BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividi | 
 

 COLLOQUIO CON L'IO E NESSUNO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
wagena
Admin
avatar

Numero di messaggi : 393
Località : Zena dunde t'ae
Occupazione/Hobby : sbruggia e matasse
Umore : dipende da chi me gìa inturnu
Data d'iscrizione : 17.08.08

MessaggioTitolo: COLLOQUIO CON L'IO E NESSUNO   Sab Giu 26, 2010 11:17 pm

Senti, ma tu pensi veramente che un'anima insoluta ancora possa così impunemente fedifragarsi naufragando e dissolvendosi in univoche ingiuriose equivoche arrovellanti ipotesi affacciate a finestre sbarrate da socchiuse gelosie dalle quali filtrano impietose verità che arrugginiscono i ben oliati cardini della memoria e infrangono il muro del suono dei silenzi approfittando della temporanea cecità e sordità di un elemento ipocondriaco che diffonde i suoi umori e s'interpone tra il dire il fare come un mare salato nel quale galleggia e s'infrange nello spruzzo di spremute anacolute idee che s'accavallano e s'abbattono sulla durezza delle mollitudini e giaculatoricamente ripetono le inutili sentenze del flato che s'incanala nell'orrido e lentamente scorre come un fiotto si sangue raggrumato simile al magma di un vulcano che incapace di eruttare si gonfia nel core e s'espande in sotterranee arterie modificando le strutture di un pensiero definito e lo trasforma in arzigogolo labirintico indefinibile enigma che rende impossibile ogni logica e se anche nel surreale surrogato uno volesse inoltrarsi come ultima ratio troverebbe l'antitesi di ogni tesi e n'uscirebbe pazzo e camminerebbe per strada maledicendo i suoi piedi e accarezzerebbe il selciato con le mani pur di trovare a testa in giù un metro piano e un angolo dove l'ombra rifrange la luce e sarebbe specchio la vetrina delle pozzanghere e riderebbe di sè nel vedersi così mutevole e mutata e sbatterebbe ancora il naso quadro contro gli orpelli dell'essenza, ormai ridotti a cenci informi laceri di scucite idiomatiche idiozie che nemmeno lei l'anima si potrebbe riconoscere.
Senti, ma tu pensi veramente che?
.
Torna in alto Andare in basso
http://oceanisocchiusi.spaces.live.com/
 
COLLOQUIO CON L'IO E NESSUNO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Polemicuccia... nessuno commenta che tristezza
» Un colloquio culinario
» il mio nome è nessuno
» Poesia al femminile
» Le Parole di Gesù sul culto e la Chiesa di oggi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE SURREALI, INCUBO,MISTERO-
Vai verso: