerirono forsennati
di insistere a destra del campo
e poi sotto porta verticalizzare a sinistra
ma purtroppo le indicazioni da identica curva
al secondo tempo la destra finì a sinistra
e alcuni frastornati fecero autoreti

La stampa amica disse ci voleva un rigore
allora il presidente rigoroso ordinò rigidità
e mandò tutti in ritiro controllato

Un commentatore TV sostenne
bisognava marcare a uomo
e tutti lo definirono omosessuale
mentre un altro suggerì
marcatura a zona e fu accusato di stalking

Il nuovo tecnico Mister Parpiglia
in conferenza stampa affermò...
si deve partire da dietro e insistere
con le punte e sfondare a centro
e fare movimento anche con palle inattive,
mai l'avesse detto,si scatenò la chiesa
accusandolo di pornografia
e fu esonerato il giorno dopo
-------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: APPECORATI   Dom Nov 16, 2014 2:13 am

Onesto non fa false promesse,mai premiato
casomai di qualche fiume nel letto gettato,
ignavo popolo per tornaconto sempre ha votato
e il paese in feccia e melma lento è sprofondato
furbo ognuno nascosto alla politica appecorato
in lumi contento d'aver altrui pretese aggirato
ma alla fine lento il tempo l'occulto ha svelato
fino all' acuto dolore in ombroso posto allargato
-io da dieci anni mai quelle schede ho segnato
e tutti a considerarmi demente e appestato
-cari elettori non serve più deretano scudato
il danno è ormai fatto non può essere saldato
-----------------------------------------------------------------
Da:Vetriolo

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MERCATO ORTOFRUTTICOLO   Sab Nov 15, 2014 2:36 am

Paesi,coi frutti parlano
la stessa lingua
coi colori scambiano bandiere
coi profumi viaggiano
in terre mai viste
con occhi affilano palati
 
Le voci si scontrano
s'amalgamano
i portafogli le separano
 
Andirivieni
dribbling e soste
minacce d'addii
conciliazioni a surplus
di bilance addomesticate
 
Sguardi ai polsi
orologi impazienti 
o dimenticati
a simulare frette
subito invertite
a reverenze Buddista,
affare fatto
 
Matematiche agreste
cavoli,patate e fagioli
da dividere in buste
e arrotondate da carciofi
 
Anziane schiodano spiccioli
parlano di pensione
e due cipolle saltano scontrini
 
Qualche barzelletta osè
mette in fila i denti
e veloci alcune mani 
a finta chiudono 
orecchie deliziate, 
finalmente grimaldello
a dar luce al tetro
 
Amoreggiano i bambini
con frutti lucidati a esca
dal nome inciampato a scuola
e riportato in geografia
e di solito disertori a tavola
--------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: QUANTI ANNI   

Tornare in alto Andare in basso
 
QUANTI ANNI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 25Vai alla pagina : Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 15 ... 25  Seguente
 Argomenti simili
-
» Smigol
» Io non dimentico
» Abito anni 50
» 2011 Walt Disney World compie 40 anni
» Quotazioni degli anni passati...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE DI MICHAEL SANTHERS-
Andare verso: