BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividere | 
 

 QUANTI ANNI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 15 ... 25  Seguente
AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: QUANTI ANNI   Lun Lug 19, 2010 2:52 am

Promemoria primo messaggio :

Ho il doppio degli anni
della vita massima
di un cane di buon padrone

Ho gli stessi anni di un mercante
tra l'avvio e l'arrivo
meno quelli di un bambino
al primo stupore

Ho gli stessi anni di un padre
che smette di esser figlio

Ho gli stessi anni della metà distanza
tra gli occhi e il tramonto
dietro l'ultima collina

Ho la stessa età di chi può anche arrendersi
e il doppio di chi spera senza affanni

Te lo dirò bambina mia
anche se il conto è facile
ho solo cinque anni in più del tuo sorriso
---------------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SPORT PROMISCUI   Sab Giu 06, 2015 3:55 am

Rimpinzati con fette di salame
dai loro allenatori,i cacciatori
con  pance a davanzale
sostenute da treppiedi
guerci aggiustano la mira
e sparano all'impazzata tra i cespugli
mentre il presidente del circolo
conta  animali abbattuti
poi un fucile passa con gli avversari
e lo sparo dilania il proprio atleta
-S'interrompe la gara
i corvi gracchiano nel cielo
un usignolo stonato dal terrore
canta il requiem di Mozart
e una lepre  zigzagando
a perito topografico
in matematiche osservazioni
metriche fotografie
----------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: DIARIO DI SPIAGGIA   Gio Giu 04, 2015 2:39 am

L'avvocato Pelandra ripassa il codice
e le zanzare curano la punteggiature
ma ogni tanto s'inchioda un pensiero fisso
e una macchia di sangue alla fronte

Orecchie d'ombrelloni mosse da leggera brezza
salutano il ristoro e scoprono qualche occhio
appollaiato su schiene finte a distendersi
e nel crac mimato svelano anni persi

Giungla di berretti colorati e labirinti di randelli
ove la calura insegue vibrante le sue vittime
scudate da ventagli a coda di pavone
che nulla possono al fumo di sigarette
stracarico di messaggi criptati

Vecchie Thenardier, pascolano figlie
intente più al restauro che al sole
impietoso lustra errori camuffati
e allora le madri tentano seduzioni collettive
e assemblee di sorrisi s'adombrano a mani tegolate

Sciaborda il mare pelli invisibili
lasciate mentalmente a muta di serpenti
e invece identiche in nuova veste
con aggravio del sale a irritarle a repulsioni

Schiamazzi di bimbi inducono a serrare
con giornali orecchie in divago
e le notizie retoriche diverse solo nei titoli
s'insabbiano per essere dimenticate

Sguardi posati su qualche seno prosperoso
interrotti da gomitate s'alzano al cielo
alati da mormorii e subito accecati da lame roventi
e tornano a memoria a rimirare piedi frenetici
ingordi d'oltre sognato

Instancabile il mare da millenni
respinge sulla battigia le anomalie aggiornate
sempre risucchiate dall'acqua disobbediente
-----------------------------------------------------
Da:Soste Precarie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: BESTIARIO II   Sab Mag 30, 2015 1:49 am

I politici rubano a dismisura e i cittadini li premiano
fanno la stessa cosa gli zingari con minor danni
e vogliono sterminarli ma fortunatamente
c'è sempre qualche politico che  ha letto Dante
e..aver compagno al duolo... scema la pena

I turisti vanno nei paesi dei migranti
i quali cortesemente ricambiano la visita
ma sono sgraditi ospiti

I ricchi sono tali perchè hanno fregato i poveri
che li ossequiano sognando di diventare come loro

I poveri nelle baracche o negli scantinati
convinti con la sopportazione di fregare i ricchi
e un giorno abiteranno in grandiose ville 
grazie ai preti che intercedono per loro
per un'abitazione con vista cosmica in Paradiso

Se una persona onesta si candita nessuno lo vota
altrimenti gli elettori dovrebbero ridare indietro
almeno mentalmente se tutto va bene
il bottino pregustato associato al loro voto

I profughi assetati fuggono dalla siccità eterna
e l'unica volta che per strada bevono abbondante
esagerano e ci lasciano le penne

Tutti amano gli animali a tal punto
che con galateo li ospitano sulle proprie tavole

Destra, sinistra non sono nè indicazioni stradali
e nè appartenenze politiche ma è solo il modo 
per distinguere chi da un lato sta mangiando 
e chi dall'altra in attesa deve  mangiare

Oggi tutti si lamentano della privacy
ovunque gente a ficcare il naso dappertutto,
il problema è di facile soluzione,
basta scagliare due verità e tutti fulminei
spariscono dai co...collaudati silenzi

A messa sento ripetere,la chiesa è la casa di tutti
ma quanti di voi hanno una copia della chiave?
------------------------------------------------------------------------------
Da: Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL MATEMATICO   Ven Mag 29, 2015 1:46 am

Le ore e i minuti dominano gli eventi
i sogni sono un incidente
nelle ore delle notti
che passano con visibili misure
per coincidere con il giorno successivo

Stasera c'è la luna
calcolata in un eclisse senza misteri,
stasera tua moglie andrà a dormire
con amori immaginati
senza peccati,senza numeri
con un orgasmo senza regole
e senza formule

Tu lo spiegherai con una febbre
con le cifre della battaglia
di antidoti  disertori
conterai i minuti del conflitto
e quelli che ci vorranno per la pace
e quanti ne dovrai annullare
per l'equilibrio

Ricordati che ti sparerai
squallido matematico
nell'equazione:
amore, milioni di sensazioni
che si annullano in due corpi
che in estasi 
........s' annullano
----------------------------------------------
Da:Parole Fredde
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: BERBERI   Gio Mag 28, 2015 1:11 am

Onde di sabbia
labbra del sole
truccate da serpenti
baciate dal vento

Eterno malleabile
durezze di ombre
avamposto di figure
mai avvertite

Capre imploranti
a rami d'acace
e gobbe di cammelli
misure di rimanenze
e vocabolari di pietre
a spiegare l'indefinibile

Carezze di calura
su forfora del tempo
vola negli occhi
lustra a rinsavire
orizzonti mentali
accorciati da fatiche

Mosche in appiglio
a nasi di bimbi,
fastidiose e a pararle
giochi ritrovati
in solitudine estrema

Nel vento voci di avi
mistici suggerimenti
Dio veglia nei dubbi
e sognare è una sosta
per ritrovare nell'infinito
pace confusa all'oblio

Oppiacei fuochi la sera
le donne mandano missive d'amore
con scintille e scorpioni,
s'apre ogni scrigno nel buio
e amaca ai nervi l'atmosfere
l'anima vola
---------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ALCOLIZZATI   Mer Mag 27, 2015 1:50 am

Alcolizzati, granchi in fuga da se stessi
ignari si suicidano lentamente,
contano il tempo con le lune
tra le stelle li guidano a casa
in compagnia delle loro ombre,
che distorte bilanciano il barcollare
e convincono che un'altra bottiglia
ci poteva stare come timone
per virare oltre gli scogli dell'anima

Su lingua a balcone di rudere
le parole s'affacciano annegate
e con l'ultimo respiro rotolano sui piedi,
qualcuna prova a volare e s'impiglia alla mente
soccorsa dagli occhi la portano all'anima
ove muore sotto bisturi di rimpianti

Tra bottiglia e bicchiere in orgia con le dita
bollenti nell'intenzione di baciarsi
e l'urto fa da campanello all'ultimo ricordo
sfuggito alla tempesta balla nel cervello
allora per cacciarlo tuona una bestemmia
incollata alla saliva, scivolo ad attenuarla

Nell'alcol nuota sempre una sirena
col volto confuso nei fumi termali
e a soffiarli prende forma su una foto
asciugata da un sorriso e appesa al domani
che il tempo non riconosce
e la fa volare nel destino

Piange una vigna votata all'allegria
costretta a illudere il dolore
finto enologo trasforma nettare a fiele
----------------------------------------------------------
Da: Normalità' Incondivisibili Tra Maschere Clonate

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: Re: QUANTI ANNI   Lun Mag 25, 2015 1:41 am

Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PIANTE   Lun Mag 25, 2015 1:27 am

Piante nei giardini
dove non vogliono stare
a contare zampe di cani
o strozzate da altalene

Assetate negli uffici
implorano segretarie
intente a truccarsi

Lungo la strada
fatte passare assassine
spezzano follie
a bordo di siluri

Regalate a chi non le vuole
e messe in galera e dimenticate
dagli occhi

Testimoni forzati
a promesse d'eterno amore
ma poi ricordano dolore
e condannate a sparire

Dimore gratuite d'uccelli
ma gli umani chiedono l'affitto
sparano sui rami e li sfrattano

Biblioteche di parole
narrate da panchine
congelate in inverno
e a volte sciolte per sempre
da campane

Orologi di ombre
segnano umori e fatiche
poi un giorno qualcuno
non gradisce la conta
azzerata con una motosega

Piante
croci viventi
in attesa d'essere assegnate
a oblii e redenzioni
e nell'immobile calvario
sorridono coi fiori
piangono al rodaggio delle accette
--------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ALL'INIZIO (amore)   Sab Mag 23, 2015 1:28 am

All'inizio giocai
a resistere lacrime e tosse
poi piano amai le tue nuvole
che mi entrarono dentro
e annebbiarono i demoni
trovai pace apparente
a ogni bacio scacciai
i rimorsi
fosti
un pesticida nell'anima
a far fuori amori parassiti
aggrappati al tormento
del cuore

Sentii i miei nervi
molle di gomma
in abbandono ai capricci
della malinconia

Poi lenti
abitudine e sputi
di ombre già avvezze
allevarono draghi nel vino
allo stomaco
scomparve l'idillio
diventammo la solita coppia
sotto unico tetto 
apatici,fino a sopportarci nell'odio
testimone del vivere
ma ti perdono
sei solo tabacco che brucia
e io ti ho sostituito a 
un amore di carne
.. oh! mia sigaretta...
-----------------------------------
Da:Vite Tremule
www. santhers. com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CALURA   Gio Mag 21, 2015 2:04 am

Il mare gonfio di sereno s'addormenta
i pesci correggono i compiti del destino
e sull'acqua macchie d'errori
che gli uomini si lanciano

I motori vibrano risate del sole
e i raggi inanellano calura
e fotogrammi d'occhi imprigionano
disordini mentali subito vegliati da malinconia

Pigri i pensieri trovano alibi di soste
nella punteggiatura di mosche
e su qualche testa pelata
disegnano traiettorie al rintano
a volte interrotte da mani
stanche in salita al segno di croce

Rimbalzo di voci che non hanno trovato orecchie
e cercano d'incollarsi alle vetrate
convertite a specchi,bugiardi al peso forma

Gli alberi si curano artrosi
e le ombre midollo nero,pece d'ossa stanche
incolla erba assetata a fosche nuvole imitate

Bussa qualche pallone sull'asfalto
e tenta di vendere calura a Lucifero
intento a spiare da qualche buca
qualche canaglia da arruolare
e una bestemmia può essere assenso
a inamovibile contratto
-------------------------------------------------
Da:Voci Dall'Inferno

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL PALLONE   Dom Mag 10, 2015 1:46 am

Piccolo mondo nel mondo
gonfiato a parole e schemi
girato a piedi
messo nella rete
gioisce chi l'imprigiona
triste chi lo libera

In scala da uno all'infinito
effimera rotondità
calciarla,domarla, indirizzarla
il sogno recintato a cerchio

Geografia d'aria
per unica lingua
unisce e divide
a coltelli e abbracci
rinviati a pace
in sospeso onore

Perenne infanzia
nel gioco adulto
invano a cambiarla,
un sogno lucido a puntate
riprende sempre trama
va oltre l'amore,sbronza
al termine azzera l'idillio

Sotto effigi di
lupi,aquile,serpenti e scettri
metafora d'inconscio dominio
di soggettivo globo
prestigiato a spalti
con occhi bolle di sapone
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FARI   Gio Mag 07, 2015 2:15 am

Alla luce dei fari
le volpi si fermano a riflettere
e decidono di morire
fanno la stessa cosa i ricci
-Giudici i gufi a volte
assegnano il pareggio
e l'investitore fa la stessa fine

I fari arano la notte
e nel solco subito appianato
seppelliscono i pensieri,
da germogliare al fato

I fari sono spade
col motore che alla caccia
fa da battitore
inseguono il mistero
avvolto in nebbia nera
ma infilzano solo dubbi

Nel proprio mondo lamierato
dietro souvenir del sole
c'è fretta di arrivare
e voglia di isolarsi

Fari metafora dell'ignoto
illusione a svelarlo
in velocità occultato

Stelle terrene
al massimo ospitano speranze
sloggiate al risveglio del sole
irritato alla parodia del plagio

Amore
questi artifici del progresso
sono i nostri occhi ridenti
nell'oscurità delle nostre anime
a illuminare l'addio
al non esserci mai trovati
--------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CHIARO DI LUNA   Lun Mag 04, 2015 2:27 am

Bianchi macigni
cotti dal sole
inanellati di blu
nuvole addormentate
sfondo a una luna incinta
che pascola ombre
minacciose
tese agli agguati
decifrati nei fruscii
e nel silenzio
matrioske di fauci
scrigno d'occhi bevuti

A zonzo i cani
mimando pasti a ricompensa
coi peli a sensori
rastrellano note
da abbaiare al mattino
e spezzare il sonno dei padroni
caduti in altre vite immaginate

I rami geroglifici d'uccelli
appollaiati a calamai
e le stilografiche
denti di faine e gatti

Non c'è vento
somma di lamenti
è ritornato ai morti
vampiri atterriti
al faro nel cielo
ladro del buio

Sui tetti amori clandestini
appartati copulano
nei comignoli
garçonniere di sogni
affittate da anime irrequiete

Le stelle lingotti d'oro
nella banca del mistero
garanzia a far stampare sulla terra
forfettario equivalente
sotto conio di vagiti e salme
da far circolare ai mercati
del bene e del male
pignorati dall'indifferenza
-----------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: NOTAIO PECE LICANTRO DELLE BORE   Gio Apr 30, 2015 1:36 am

Nelle serrate bocche
a tagliole chiuse arrugginite al disincaglio
i denti si baciavano, sgomitavano
e lenti si limavano senza saliva
e le bave al gozzo atterrite da moniti
nell'attesa a lubrificare  spolpo,
iene lanate  riflettevano la recita
domata da nervi tesi e vene violacee
nel pallore che reggeva farse al dolore
specchiato su penne stilografiche 
e dorso d'orologi lucidati a festa
-Il notaio Pece Licantro Delle Bore
con occhialini precari sul naso aquilino
assicurati a un bisunto filo pigro
grillettava pagine tra scheletrite dita
e biascicava a mo di preghiere
col capo che ripeteva ondulati assensi
a non deludere attendenti
poi lesse con roca voce il testamento
all'inizio appisolante, poi a seguire
a ogni volto una mimica guidata da realtà
e bronci, sussurrate invettive
occhi ridenti, sogghignanti
lucidi, arroventati,imbalsamati
mani a suppliche e a iattura
ai capelli, alla fronte, al basso ventre
-Uscirono dallo studio
tutti in cerca di una coltelleria
tranne qualcuno di uno scudo
-sussurrò il notaio
quanti bravi attori
peccato che nessuno sappia
portare a termine il copione
----------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FLASH D'APRILE   Mer Apr 29, 2015 3:50 am

I fiori si salutano col vento
si mandano messaggi d'amore con le api
ripagate col nettare

Filtra dai rami il canto dello scricciolo
accorda la voce per far colpo sulle femmine
muove la coda a ogni vocalizzo
danza sui rami, arruffa le piume
per sembrare più grande

Scaglie nuove
pannelli solari
sulla pelle di lucertole
accumulano calore
per elettrizzare il sangue
a impeti riproduttivi
e a scatti fulminei per divorare insetti

Volano a pelo d'erba nelle radure i merli
sventolano vermi da portare al nido
cantano per distinguersi dai corvi
s'infiltrano nei boschi
a zig zag cuciono ombre
per confondersi e non perdersi

I prati vincono i calpestii
e si riprendono i viottoli 
rivestono il fango secco
con velluto verde

L'odore delle ossa vecchie
da spugnose a secche
incita i bastoni verso viole 
da mettere tra labbra
al posto di puzzolenti sigari
------------------------------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL PORTIERE   Dom Apr 26, 2015 1:07 am

Muoiono inibizioni
sotto  coperta scura
ricamata da stelle
rattoppata da nuvole
ma nel cielo basso della hall
in galera l'orizzonte
labirinti i numeri alle porte
mantice d'organetto
spingono i fiati sulle note
s'inceppano al risucchio
stridulo a forzarlo

Mentalmente conta
spergiuri il portiere
e gli assegna un prezzo
da quattro soldi
tanto valgono
gelide carni arroventate

S'arrotolano ansimi
in nicchie di parole
e consonanti e vocali
lottano a decimarsi
si copiano alle tende

Profumi a strati
su pelle tastata
insultano una rosa
e i petali muoiono  farfalla

Madonne all'addio
verso chiese da riconsacrare
e fruscio filigranato
nel silenzio del doganiere

L'arrivederci
precario  prenota
date occulte da inventare
----------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: ONOREVOLE TITO ACETO   Sab Apr 25, 2015 4:12 am

Lupus ovium non curat numerum
Buon giorno,a tutti buongiorno
degli assenti ce ne frega un corno
-sono l'onorevole Tito Aceto
per voi amati elettori solo Tacete
-Amici compagni camerati,camerieri
ideologie a giro,la terra è rotonda
perciò senza semafori 
cuore a sinistra
stomaco a centro
fegato a destra,
autopsie ideologiche solo al macello
-la pecora con le corna e qua lo dico
è sempre ovino con la lana
( che sarà filo che vi porta a me)
ma si chiama montone
gaudeat et intendatis
e il pascolo è per tutti
con dovute gerarchie,
la democrazia siete voi
perciò potete scegliere un capo espiatorio 
(non capro abbreviazione di caprone)
che elimina chi non vi piace,
onde siccome suole
scarpe per tutti
-basta asini, solo puledre
la soma siamo noi,che vi rappresento,
votate il contrario di chi vuol vincere
così vinciamo noi, tranne voi
che poi sarei io al plurale
-basta ladri ma solo guardie
alla refurtiva che andrà ai Giudici
-votate bene, così il rimorso
andrà al peggio di ieri odierno
proiettato al futuro
-oggi c'è il divorzio breve
ma se sarò eletto farò di meglio
ban legisperitis, via avvocati
ognuno di voi sarà ermafrodite
e farà l'amore con se stesso
e a seconda potrà propendere
a mano a mano
al solitario già esistente
....w L'Itaglia e non la paglia
a voi le penne a me la quaglia
giusto due rime poetiche
onde evitar le pertiche
-tibi me virtus ad muscas
-amentibus propagetur tanquam cuniculi
----------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'OROLOGIO   Ven Apr 24, 2015 1:45 am

Carrucola del tempo
tira e scende il vuoto
che ognuno misura
coi battiti del cuore
applauditi dalle ciglia

Affetta l'invisibile
e lo dà in pasto
alla fretta, alla noia,
ansimi e sbadigli il baratto

Un foglio ed una penna
inchiodano le lancette
su inizio e fine degli umori
a volte al capolinea

Inseguito da luci e ombre
che vogliono riprendersi la scena
saltellando va con le sue croci
che s'inseguono verso l'infinito
e danzando sopra un polso
o messo impiccato a una parete

Regalo degli amori
accelera bramosie
o porta a traino indifferenze
e va in ferie nelle abitudini
isolate nei calendari

A volte decorato
per impreziosire agi
ma lui freddo e schematico
va dal vagito al baratro,
spesso premiato in un cassetto
a macerare guerre d'approprio
o armistizi intitolati
alla buonanima

Orologio
scrigno di tante anime e un solo cuore
con l'ingrato compito
di leggere il lungo libro della vita
e inventarsi di volta in volta
pagine compiacenti
copiate al destino
-------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SOSPENSIONI   Dom Apr 19, 2015 2:25 am

Il suo lavoro
aspettare alla fermata dell'autobus 
che non prendeva mai
-il suo stipendio
l'attesa che lo teneva in vita
puntuale ogni giorno
attendeva il vuoto da riempire
con una scadenza da rinviare,
non s'annoiava mai
perchè ogni momento
poteva essere quello giusto
e la sorpresa poteva  immaginarla
era padrone della sua anima
sempre allertata non aveva spazio
nè per la gioia nè per il dolore
e il tempo furente non riusciva
a rubargli una mimica da imbalsamare
-Un giorno Lei scese alla fermata
e si accorse di averla attesa per anni
e all'improvviso si riempì
quel vuoto sempre vegliato
ma con lo sguardo non riuscì a trattenerla
e le parole persero la voce,
l'anima il vigile lavoro,
licenziata per  sempre dal dolore
-alla fermata è rimasto
il suo fantasma
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: REDENZIONI   Gio Apr 16, 2015 1:46 am

Scheletri senza gemme
alberi al capolinea a primavera
tra colori che gareggiano
e cantanti che non hanno superato
l'inverno dei fucili
e rimasti nelle orecchie

I serpenti ingozzati
del sonno della terra
lo rigurgitano al sole
e i vecchi lo raccolgono a rate

Gli amori maceri di lontananza
alcolici inebriano gli addii
alati a migrazioni
ritornano ai cuori
svegli da letargie
pulsano vividi ricordi
a petti carapaci
girati a tamburi di marce d'assalto

Persino i pistoni dei motori
stanchi di inseguire le valvole
cambiano rumore
e in estasi alla carezza di un piede
o di una mano chiusa
fanno serenate ai paesaggi

Aleggiano redenzioni nei cimiteri
i cipressi rinverdiscono il fogliame
e a ogni alito di vento
scuotono il dolore appollaiato
sui rami che tentano scalate al cielo

Vittoria dell'azzurro sul grigio
il sole si gode lo spettacolo
gioca sui pori di teste pelate,
sudate si prendono il suo oro
e lo mettono sotto berretti a cassaforte,
sorridono avide le mogli

Via vai di croci vellutate
rondini vorticano redenzioni
le allenano al creato
disegnano fantasie
copiate da nasi di bambini
con indici a tergicristallo
tra stupori e occhi di madri,
terre felici ai germogli precoci
-
---------------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: SOGNI NETTURBINI   Lun Apr 13, 2015 12:57 am

Quando il loro carceriere
la vigile mente, s'addormenta
i sogni,netturbini 
della sporcizia dei pensieri
scendono nell'inconscio
e fanno pulizia
-a volte trovano tra i rifiuti
ordigni inesplosi
e o li disinnescano
o li fanno esplodere
ma spesso si feriscono
altre solo si spaventano
poi ogni tanto saltano fuori i ricordi
rottami dell'anima
fotografati dagli occhi 
e senza mai essere archiviati
e la coscienza li reclama
per una mostra al rimorso
-Vocii e trambusti
specie di notte
svegliano condomini
idee accantonate
s'affacciano sudate
urlano alla ragione
suprema guardia
della galera vita

Sonno,teatro 
sogni, attori 
a prove di morte
per unica via di fuga
-libertà spaventosa
-----------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VECCHI A PRIMAVERA   Dom Apr 12, 2015 1:28 am

Dove non arrivano i berretti
mani a prolungare l'ombra
e le ciglia a balaustre rotte
s'oppongono alla luce

Ogni tanto scoperchiano pelate
e grattano pensieri pigri,
desti dal torpore
dondolano l'amaca dei ricordi

Puntano col bastone il sole
dubbiosi a inchiodarlo al cielo
o a impaurirlo a vederlo correre
poi lo bannano con gli occhiali

Seguono il volo delle rondini
e con le traiettorie
disegnano terre perse
nella guerra dei sogni

Coi piedi pettinano l'erba
contano  ciuffi  anni alle spalle
e coi fili quelli che possono andare avanti
col calco firmano l'armistizio col dubbio

Passano donne
crac di schiene raddrizzate
col gozzo le affogano nel vino
fradice le sputano sul selciato
le coprono con pelle di parole

Maledicono i rumori
frustano i discorsi
appesi alla memoria
cadono nel ricominciare
e una bestemmia tenta
di accenderli con umide parole
------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FACEBOOK   Gio Apr 09, 2015 3:51 am

Seduti a tavola a pranzare
con in una mano la forchetta
e con l'altra a messaggiare su facebook
ove anche gatti e cani di fede Buddista
guerci tra reverenti inchini
si chiedono amicizia
da condividere coi topi assoldati ai click
e le galline astemie inviso a capponi
tengono corsi vegetariani
alle volpi vestite da pecore in preghiera
mentre le lepri a cronometro
si vedono in foto sonnecchianti
in orti d'insalata rigogliosa
recintati da fucili fioriti
e coltelli a croci dismesse
-Tra un post e l'altro
vegliato da un boccone
semina di briciole tra lettere percosse
foto di politici da insultare
per poterli poi soddisfatti votare
-A pausa di tutto spunta
raro fiore al deserto
una donna a posa di calendario
e tutti a cliccare gradimento
ma qualcuno dissente
e dice troppa plastica
e indica postura punitiva
-Nemica d'ogni idillio,la noia
subito spazzata da scenari di guerra
e decapitazioni da pareggiare a parole
-Ognuno sulla tastiera
suona il suo inno di gloria
agli spettatori intenti a suonare
............il proprio
---------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PRESAGI PASQUALI   Lun Apr 06, 2015 2:17 am

Nuvole grasse, imbolsite
accompagnate da un sonnambulo
vagano senza meta
e ogni tanto qualcuna
solleticata da implori
urina su fradici campi
assetati di caldo

Gioca a nascondino il sole
e qualche raggio disobbediente
tatua una testa pelata
con l'ombra allunga un naso
mette incinta una donna
a dispetto rende obesa una dieta

Valzer di chiome al vento
salutano a vuoto
e ricompensate
da un nido di gazza
cappello di spine rovesciato
elemosina al cielo
la corona di Cristo alla croce

Argentei serpenti
ruscelli nell'erba
strisciano in cerca
del riflesso di un volto
e qualche uccello col becco
l'inchioda nel torvo
a segnare un agguato

Ulivi con foglie verdi
imbottite di grigio
ricordano l'orto nefasto
ove le lance, penne
al calamaio di sangue
accerchiarono il pegno ai peccati
--------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CIGLIA   Sab Apr 04, 2015 2:52 am

Virgole di sguardi
tergicristalli di pianti
ali di sorrisi
rosari di vanità
grondaie d' imprechi
siepi d'assensi
berretti sventolati su specchi
trappole di polvere
pennelli d'amore
fronzoli festanti
reticolati d'oblii
quisquilie retoriche
vedette poetiche
------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: PRIMAVERA   Ven Apr 03, 2015 2:19 am

Si sciolgono
gli ultimi diamanti
sul muschio
redento al verde
sotto rami a forchetta
in metamorfosi a cucchiai
impauriti da bocche di capre
dispettose, saltellanti
indecise a scegliere
leccornie forfettarie

Rigagnoli
collana all'erba
e pozzanghere
a occhi torvi ai piedi
smaniosi al soffice,
verdetto il calco

Ragli e voci
con altoparlanti a valli
si scambiano vinili
girati a orecchie,
ballano bramosie

Segreti di topi
srotolati da buche
e letti da piumate aureole

Lavagna il cielo
sporco di nuvole
cancellate dal vento,
nel soffio il divenire

S'inseguono
fiancheggiati da monelli
promossi a giudici
motori e cani,
corna d'ariete al podio
e verga di pastori
additi a leggii
a motivare aleatori premi
-----------------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: EPITAFFIO CONDIVISO   Gio Apr 02, 2015 1:17 am

Vecchio albero
unico amico mio, 
siamo qui circondati da mille colori 
e canti festosi raggiranti
in questa primavera invadente, 
solo tre gemme sul tuo scheletro, 
i ricordi,l'amore,la vita andata, 
io inerme sotto l'ombra affettata, 
maligni raggi filtrati a spogli ceppi 
disegnano la dentiera della morte, 
-E' il luogo dell'ultimo bacio, 
a cui donasti un fiore, 
ora complici anche nel dolore 
io ho perso il sangue e tu la linfa, 
a entrambi questo sole 
ci sta bruciando 
.....anche l'addio
------------------------------- 
Da:Pietre e Utopie 
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: APRILE   Mer Apr 01, 2015 3:44 am

Bacchetta d'orchestra frenetica
la coda biforcuta di fringuello ispirato
dirige il canto col sottofondo 
dello scroscio d'argenteo torrente
che all'inciampo ai ciottoli
schizza scaglie vorticanti,
specchi al rimiro in vanità di fiori
e rallenta la sua corsa 
al cimitero di lacrime
-Dio della luce accarezza e domina
primizie e resurrezioni
e ognuno firma la vita
con voci,amplessi, colori,pianti 
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: VIAGGIO INTERIORE   Sab Mar 28, 2015 3:20 am

T'accorgi d'amare la poesia
quando tutti ignorano le tue poesie
che servono a te stesso
ognuna è un passaporto
alla dogana dei tuoi labirinti mentali
ognuna è una mappa a guidarti
nella giungla dell'anima
e nel perderti e ritrovarti
conoscerai te stesso
-Attenzione!! agli elogi
sono un treno di prima classe
veloce  nella notte
ti porta dritto al capolinea
omettendo meravigliosi paesaggi
e ricorderai solo i fronzoli
lussuosi del vagone
ammirati da fermo
mentre fulmineo correvi
-La poesia ,stella polare
guida il navigatore satellitare
il poeta, nel suo inconscio
ma spesso disturbato
e indotto a errori
dal frastuono dei lettori
-----------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CERCEMAGGIORE   Mer Mar 25, 2015 4:25 am

Porro di geografia
dorme su sassi e macigni
solleticato da voci
radunano il tempo
lo giocano a indovini
arbitrati dalla noia
e a ogni bocca spalancata
un punto a chi non sa rispondere
moniti a sorrisi vuoti
elogi ai dubbi a propendere

Le case sembrano prendersi a spallate
a guadagnare un centimetro
e stiparci un ricordo
cabala di qualche amore

Cespugli ai pendii
ispide barbe
a nascondere nervi tesi
da mimiche disarmoniche
a occhi torvi e lucidi al progresso
che li dondola al tramonto
trespolo di preghiere
impuntate al baratro
spronate da biascichi
a raffica di litanie

Geometrie di code
guidano abbai di cani
a scarpe al diniego
di porte a valvole di segreti
maschere clonate

Svetta il campanile
antenna d'implori muti
trasmette foto
che nessuno riconosce
perse nei racconti
orfani dei narranti
sotto punti cardinali

Qualche fulmine
lingua al dolore
salda cielo e terra
e autostrada di speranze
al pianto che ritorna

Cantano gli uccelli
festosi non sanno contare gli anni
la loro vita, attimi senza meta
sommati all'ignoto
-----------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LA NOTTE   Lun Mar 16, 2015 3:19 am

La notte
non è alternativa al giorno
ma una coperta al sole
che stanco di vegliare storture
s'addormenta
e le stelle abat-jour dei sogni
in attesa di giungere al Divino
e quando stanchi o rifiutati
vanno a ubriacarsi
alla taverna luna,
sbronzi vomitano
annaffiano la terra
arroventata dal Diavolo
e i vapori annebbiano
il delirio degli umani
spugnosi conciano le anime
e talee le ossa
germogliano orologi
contano batter d'ali
della morte
----------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: CITTA'   Gio Mar 12, 2015 4:51 am

Figure a rubare respiri
vivono a fotocopia
tra tanta gente
per il gusto di'ignorarla
parassiti di moltitudine
alimentano individualità
gente solitaria,
esser tale ha bisogno
di confusione a confronto
-Traffico e rumori
mantra ventriloquo
a ricordare se stessi
a non smarrirsi alieni
nella folla
sommata in detrazioni
-In alveari
disubbidienti alla regina
col sogno d'ammazzarla
e prendere il suo posto
-Mode e tendenze
rincorrerle e pareggiare
solitudine collettiva
e in ripartenza a isolarsi
perpetuo inganno
piagnistei al tramonto
----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RAMMARICO   Lun Mar 09, 2015 3:17 am

Il tempo una ruota in salita
rifiuta il capolinea del dolore
e a metà strada
fiacca chi la spinge
lo travolge
e si prende la discesa

Ho scritto poesie per ogni anima
e qualcuna l'ho tradita
nel leggerla era la mia

Gli occhi assoldati dai pensieri
molte volte hanno riso
prostituendosi coi sogni
e la parcella un sogghigno
per ogni dente

Gli amori in bella copia
sgorbi d'ombre sui muri
e a distinguerle il distacco
con spada di luce

Il rammarico
insegue il futuro
e per fermarlo
come croce a vampiri
il ricordo in una foto

Sono stato sempre me stesso
e in metamorfosi
ad avere i vostri sguardi
per rubarvi la vita
mentre la mia ormai acqua
ove provavate i colori
ognuno alla propria maschera
------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: IL TEMPO ASSASSINO   Dom Mar 08, 2015 1:58 am

Il tempo è un assassino perfetto
ogni attimo commette reati
e i suoi testimoni i ricordi
di giorno in giorno per seguire il presente
e controllare il distacco e s'allontanano
dalle prove concrete
fino a chiedere alla mente
lumi per l'inverso tragitto 
che porta alle origini dell'incarico 
da essa stessa ordinato,
l'amore è il solo che prova a fermarlo
orologio il cuore a segnarlo
ma poi il dolore occulta l'indagine,
blocca le lancette e nell'ultimo strascico 
in salti le loro orme,la sola misura
in rughe profonde sui volti,
-Monumento che non accetta  piazze
l'anima fatta asciugare su un foglio
ogni lettera una sosta all'indagine
traccia del reato al quale complici
abbiamo aderito per dare un senso alla vita,
ormai coda di un cane annegato
e noi pidocchi aggrappati 
all'ultimo cerchio di un pelo 
che emerge al galleggio nel fiume
verso il mare,cimitero 
..............del tempo........
-------------------------------------------
Da:Pietre e Utopie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MIMOSE   Lun Mar 02, 2015 4:24 am

Mimose in avamposto
fiorite di giallo spugnoso
sfidano frecce del gelo
segnalano ad altre vite
di lì a poco redenzione
e subito Il cardellino
cinguettando imbottisce il nido
col morbido fiore
lo stesso colto dalla mano
dell'ingenuo poeta
e donato alla sua amata
subito contenta sorridente
ma poi lenta al grugno
all'appassire del dono
fino a marcescenza,
sperava si nel giallo
ma quello di monete d'oro
inalterate al tempo
e al tintinnio svegliano
occhi di qualsiasi inverno
------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: L'AMERICANA   Sab Feb 28, 2015 4:10 am

L'AMERICANA

Seno ondulante,tracimante a sguardi
fianchi a parentesi d'implori oscuri
passo alato, gambe ballerine dritte
che al confronto il  piombo di un muratore
si vergognò e trovò alibi nel vento
a curve del filo in errore

L'Americana 
col volto angelico 
da suscitare  imbarazzo d'avvenenze
di mal conciliante  pace in Paradiso

Il cervello frullato in bramosie
si squagliò all'incendio dei pensieri 
e la saliva deformò  l'immagine 
ne seguì una bestemmia 
strozzata a cernita di preghiera
iniziata al contrario
intenta a svegliare e barattare con Dio
quell'esca per l'inferno 

Cadde dal cielo un fulmine
indicò le tenebre 
e un giardino di rose
diventò incandescente
mentre l'ultima piuma d'ali
dell'angelo custode
vorticava nel cielo

L'abbaiare di un cane
interruppe il sogno
e la moglie lo baciò sulla fronte
aeroporto dal quale
decollata e atterrata 
la metamorfosi che lui delirante
inconsciamente 
gli aveva regalato
 ------------------------- 
Da:Vetriolo
 www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: LO SPACCONE   Ven Feb 27, 2015 3:20 am

Un tale si vantava
a dismisura
d'esser griffato
con scarpe Geox
cravatta Versace
camicia Balestra
vestito Armani
profumo Gucci
al che gli risposi
ma non ti rendi conto
d'aver solo cose altrui
ma di tuo che c..zo hai?
e gli mostrai il mio Gilet
di pelle di pecora
che m'ero cucito
preciso addosso
inoltre gli segnalai
che il cervello era mio
e non venduto
a quelle marche
a spazio
..d'affissioni..
----------------------------
Da:Poesie Cialtrone

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: COSCIENZE AL CANDEGGIO   Gio Feb 26, 2015 2:30 am

Rubano per mogli di carne e plastica
candeggiano l'anima in chiesa
in fondo i poveri sono poco intelligenti
e gli onesti sono tali
solo per la paura di rischiare
e di Giuda nessuno dice sia all'inferno
-Ricchezza è presentarsi eleganti con rispetto
profumati al tribunale Divino
-L'inferno è un alibi per la vendetta
di chi ha perso e il Paradiso un regno
progettato in cielo e vissuto a terra,
ai creduloni il progetto a parola
ai furbi le chiavi ad abitarlo da vivi
-Comunismo è uguaglianza
e mira a non far salire chi in basso
ma a far scendere chi è in alto
tranne la nomenclatura
in miglior visione, elevata a controllare 
che ciò veramente accada
-Il cinema è l'unico metodo
per vedere i sogni in carne e ossa
-La poesia un'autoanalisi di chi la scrive
e noia mortale a pseudo altruisti
coinvolti alle sedute
--------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: RESTAURI   Mer Feb 25, 2015 2:26 am

Incorniciati da ragnatele e muffe
specchi refrattari dimenticati
ove si specchiano i ricordi
delusi tornano alla memoria
a volte non trovano alloggio
e bussano irruenti all'inconscio
che sempre li fa entrare
e possono essere ospiti sgradevoli

Gli oggetti sono silenziosi testimoni
dei raggiri del tempo che fummo
ma troppo vecchi a presenziare il tribunale
ove pentiti siamo Giudici e imputati
e qualcuno carezzandoli li convince
a farsi raccontare la propria storia

Spesso sono cassaforte invisibile
di parole mai dette tra padri e figli
e al distacco ognuno cerca la combinazione
per il segreto del rammarico da restaurare

A volte In vite piatte al podio dell'oblio eterno
con tetri addetti alle esequie
che superano il numero di parenti e amici
gli oggetti riscattano il fu loro possessore
e gli ridanno vita,suscitando ammirazioni
e spesso aspre contese
tra disertori al triste commiato

Gli oggetti sono l'unico filo
che riporta alle proprie radici
soffocate tra indifferenza nei liquami
--------------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: 3 GOVERNATORI IN MOLISE   Lun Feb 23, 2015 3:32 am

Arrivò tronfio Di Stasi
con le sue mezze frasi
vedremo quasi quasi
accolto con enfasi
col sogno in un'oasi
che si rivelò metastasi

Col governatore Iorio
non bastò il rosario
e il Molise da promontorio
si trasformò in obbrobrio
e lui disse sono sobrio
e minaccio l' esproprio

Poi ultimo venne Frattura
e a tavola solo verdura
e tutti finirono in questura
ognuno con la sua iattura
lento a pecora in postura
trascinando la sciagura
-------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: MALAVITA   Dom Feb 22, 2015 2:46 am

Malavita
in alchimie malvagie
germoglia da lumi al denaro
annaffiato da religioni
coltivato dalla politica
concimato da paure

Nell'aria ridente al tetro
amici e nemici
guerci al fato
giurano spergiurano
abbracciati da sospetti
battezzati da potere e morte
giocano col sangue
perde chi lo dipinge
vince chi luce sottrae

Strozzino del cuore
l'indifferenza
si prende i volti
e li Santifica al marmo
annulla il dolore
che aiuta a riflettere e capire
fino al pentimento
cavallo di Troia

Miti da roulette Russa
oltre uno sparo
oppure si sbiancano
a eroi di cartapesta
fradici a ricordi
pezze spugnose
astio al vento

Occhi che vedono 
e le immagini
boomerang al racconto
ossigeno il silenzio
croci un cenno d'affanno
scivolato sul sudore

Tempo compresso
in orologi pazzi
girano illusioni
segnano scadenze
in andirivieni di proiettili
nel bersaglio già colpito
dai pensieri al vagito 
senza madre
--------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FEBBRAIO   Sab Feb 21, 2015 3:52 am

Febbraio è un Signore
con età tra l'orizzonte
e l'ultima foto
degli occhi al tramonto
col vestito bianco sgualcito
elegante a intuirlo stirato
ha un piede nel ghiaccio
e l'altro in un finto tepore,
vuole sposarsi
con una donna alle spalle
e dice di sì sull'altare a un'altra
che deve ancora trovare
-Alle nozze festeggiato
da invitati a caccia di specchi
e rose di spine
con denti e tremori
e segnali di fumo
-Collezionista di farse
ama volti sgomenti
a sorprenderli,l'amplesso
-Confetti di nuvole
macinate ad ombrelli
e a ogni passo veloce
forzato al rilento
un tappeto monocolore
come l'anima degli invitati
all'evento incollati
----------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

wwww.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: AUDIENCE   Ven Feb 20, 2015 3:10 am

Facce maligne
pescano dal canestro
dolori confezionati
da regalare al pubblico
numero utile
per l'audience

E' il dolore spettacolo
da approvare
sotto milioni di occhi
striduli a noie
e da lubrificare con lacrime

Fa scena il racconto
sotto i riflettori
di luci studiate
con trucchi di morte
e musiche di sottofondo

E' brava,bella la conduttrice
a offrire spiragli
e conforto placebo
senza mai perdersi un primo piano
e bucare lo schermo
finire nel sogno dei fans

Il regista
coglie allibite
quelle anime da cartolina
che illusi,storditi,spaesati
per attimi fuori dal tempo
si tolgono il peso del male
nella maniera
........peggiore................
-----------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FALSO INVALIDO   Gio Feb 19, 2015 3:07 am

C'è chi vive di misera assistenza
a stenti va quando può al Santuario
cammina girando a mano due ruote
non perde mai speranza
e prega, prega, prega
forse non tanto per guarire
e porsi in privilegio tra altri sfortunati
ma per essere un poco più sereno
-C'è chi furbescamente con ilarità lo imita
per avere ozioso la pensione
ma un bel giorno al Santo
con la luna storta gli girano le aureole
e con un dito inchioda veramente
l'attore sulla sedia a rotelle
e dice ora si meriti il danaro
e poi fa cenno alzati e cammina
al sorpreso vero indigente
...un amen circoscrive l'accaduto
-------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
michael$anthers
Poeta
Poeta


Numero di messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 11.06.10

MessaggioTitolo: FALCHI   Mer Feb 18, 2015 3:55 am

Vegliano la strada
veloce trafficata
dall'alto i falchi mimetizzati
con l'acido nello stomaco
che minaccia d'arrivare alle piume,
aspettando siano schiacciati
un gatto,una volpe, una faina
e sornioni allevano presagi
poi sonnecchiano a sognarli
e qualche stridio di freni l'allerta,
sul dilanio in anticipo
come giornalisti le mosche
frustate dalle ali ronzano nervose
-Ruggiscono i motori
divorano chilometri
bisogna fare in fretta
alzarsi in volo e ripiombare
per non fare la stessa fine
intanto i copertoni appiattiscono
le carni a mo di cotoletta
e incarognito il sole cucina
e nell'aria evapora acre il sangue
-Prova amplessi la morte
in nefaste coincidenze
dal nome destino
--------------------------------------------
Da:Destini E Presagi

www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: QUANTI ANNI   

Tornare in alto Andare in basso
 
QUANTI ANNI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 25Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 15 ... 25  Seguente
 Argomenti simili
-
» Smigol
» Io non dimentico
» Abito anni 50
» 2011 Walt Disney World compie 40 anni
» Quotazioni degli anni passati...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE DI MICHAEL SANTHERS-
Andare verso: