BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividere | 
 

 QUANTI ANNI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 15 ... 26  Seguente
AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: QUANTI ANNI   Lun Lug 19, 2010 2:52 am

Promemoria primo messaggio :

Ho il doppio degli anni
della vita massima
di un cane di buon padrone

Ho gli stessi anni di un mercante
tra l'avvio e l'arrivo
meno quelli di un bambino
al primo stupore

Ho gli stessi anni di un padre
che smette di esser figlio

Ho gli stessi anni della metà distanza
tra gli occhi e il tramonto
dietro l'ultima collina

Ho la stessa età di chi può anche arrendersi
e il doppio di chi spera senza affanni

Te lo dirò bambina mia
anche se il conto è facile
ho solo cinque anni in più del tuo sorriso
---------------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IN TRENO   Mar Gen 19, 2016 5:14 am

Sguardi si trafiggono,
piombo il sangue
seccato da un fulmine
pendolo ad ansimi,
mani alate al mento 
e ai capelli, eterna foresta 
rifugio d'imbarazzo
a indurire mimiche
subito a tempra
-al fischio del treno
un ciuffo coprì l'occhio di lei
ondeggiante a curve e sobbalzi
e farsa al diniego
velava e svelava
in attimi pregati al lento
marmorea trasognanza di lui,
due cuori tremuli
freddi a scintille
nello stesso involucro
su due rotaie parallele
convergenti all'addio
sancito di lì a poco
dallo stridio dei freni
-per qualche giorno
ognuno albergò
nell'anima dell'altro
e al checkout segugi
a rivedersi in somiglianze
flashback ai palpiti
----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: GELIDI PENSIERI   Lun Gen 18, 2016 4:33 am

Pensieri stecchiti ai piedi
calciati nella cenere,
ansie congelate
occhi  scheggiati
lucidati al vuoto,
il fuoco cerca compagnia
scoppietta altruismo
ma rasoiate d'aria
tagliano la fiamma
e scintille dal tizzone
stelle di sogni abortiti,
la vecchietta contempla la pentola
dipinta scura di promontori
bolle anni passati
e nel vapore fotografa un amore
col soffietto lo manda nella brace
ravvivata disegna un buco nero,
zampillante l'acqua spegne il sogno
-il gatto capisce tutto
gli annoda una gamba con la coda
miagolando dice non è colpa tua
era scaltro destino
poi una mano calca il foulard
e la riporta sull'altalena
del tramonto
---------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.sanhters.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: INDIZI D'INVERNO   Sab Gen 16, 2016 1:15 am

La lepre pasteggia rami secchi
croccanti allertano la volpe
che sulla neve legge mappe
e punta annusi laser sulle tracce

Il picchio bussa a un tronco
ma il falco non ama intrusi
quando ospita chiude il conto
e in vorticanti piume il prezzo

Un mondo di farina
ove tutti si truccano da angeli
e qualcuno con ali inzaccherate
attera nella pentola degli occhi
con gemiti saluta il silenzio
che non ha saputo ascoltare

Pagina bianca la campagna
ognuno cerca di firmarci appropri,
notaio il tempo li sigilla agli stomaci
in lamenti il lascito

Comignoli sputano atmosfere
subito stecchite da rasoiate
cadono su impronte
che qualcuno tenta di doppiare

Licenzia l'arruffo
e saltella il pettirosso
in scatti d'assensi
imitano il cibarsi
s'ammorbidisce la fame
al miraggio di briciola
rovesciata dalla tasca di un bimbo

Binari di strascichi
ruotano traguardi sconosciuti
---------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: NOTTAMBULI   Mar Gen 12, 2016 3:29 am

Nell'adiacente campagna
trame di faine ai pollai
galline atterrite da presagi
cani in allerta stendono catene
e geometri abbaiano
misure mancanti,
la luna spia dietro le nuvole
ogni tanto una macchina
insegue le sue luci
e il pilota porta la sua stupidità lontano 

All'ombra  di luci anemiche
monumenti filigranati
finiscono nella valle dei seni
e funerale degli istinti

Rumori di vetri rotti
raschiano sillabe di elisir
e teste sull'asfalto
limano le stelle
le dipingono di rosso

Corrono ambulanze
verso inconsci vomitati
con iniezioni li faranno rientrare
e una pacca sulla spalla
li chiuderà al sonno

Ansimi amorosi
sollevano a scatti le tegole
e nella ricaduta sigillano
furti di passione

Finestre a pagine di libro
sfogliano riflessi
letti da gendarmi
ma qualcuno non capisce
e spara un colpo di pistola
e i palazzi diventano presepi
-------------------------------------
Da: Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: LAVANDAIE   Sab Gen 09, 2016 3:14 am

Chinate su rosari di stracci
slacciavano assensi
alavano capelli
evasi a foulard
irrigidivano seni
giocosi al dondolo
ruotavano aneddoti
tra smorfie e sorrisi cuciti
a volte strappati
da zigomi porpora
e rossi all'audacia ribelle,
gossip dell'epoca
fotografati da ciglia
scritti da punture di gomiti
avvalorati da silenzi strizzati
-Attori al distratto
a storie carpite
bambini precoci
con collari di muco
tenuti a bada
nel recinto di voci
fantasticavano stupori
elettrici frugavano rimandi
-Sotto schiuma di sapone
scivolavano storie
a segreti del fiume
-----------------------------
Da: Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: RICORDANDO L'OROLOGIO   Gio Gen 07, 2016 3:20 am

Vigeva in campagna una regola,
da bambino per avere l'orologio 
bisognava cresimarsi
ma io rifiutai questa pratica
e quando lo rubavo a mio padre
che lo custodiva come reliquia
fiero me ne andavo in giro
col braccio sinistro come un'ala
e quello destro premuto al petto
a confermarmi fosse tutto vero
ero così felice di rientrare nel tempo
che mi lasciava indietro
con quel piccolo roditore 
che rosicchiava contando 
attimi minuti e ore
e mai sazio fino a mangiarsi le giornate
e se la giocava con le campane
vanitose ad annunciare la conta 
-Ora colleziono orologi
ma il tempo che prima inseguivo
m'ha zavorrato di ricordi
e veloce mi spinge verso un podio
ove il premio è l'oblio
-Oh! miei amati topi meccanici
perchè non vi unite
a camminare indietro
e venite a ristorarvi
dal mio cuore
-----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SALICI D'INVERNO   Mar Gen 05, 2016 4:23 am

Rami spogli, con qualche foglia
che non accetta il distacco
filtrano voci strappate alle labbra
danzano,litigano, si frustano,s'inchinano
poi un attimo di pace e ricominciano,
scaltro l'inverno dirige le scene
e quando il sibilo non lo soddisfa
s'infervora e col gelo spezza diserzioni
-Gli uccelli  su trespoli d'addio 
leggono le ire
barattano qualche piuma ribelle
s'arruffano, s'appallottano
cantano stridenti presagi
-Spugnose nuvole in tetre aureole
vorticano marmorei nasi
ridono agli ombrelli
tremanti a ciechi voli
e sperano mani maleducate
che ignorano saluti
-Salici antenne della terra
collezionista d'umori
spoglie di redenzioni
-------------------------------------------------
Da: Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: FREDDO   Sab Gen 02, 2016 4:05 am

Il freddo congela sogni e fantasia
i pensieri asserviti alla ragione
cadono in una bottiglia vuota
e nel cielo a cupola
vedono denti a macigni
li implorano a farsi da parte
a fin che un gomito cieco li rovesci

Sparate dalle ansie, nuvolette di fumo
ritornano alla sigaretta
con la scusa di vergognarsi
dell'angelo custode
ma sbuffi a guardia degli occhi
li disperdono tra rasoiate d'aria

Mani si frugano senza riconoscersi
e sul dorso a dirupo imbalsamo una carezza
caduta dal sorriso schiodato l'altro ieri
poi si riscaldano appollaiate alla fronte
e gli chiedono dall'oggiare
per la notte il bacio di una fata

Sul camino addormentato, un libro
ogni pagina una lapide
delle cose che si potevano fare

S'apre una porta sospinta dal cane
entra il sibilo della cinghia dell'inverno
evadono atmosfere appesantite dagli inganni
una voce al tabacco dice pussa via,
tremante il gatto riconquista il trono
avvita la coda a una gamba di legno
e da un tizzone una scintilla l'incorona
-------------------------------------------
DA : Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: PATACCHE   Gio Dic 31, 2015 12:22 am

Oggi i Cinesi dopo aver copiato,inventano
e gli stilisti firmano nuove patacche
che vanno oltre i tempi brevi della moda
e le cose originali sempre vecchie ad inseguire,
la durata non fa più la differenza
anzi aumenta l'involuzione della propria anima
bloccata sugli sguardi da dimenticare

La gente  si fa firmare
e riempie il proprio vuoto
che non sa di quale mancanza,
alla fine è originale chi s'affida al proprio nome
e le vere patacche, gente che ha bisogno
di più firme in gran nomea
per varcare la dogana
del proprio inconscio
e quando oltre la frontiera
dimentica il proprio volto
e se lo controlla sui documenti
ma ormai la foto varia a seconda
dei tanti avalli ricevuti al varco,
ormai il cuore assemblaggio
......di patacche
-------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: DUE RIGHE AL MIO CANE   Mar Dic 22, 2015 1:33 am

In questo inverno col calendario ad intuiti 
le stelle caramelle dorate
scartate da ingordi viziati
tremano alla paura di spegnersi
e la luna di cristallo felice e perplessa
a una proposta indecente del sole
si rannicchia dietro una nuvola
in pretesa di compenso al sipario
è così che vedo queste notti
che tentano di ingoiare ogni storia
e io tengo stretto la mia 
dove ci sei anche tu amatissimo cane
pastore di malinconie testarde
e geometra di traiettorie
dei nostri sguardi a binario e di incroci
dove il matematico silenzio
somma i nostri battiti unisoni
e quelli che rimangono indietro
ogni volta che punti una fitta
al mio ricordo di lei,la conoscevi anche tu
e quando l'esile mano ti carezzava
il pelo irto a delizie
e il sorriso illuminava l'incanto
grugnavi geloso e perplesso presagivi
...................l'addio..........................
------------------------------------------------
Da :Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: POMERIGGIO DI NOIA   Ven Dic 18, 2015 3:39 am

La stanza, barattolo di respiri
Il pranzo reclama i suoi rutti
la bocca si vende agli sbadigli
gli occhi imitano farfalle
ma non trovano fiori
le mascelle vanno al luna park
e ruotano sulle lancette dell'orologio
il tramonto inizia il tiro alla fune con le rughe
sogni e noia dirimpettai fanno un comizio
per farsi eleggere dall'anima indecisa

Se ne accorge il gatto
sonda con la coda le atmosfere
e si prende licenza di rovistare
gli cade un pelo e lo mette
a virgola del fato

L'apatia, clandestina scava nei ricordi
e al presagio di quello giusto
legge la fronte divenuta umida
e come gendarme a veglia di reperti
la mano arresta l'intrusa
e la consegna a una mosca

Elastico ai respiri l'aria
illusa dal tempo a mollare ogni veglia
trascinata dall'orizzonte
fresca viene colpita da parole
e cade nel sussulto risveglio
-------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: BALLERINA BIANCA   Mar Dic 15, 2015 3:46 am

Arruffata, sonnolente
su scheletrico ramo,
all'improvviso ritmi di coda,
ognuno per un cinguettio
poi freccia all'orizzonte
-m'ha suggerito
la combinazione
per aprire all'anima triste
i sogni del giorno
-----------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: VETRINE   Lun Dic 14, 2015 1:58 am

Vetrine separè di bon ton
e specchi di fantasmi
in questo Natale
di zeri e tredicesime
di alberi capricciosi
e carboni spenti a sputi

Lavagne appannate
e qualche dito a zonzo
disegna una croce
o una freccia sul regalo,
tremano le luci
arroventate da sguardi gelidi
e i riflessi pellicole
girate all'infanzia
o a copule di cani con se stessi

Sorridono le commesse
pagate a sguardi
e a contratti allusivi
firmati con tacchi a spillo
su seni a davanzali

I lampioni aspettano il loro turno
scambiano per occhiolino
un lampeggiare in ritardo
s'innamorano nell'intermittenza
e qualche traiettoria
deviata da un palo
lucidato a schiene
disegna al muro
un orologio di Dalì
--------------------------------------
Da: Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: TORNANO A NATALE   Lun Dic 07, 2015 1:35 am

Tornano a Natale
a raccogliere l'infanzia
il primo sguardo all'arrivo
cade nelle muffe di muri vecchi
poi su un nido di piccioni in una buca
ove fuoriescono pagliuzze
che sembrano uno stradario di ricordi
persi oltreoceano

Tonde e levigate pietre del selciato
palloni a cui ognuno ha dato un calcio
per disfarsi della noia ora impiccata
ad antenne arrugginite

Il campanile addobbato a esche
si tiene stretto il suo cielo
come a dire è troppo l'infinito
e le preghiere sempre rare
devono prima germogliare nelle anime
e poi il fiore al Supremo

Prima dei parenti si incontra sempre
un viandante claudicante
che spara aria ai solo due denti
e calendario degli anni andati
addolcisce il distacco
e l'emozioni di rivedere le facce,
quattro chiacchiere
che diventano calamite
alla malinconia

Quest'anno non è la stessa cosa
gli alberi truccati a implori
l'intonaco ha più rughe
e alcuni nomi sposi forzati a un'icona
scritti in nero a una bacheca

Meno male un vagito stridulo
inietta una speranza ai cuori
stanchi e meccanici
a pulsare ciechi nell'oblio
-----------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www,santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: PELLICOLA DI PIOGGIA   Gio Dic 03, 2015 5:22 am

La strada bagnata
pellicola di un film
e i passanti ci sono dentro
ma col naso in aria
non se ne accorgono
e quando i copertoni
solcano una pozzanghera
il ciak per una nuova scena

Alla luce dei lampioni
la pioggia sull'asfalto
sorride agli ombrelli
che sul marciapiede veloci si baciano
e strappano sorrisi indignati
a guinzagli attorcigliati

Una voce oliata
dice quanti implori
ritornano pianto a terra
e vanno a consolarsi al mare
ma qualcuno seduce una scarpa
a scivolare a barca
e una caviglia a timone
la fa navigare a cerchio

Su vetri appannati
i bambini scrivono codici segreti
letti da acerbi amori
coperti da sudari soffiati
incartati da una mano
imitando un diniego
--------------------------------
Da:Tramonti Clandestini

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: ROSE   Gio Nov 26, 2015 2:23 am

Dolore le spine
a rammentare il calvario
esca il profumo
a indicare la via
bellezza d'approdo il fiore
brevità d'incanto i petali
a sfogliare l'effimero
tanfo il gambo in acqua
palude a sogni 

Rose di plastica
lentamente sbiadite
da luce di verità
e polvere su grigi ricordi
-rose in soffitta
rosicchiate da topi
cimelio d'amore
da appendere alle rughe

Rose troppo fragili
a reggere
cuori di piombo
--------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IL DISOCCUPATO   Lun Nov 23, 2015 2:36 am

Diagonale invisibile
tra punte di scarpe e occhi
gambe a molla
furto di passi
e le vetrine esche
per chi non può abboccare

Bavero a orecchie di lepre
per catturare  vento
e vorticarlo all'anima
nel turbine il cuore si nasconde

La piazza una scacchiera
i quadrati dello stesso colore
solo il destino vede le mosse
nel dubbio al rimando
gioca e non dice chi vince 

Sosta alle panchine
per commemorare ali rotte
e l'alibi di escludersi
dal formicaio umano

Cantano i motori
pregustano traguardi
mentre immobili respiri
al capolinea di partenze

Gong a mezzogiorno
tornare in sicura gabbia
ove finestre lapidi senza data
e il soffitto un tamburo
suonato da pensieri,
la solitudine uno scudo
a lame di giudizi
-------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers. com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: RANDAGI NOTTURNI   Sab Nov 21, 2015 2:56 am

Di notte i bastoni sono ciechi
e le pietre scommettono scarpe,
la luna assolve tutti
e arbitra paure

Quattro zampe
ognuna per conto proprio
e qualcuna suona il vuoto

Calamai a secco le ombre
ove code simulano penne
e scrivono fruscii
da sottolineare in rosso

Abbaiare preludio a fuga
e scudo a sassi rotolati
a incauti annusi

Il cielo una tenda
bucata da scintille
nell'attrito tra denti e occhi
e le lingue pezze zuccherate
tra uova alate

La battaglia è vinta
lo dicono i cappelli
d'orologi ubriachi
non riescono ad arrestare
irti capelli al ringhiare
e la notte nero velo seducente
-----------------------------------
Da: Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: UCCELLI   Mar Nov 10, 2015 3:19 am

Gli uccelli
unico esempio reale
per farci sognare 
che l'anima può volare
perciò  anime zavorrate al tetro 
li sparano per invidia

Emigrano e ci insegnano
che il mondo è di tutti
e gli umanoidi confini
sono recinzioni al furto

Sono timidi angeli custodi
ci rimproverano gettando le piume
e si nascondono
ma non sono ruffiani
non dicono mai a Dio
dei nostri sbagli

Dio è in mezzo a noi
dubbioso tra le stelle
col capo pensante 
e alberi e animali
sono le sue vene, i suoi globuli
e ogni istante cerchiamo di fargli male
ma siamo così piccoli,
lo solletichiamo appena
ma se un giorno decide di grattarsi
schiaccia qualche pulce 
e per lavarsi le grandi mani
un rubinetto aperto
uno schiocco di dita
terremoto e alluvione
per pulirsi le unghia
d'annerita colla d'ingordi insetti
schiacciati
--------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: NOTTE D'INVERNO   Mar Nov 03, 2015 2:31 am

Trema e sorride la luce dei lampioni
e l'asfalto viscido e gelido
schifa  frettolosi baci di copertoni,
pattina zampe di gatti in allerta
a non essere stirati

Da qualche finestra
sgorbi d'ombre pressate da follie
pronte a esplodere nel guercio silenzio
di snervate mimiche atterrite

Tuoni sterili il rombo di motori
e il lampeggio di qualche lampadina
a fine carriera partorisce
una lacrima subito girata a vetro

Sui tetti, foglie a carta vetrata
raspano tegole e al rumore
innescano pipistrelli 
a ispezioni di sogni imbalsamati

Di ferro le ombre posate
lungo cantieri a strisce ove la paura 
dirige tentacoli di respiri affannati
e ansimi in playback di prostitute
che con tacchi a spillo
disegnano cronometri a marchette

Sussurro di ladri 
si spartiscono refurtive
davanti a una chiesa
e  fanno il segno della croce
con la mano mancina,
risparmiando la destra 
per quando un giorno si pentiranno
-------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: CIPRESSI   Lun Nov 02, 2015 12:21 am

Un pò casuali
a propendere a invocate ombre
verdi di bile a chi distante
spugne a lamenti
orologi del tempo perso
ondeggianti dinieghi a implori
segugi di lapidi
guardiani dell'ignoto
scale di preghiere
funghi del sonno eterno
segnalibro di pagine marmoree
chiodi della luna
effigi di morte e rinascita
pilastri di sguardi
rifugio di uccelli dai fucili
bandiere del silenzio
porri di malumori
fruste del vento al dolore
stendardi di pace
-nella tempesta 
si piegano al monito d'umiltà
al volere di Dio
con la neve, monumenti
a superstiti denti d'ultimo sorriso
-----------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SUPERSTIZIONI E PRESAGI   Mer Ott 28, 2015 2:35 am

Se un gufo, di notte appollaiato
canta insistente sul vostro comignolo
vi sta solo ricordando amichevole
che andate a dormire troppo presto

Se un corvo assopito,arruffato,annoiato
sul balcone del sindaco al municipio
vuol dire che questo è agli arresti domiciliari
insieme alla giunta 
mentre gli impiegati tutti al bar
ad attenuare il dolore al triste evento 

Se un politico vi taglia la strada
chiudete pollice medio e anulare
e puntate indice  e mignolo al basso ventre
e poi toccate un mazzo di chiavi

Se un gatto nero vi taglia la strada
dategli dei croccantini
e se randagio adottatelo
vi porterà molta fortuna,
darà sorridente luce
all'anima da tempo incupita

Se un cane vi ringhia minaccioso a un cancello
sta solo proteggendo ciò che il padrone
con arguzia nel tempo ha rubato

Se incontrate un poeta, seguitelo
esso vi insegnerà l'ozio
e come trasformare ogni realtà
in apprezzate bugie

Se nel cielo scorgete anche una sola nuvola nera
comprate subito dall'ambulante  Marocchino 
un ombrello prima che raddoppi 
alle prime gocce il suo prezzo

Se non avete niente da fare
leggete questa poesia e capirete
che l'ovvietà può diramarsi con sorpresa
in strade diverse
------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: NEBBIA   Mar Ott 27, 2015 3:06 am

Scheletri spolpati dal latrare
i rami degli alberi
o anemiche vene
di sogni rifiutati dal cielo

Voci unte scivolose incontrollate
sfuggenti al rombo di motori
che reclamano l'asfalto
avido di foglie

I comignoli rimarcano grigiore
a orizzonti murati ai nasi,
umidi gocciolanti cercano sciarpe
sotto terrazze di capelli persi e ribelli,
visiere di berretti

Friggono l'aria i fari
e la spalmano sulle scarpe
e alcune fradice sorridenti
mostrano linguacce di calze

Tacchi di ragazze bussano
a cuori di cartone
e a insistere bucano l'amore

Appannate le vetrine
fanno da velo trasparente
a spogliarelli immaginati
------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SAGOME D'AUTUNNO   Mar Ott 27, 2015 1:55 am

Gonne al vento
mani a fermagli
sorrisi a distrarre
occhi roteanti
e appesi al cielo
poi cadono sulle scarpe

Barbe bianche s'increspano
si riprendono l'argento
e gli anni usano altalena
peli ribelli

Facce turchine
passi striduli
bastoni a bussola
i vecchi trovano la loro isola
e la segnano con filtri di sigarette

Nel cielo terso
nuvole a chiodi
trema l'aria
infilzata da cormorani a freccia
indicano altrove 
che ognuno si fa a misura
e spilli di freddo
scuotono sogni
già su cartoline

Erba in feritoie
in spugnose mura
tisane d'ossa
addolcite da piccioni e corvi

Tambureggiano palloni
di educatori persi
e la pace fa eco
a finestre chiuse,
dribbla superstiti denti
fischiante frase
farfugliante al peggio
di un volto innevato
su divisa nera
--------------------------------
Da: Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: NOVEMBRE   Dom Ott 25, 2015 1:59 am

Foglie variopinte

vento traditore

gioca a fremiti

a saluti forzati

danzanti al macabro

e i rami si preparano alla solitudine

e al sorteggio di accette ubriache



I ruscelli si riprendono il letto

saccheggiato dall'erba

e suonano la marcia sui ciottoli

che al sole avevano fatto

da cuore ai serpenti



S'involano i giornali

pieni di retoriche

lette dalle foto rubate a cena

dal sonno senza pace

perso nei meandri di una cabala



Perde gradi e guadagna catarro

l'asfalto forno di piedi incerti

al pesto alzato unico sollievo

e agli angoli ora riprendono

soste di espulsi dalla vita



Striduli tappeti

inviti al rimarco d' anni

appesi al filo di coppole aquiloni

pilotati da balbuzie e starnuti



Folate e fruscii

all'ombra della luna

rastrellano spasimi dei morti

e qualche nuvola li traduce

ai gatti che miagolano presagi



Lame di luce

sguainate da casolari

stelle polari ad animali

e a solitudini che hanno perso

le figure



Prega da sola su una chiesetta

scoperchiata da implori

qualche croce arrugginita

insediata da una banderuola

-----------------------------------

Da: Una Farfalla All'ombra Della Luna

www.santhers.com
[ltr]

[/ltr]
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: PENSIONE   Mar Ott 20, 2015 2:20 am

Sinistro progetto di Santi
elogiati sul calendario del diavolo
per aver spostato di sette anni l'età pensionabile

Tanti nel tempo infinito 
contato a dita incrociate,oliate da sputi
con stenti dipingono di nero gli specchi
poi s'ammazzeranno con l'alcol,
qualcuno s'improvviserà ladro
e sarà preso e per vergogna s'impiccherà

Vagano per i giardini pubblici
sotto aureole di cipressi e applausi di gazze
vestiti a vela col naso arricciato in rifiuto a timone
vecchi disoccupati,anonimi al nome
barricato alle orecchie 
e che avevano progettato di volare
e faranno la fine di Icaro
ora seduti sulle panchine 
con scarpe bucate ridenti al broncio
non possono allungare le gambe
per non far vedere geografie alle suole
e mappe che studieranno in segreto
a casa i nipoti
-------------------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: TRAMBUSTO ELETTORALE   Mer Ott 14, 2015 1:01 am

Pecore con la giacca
guidate da corvi in frac
vanno a votare
poi belano e reclamano la coda

Piccioni sfrattati da feritoie
dai falchi,passano all'opposizione

Gatti astensionisti
girano per i vicoli
miagolano invettive
si nascondo nei ruderi
ove vecchie pantegane
col pelo ad antenne
si rifanno il trucco
con pezzi di specchi rotti
da gufi in amore

Cani formano due semicerchi
a simboleggiare destra e sinistra
dell'arena incinta di sproloqui
poi mimano a leccare
arti che frugano tasche

Mirano ogni collo le faine
sognandosi cravatte
si stringono ai pali della luce

Papere, polli e galline
vogliono dire la loro,
si contano per contare
su un'alleanza storica
con le volpi ormai vegetariane
che promettono d'allungargli
le ali per volare

Protesta degli asini
vogliono anche loro entrare
coi cavalli nei motori
e formare un gruppo misto
altrimenti minacciano
d'imparare a leggere

Alcuni conigli ripassano
un libro di Gandhi
bucato da un proiettile
e forse voteranno
il sorteggio dell'aquila
--------------------------------
Da: Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: PISTONI   Mar Ott 13, 2015 1:03 am

Pistoni e valvole
s'inseguono all'infinito,
sull'autostrada trascinano le ruote
nel traffico bestemmie
sorteggio di dita
e mani sotto la cintura

Rombano, tossiscono
fischiano, sbuffano
e quando vecchi
si bevono il loro sangue

Vanno sempre dritti
ma fanno milioni di giri
a volte s'innamorano
delle sfuggenti valvole
che non riescono mai a baciare
e quando raro succede
muoiono sull'estasi,
grippaggio il responso

Cantano
e la voce a seconda
è delizia o rumore
e ricevono applausi e invettive
e spesso sanzionati

Associati a cavalli alati
al pascolo del progresso
elogiati nella corsa
emettono flatulenze
tra colpe e discolpe
guerre di nasi

Pistoni nati dalla terra
arroventati dal diavolo
ritornano alla terra
e a volte in compagnia
di chi illuso l'insegue

Pistoni anime d'acciaio
spesso fusi al dolore
tra fiori veri e di plastica
-----------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: DI NOTTE   Lun Ott 12, 2015 1:29 am

Di notte,le ombre si corteggiano
e non si dicono mai di si

I ricci s'appallottano alle luci
e i teppisti con le macchine
li fanno volare in paradiso
poi arriva il giorno
e gazze e corvi cancellano il decollo

Ladri e prostitute si fanno il palo,
se i colpi vanno a segno
si accendono le voglie
la complicità va a buon fine

Miagolano i gatti
per spartirsi intimità
e i cani dormono tranquilli
sanno che nei paraggi non vi sono intrusi

Angeli custodi
lasciano trespoli di spalle
volando si sgranchiscono le ali
e giocano coi pipistrelli,
alcuni si posano su davanzali
di finestre ai piani alti
spiano gli amanti e si vergognano

Con la luna che benedice il suo gregge
di stelle ridenti a desideri strani
la notte è un'altra vita
silenziosa attiva la catena alimentare
di stomaci a matrioska
e grosse vene cercano affluenti

Sigillano deliri i poeti
guardano l'orologio,
le ore girano al contrario
si riappropriano dei ricordi
e la malinconia detta nuovi versi

I bambini, con la febbre
cancellano la realtà
e chiamano i genitori
per constatare se sono cambiati
poi piangono la metamorfosi abortita

Arriva l'alba, una dogana
toglie la coperta nera
sopra ogni intrigo
--------------------------------------
Da: Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: VECCHIA CHIESETTA   Ven Ott 09, 2015 12:54 am

Abbarbicata
a un monte
avvolto dalle pigrizie del tempo
con il campanile
sonda agli umori del cielo
la vecchia chiesetta
infestata di ragni
rispettosi a reliquie
riposano sulle loro amache
cullate da spifferi
da rugose finestre

Serpente assolato
scaglie il selciato
l'unica stradina
che a ogni curva
ha una nicchia
riflessione al desistere
e ai lati un muro
unto annerito da mani
in appiglio a fede e rigore
a sanzionare ogni dubbio

Sul tetto ciuffi d'erba alta
stendardo a ricordare
che la natura è essa stessa
il tramite ad alare le anime

Da feritoie, pagliuzze di nidi
e pigolii preganti
interrotti da rintocchi
a significare che la vera fame
è l'ignoto da riempire con armonie
da cercare in se stessi
e amalgamarle al creato

La lacrima d'una vecchietta
fa da specchio alla sua luce dell'anima
e il suo rosario una carrucola
che porta in alto speranze

Monito a scendere
vociato dal silenzio,
chi ha portato in alto falsità
saranno pietre rotolanti alle spalle
--------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: STELLE   Gio Ott 08, 2015 10:55 pm

Piazzole al cielo le stelle
ove sostano i desideri 
per essere smistati
e ogni tanto qualcuna cade a terra
e una scia di luce additata dai bambini
che sorridono e si contano i dentini
ma sbagliano la conta
e quelli mancanti li cercano
tra le labbra delle madri

Stelle, scintille d'alcool dei vecchi
che vogliono incendiare
il cielo che l'inscatola
dentro l'orizzonte
e non possono fuggire
dagli anni sciacalli

Stelle,coriandoli del destino
vagano nell'infinito
mai si posano
sulle maschere

La notte, coperta scura
bucata da chiodi d'oro
pioli di una scala
per l'unica evasione dell'anima
da una badante che ci pascola
nel recinto di carcasse
-----------------------------------
Da.Pensieri Sparsi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SCENE D'AUTUNNO   Mer Ott 07, 2015 1:36 am

Foglie secche sull'asfalto
carta vetrata di passi
intenti a doppiare il precario

Sbuffi di vento
provano umori
giocano a  respiri
oziosi alle panchine

Con nonchalance i rami
recitano inchini d'agguati
poi perdono il copione
e frustano attimi di pace

Crocevia di migrazioni una nuvola
smista chi parte e chi rimane
stanca s'ammorbidisce
si fa cuscino agli indecisi
e un raggio di sole
spada sulla visiera d'un berretto
s'addormenta

Cercano nelle tasche
i vecchi una moneta
con facce uguali
per scommettere sul domani
e siccome non la trovano
si assegnano la vittoria
con un sorriso fessurato
e la malinconia ne approfitta
entra nelle bocche
e si fa massaggiare dalle lingue

Code di cani a semicerchio
imitano bersagli
ad occhi in mira al vuoto
ma c'è sempre un monello
con un sasso riporta
l'orizzonte alla realtà

Passa una fanciulla
a cui ognuno somma
i propri anni per farsi un'età media
e accorciare la sua bellezza al sogno

L'ultima rondine smarrita
chiede a una rosa
in prestito il ritardo
-----------------------------------
Da: Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: IL TEMPO   Lun Ott 05, 2015 2:08 am

Il tempo è un traguardo da cui fuggire
ma siamo costretti a inseguirlo
per le scadenze che ci siamo dati
in un punto di effimera felicità
e per sorpassare il dolore che trasporta

Ogni giorno lo facciamo a pezzi
con orologi precisi
e poi ruotiamo il polso per congelarli

Notti e giorni,un gioco degli occhi
arbitrato dall'anima
e sugli spalti del circo la noia
pronta a fischiare la gioia

Poi ci sono le stagioni
seminano specchi
e collezionano rughe
mentre i capelli si fanno frecce
ad angusti pensieri

Calendario le foglie
ruotano ricordi a primavere future
ma spesso l'inverno nel cuore
sorteggia un nome
e in nero con a fianco una croce
lo scrive su una bacheca
ove qualcuno conta gli ammanchi
che l'altro ieri ha visto passare

Il tempo mago pirata
illude e depreda
e gli anni gendarmi
voltano spalle alla farsa
e cadono in un fosso

Il tempo è un tragitto
percorso veloce
e il traguardo il capolinea
da dove siamo partiti,
ci premia una befana
che ci ha preceduti
---------------------------------
Da:Soste Precarie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: INCENDIO ESTIVO   Sab Set 26, 2015 1:45 am

In una splendida giornata quando a tutti
pare vendere il proprio tempo al lavoro,
sindacalisti, statali,operai del comune
e impiegati della sanità a raccogliere funghi
allertati da un cinghiale di sinistra
e subito a contendersi un posto dietro gli alberi
mentre i finanzieri li cercavano
furono ostacolati dai forestali
ritenendoli intrusi fuori ruolo
e tutti vennero alle mani minacciando querele
e qualcuno diede fuoco al bosco
per sedare la rissa e anche per far capire
che c'era bisogno di più gente a vigilare
-Allertati da un ragioniere che censiva ombre
polizia e carabinieri nella fretta
si scontrarono con le volanti
e i vigili del fuoco interruppero lo spegnimento
per liberarli dalle lamiere roventi
-Orecchie da lepre del direttore dell'inps
a sperare decessi per qualche pensione in meno
-Il fumo così denso oscurò cielo e terra
e l'odore acro di animali arrostiti
massaggiò stomaci d'immigrati
che credettero le fiamme falò d'accoglienza
mentre in TV rissa e invettive tra politici
ad aver ragione sulla direzione del vento
-Dal Vaticano il Papa pregò le nuvole
recalcitranti a sostare su un paesaggio nero
che il Diavolo sapeva pece
per incollare passi arruolati da bestemmie
-Fortuna a sera il Giudice stabilì le colpe
e ordinò l'abbattimento dei cinghiali
---------------------------------------
Da.Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: LA SVEGLIA   Lun Set 21, 2015 1:28 am

La sveglia insegue pensieri clandestini
e quando li trova nella notte
li riporta alle anime
che hanno omesso rigori di vigilanza
e dormono su peccati riparati

La lancetta dei secondi
sfoglia veloce le pagine del tempo
quella dei minuti segna i capitoli
quella delle ore scrive il titolo
e così tanti libri bianchi e neri 
che nessuno leggerà mai

Sveglia dei vecchi sui camini
maledetta a misurare vino 
e sempre fuori conta
aggiunge un bicchiere in più
l'ultimo che fa male,
erutta fuoco lo stomaco
e non copre ricordi
che si divertono
con cenere del dolore

Sveglia alla stazione
santuario di inchini di polsi
messa in croce saluta tutti
e arriva prima del treno

Sveglia, tagliola di respiri
intrappolati e li liberati
nel tic.. tac..rumori di calci
e mentre si dileguano
il cuore tenta di imitarli
e una mano sul petto dice basta

Sveglia
conta inizio e fine di tragitto infinito
solletica l'invisibile riempito d' illusioni
poi muore a un eclisse 
tra occhi e numeri
--------------------------------------------------
Da : Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: OMBRE   Sab Set 19, 2015 1:47 am

Ombre dei muri
invidiano quelle degli animali
che spariscono nei boschi
e trafitte da raggi di luce
si fondono col mistero
e si nutrono di respiri

Ombre
carta carbone dell'anima
in brutta copia
scritta dagli occhi
finti al calco
giocano a parodie
ruotano a figure
guardate al peggio
deformano nasi
e rincarano il deforme
a quelli già derisi da specchi

Bambini le usano
per uscire da se stessi
mentre i ladri
le temono
coscienze in avamposto
intente a tradirli

Ombre di amanti
inanellate da binocoli
alati da pupille
e comete di solitudini
si spengono dietro tapparelle

Ombre
pellicole mai impresse
girate a vuoto dalla luce
su recite di lati oscuri
della mente
---------------------------

Da : Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: OROLOGI   Lun Set 14, 2015 12:38 am

Punture alla fretta,alla noia
all'ansia,al dolore
di silenziosi squittii,
topi meccanici
rosicchiano 
rigurgitano
sommano attimi

Gareggiano
con pulsioni di cuori
perdono e vincono,
podio, uno sguardo
un grugno,un vanto,un rimiro

Incitati da fremiti
scossi sul morbido
s'arrendono
all'eterno inseguito,
a volte accelerano,barano 
e redarguiti
da una vecchia campana

Implorati
da bramosie d'amanti
affettano attese
le danno in pasto
ai respiri

Orologi
misurati dall'anima
mai precisi all'umore

Orologi
portano a spasso
il capolinea ai pensieri
--------------------------------
Da.Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: ARIA DI SETTEMBRE   Sab Set 12, 2015 1:53 am

Il vento gioca con le foglie
prima o poi le farà volare 
verso atterraggio incerto
e qualcuna finirà nella bocca di una scarpa
chiederà ai piedi del deserto
e morirà su un granello di sabbia

Dal cielo s'avvitano piume usurate
da migrazioni verso dogane di fucili
e aghi di freddo pungono calure
sostenute da fumi che inseguono
minacciose nuvole diradate
osservate dietro berretti
sollevati a scudi da contadini
che scuotono il capo 
alzano a coppa le spalle
a volerci mettere acqua Santa 

I bambini seguono traiettorie di mosche
atterranti sui porosi nasi dei vecchi
insensibili al solletico ascoltano il ronzio
e fanno previsioni meteo
e a seconda, si lisciano l'inguine
corrugati sputano sul selciato
s'appisolano su pugni sovrapposti
masticano presagi
col dorso di dita ripristinano sguardi 

Cambiano dorso reumatiche finestre
impigrite all'ombra di tende scolorite
e isolano sproloqui ritornati da vocii festosi

Un gracchio di corvo
annuncia il sorteggio del tempo
si pente l'ultima cicala
e nelle pieghe di una gonna
un grillo si gode la gelosia di un timido
---------------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: FILOSOFIE DA CANI   Mer Set 09, 2015 3:08 am

Cani sotto la luna si pettinano l'ombra
e tentano con essa una copula
poi abbaiano nella notte
a volte solo per segnalarsi alla vita
o a fingere di fare il loro dovere
e spesso si scambiano pareri
qualcuno dice il mio padrone è della stessa specie
almeno così lo definiscono gli operai,
qualcuno risponde a noi non serve internet
e volpi e lupi non hanno tutti i torti
se non si sono lasciati corrompere
e che dire poi dei randagi
hanno assaggiato la galera
che garantiva il satollo
e preferiscono la fame
sfidando le pietre

C'è sempre uno che dissente su tutto
e afferma...voi andate fuori tema
la realtà è che ci fa comodo
avere il cibo gratis e poltrire sui tappeti
siamo come gli elettori,criticano tutto
ma poi s'accucciano ai politici
a una promessa d'osso,
la nostra è una filosofia da cani
e non certo di bella nomea
anche perchè gli stolti umani
paragonano i loro perpetuati errori
al nostro modus operandi
che nulla ha a che fare con l'umanoide agire
e qui faccio un esempio:
cantare da cani
or chiedo,siamo mai andati a esibirci a Sanremo?
--------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SPIAGGIA A SETTEMBRE   Mar Set 08, 2015 1:22 am

Ultimo bagliore
di un anello smarrito
coperto dalla sabbia
da un gabbiano che odia rimpianti

Bandiera che non cerca più vento
un reggiseno stanco
di sostenere declini
avvinghiato a un ramo
venuto dall'est

Lontano un vecchio
fa grondaia una mano
e si ripara dal sole
addormentato dietro una nuvola

Sfoglia le pagine del mare la brezza
e ogni tanto s'impunta
su frasi mancanti
ritornate al mittente

L'orizzonte un recinto
e si percepisce che non c'è valico
per implumi pensieri

Compatta la sabbia
sulla battigia
copre geroglifici di bimbi
e di amori che non si sono capiti
ormai fossili segni di dita
ordinati dai cuori

Un pallone sgonfiato
una rosa appassita
e una dentiera spezzata
da un amaro sorriso
cimeli d'un sorteggio d'autunno
presenziato da tablet

Il sole spedisce le valige
e le raggiungerà
dopo avere schedato
le ultime teste pelate
e partirà a notte fonda
lasciando appisolata la luna
dopo una copula
onde evitare retorico addio
----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: PENSIERI E CALURA   Gio Lug 30, 2015 3:34 am

Ferie col binocolo
di gente in case di lamiere 
che possono volare
e che non crede più in Dio
e si difende con iatture e scaramanzie

La parola patria, lapide di stupori
uccisi dall'indifferenza
e le facce bacheche ambulanti
ricercate dal fisco

Qualcuno ride per lanciare
di moda la noia
ma sommerso di smorfie
poggia all'orizzonte
i denti a tagliola
sperando d'intrappolare il domani

I vecchi seguiti da pensieri attardati
ogni tanto si fermano
si mettono un muro alle spalle
per non farsi sorpassare
da qualche scatto d'orgoglio
di un'idea malsana

Il mare, calda placenta di cagna
e i figli se la contendono a coperta
ma una sirena dice serve a coprire le ossa
stanche d'esser suonate dai pesci

Spugnosi cipressi assorbono
raucedini di voci
spezzate a tiro di fune
da smartphone che allenano i morti

Birre e vino annegano cocomeri
che eruttano coprendo rumori
di canzoni sbagliate e usate
a invettive da amori nati
da geometrie guerce di sguardi

I bambini allattano seni di sabbia
e quelli di madri usati  a tarare
sui tetti banderuole che riproducono galli
col verso strozzato dal vento
---------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: SABBIA E MIRAGGI   Lun Giu 29, 2015 12:54 am

Accucciati a ombre volubili
cuori domati
dal silenzio
vociato dal vento
supplicano respiri
a regolarità placebo

Commercio a giro di fumo
cammelli e capre
illusorio cambio
tra barbe a calendario
e denti a specchi
al dialogo di riflessi

Occhi di brace
vedette d'oscurità vaganti,
donne attizzano libidini
nello scrigno del tempo

Tende, statiche al provvisorio
perpetuato
vele senza meta
spugne di voci a mitraglia
e cupole di gesti
alfabeto di sabbia
nel fruscio scrive
amalgama all'indefinito

Moneta coniata al luccichio
poggiata al drappo blu
il sole paga e riscuote
preghiere al creato

Dune,testamento
di tutti e di nessuno,
orme cancellate
sigillo al lascito

Nell'incavo di turbanti
il nido dei bambini
cibati tra grate di veli neri
---------------------------------------------
Da:Soste Precarie

ww.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: UFFICIO POSTALE   Lun Giu 22, 2015 2:07 am

Balli di bastoni e dentiere
all'ufficio postale
chiamati da impiegati
che a bassa voce
gli urlano il nome
tra occhi e orecchie
collegati da un filo
sopra l'abisso

Sedie piombate
al tambureggiare di ossa
numeri in fila
premiati a display
e a filigrana frusciante
al giro di giostra

Lamenti iracondi
bagnati da salive
tracimate da labbra snervate
cani a guardia d'artrite
tra consonanti e vocali

Colla, timbri e computer
futuro e regresso
al tiro di fune col senno di poi
arbitrati da un orologio
crocefisso ad un chiodo
e con i figli su polsi
che dondolano e giocano
a nascondersi a maniche

Una campana ricorda
che il tempo è anche rumore
e qualcuno paventa
a casa un sugo bruciato
mentre a mezzo giorno
due lancette in amplesso
intente a slacciarsi in discesa

Sbuffi e mugugni
tra piedi di statue
e accelerati sollievi,
traguardo il ritorno
---------------------------------------------
Da:Un temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: MIETITURA   Ven Giu 19, 2015 2:24 am

Dita frizionano spighe
e occhi vitrei
s'ammorbidiscono
al canto di grilli e cicale
e andirivieni di formiche

Ogni chicco incanta un pensiero
e milioni le bocche

Rumori d'ali in affanno
grano in caduta ai sacchi,
fremiti di ciglia ai mercanti
dipingono taccuini

Sabbia al deserto la farina
-pane, pietre focaie
a operai clandestini
convertiti a pomodori

Quadri gialli
solcati da mostri ingordi
scie di paglia digerita
e incendiata ad arrostire
l'ultima quaglia
e il fumo deride la calura

Morbido deserto, i campi
cimiteri d'animali attardati
supplicano nuvole a redenzioni

Il letto del sole
ha perso la sua ovatta
e i raggi riposano su tavolaccio
con ossa rotte pensano altri luoghi

L'ultimo pastorello
caduto dal suo sogno
vedeva tra spighe ricce
cornice a due scaglie di cielo
... occhioni del suo amore
--------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioOggetto: TEMPORALE   Dom Giu 14, 2015 2:39 am

Timidi innamorati
recitano distrazioni
impattano gli ombrelli
e a scusarsi si scambiano
per la prima volta le voci
e scintillano sorrisi

Pozzanghere
girate a specchi da monelli
a riflettere sotto le gonne
e i copertoni si divertono
a interrompere l'agguato

I cani scrollano acqua dalle schiene
e gli spruzzi nella fretta
sui vestiti evaporano a grugni

Berretti colorati
oltre il raggio dei pensieri
puntellati dalle mani
ostili a geometrie
indicano portoni
lapidi al piattume

Qualche lampo muto
cade all'orizzonte
limite al grigiore

La vecchietta osserva i suoi fiori
assaliti da lumache
e benedetti dai ricordi
e uno passa per gli occhi
e fugge con le gocce

Uno squarcio azzurro al cielo
cratere di missive
ritornate agli implori
----------------------------
Da : Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: QUANTI ANNI   

Tornare in alto Andare in basso
 
QUANTI ANNI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 26Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 15 ... 26  Seguente
 Argomenti simili
-
» Smigol
» Io non dimentico
» Abito anni 50
» 2011 Walt Disney World compie 40 anni
» Quotazioni degli anni passati...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE DI MICHAEL SANTHERS-
Andare verso: