BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividi | 
 

 La fessura

Andare in basso 
AutoreMessaggio
wagena
Admin
avatar

Numero di messaggi : 393
Località : Zena dunde t'ae
Occupazione/Hobby : sbruggia e matasse
Umore : dipende da chi me gìa inturnu
Data d'iscrizione : 17.08.08

MessaggioTitolo: La fessura   Mar Gen 05, 2010 10:53 am


Com'era fastidioso quel continuo ronzare che non smetteva nemmeno nel sonno!! S'addormentava con quel ronzìo e si svegliava con esso. Anche nei sogni era presente.
.
Si decise ad andare dal medico di base il quale, dopo averlo visitato virtualmente, gli preparò una richiesta per una visita otorinolaringoiatrica. Dopo qualche settimana finalmente ottenne la visita specialistica, ma l’otorino gli disse che forse poteva trattarsi di un riflesso psicosomatico, perchè a livello fisico non c'era niente, nè corpi estranei, nè lesioni auricolari . Vada da un bravo neurologo, se vuole le dò il nominativo di un amico e una lettera di presentazione e vedrà che la riceverà anche domani. Vergò qualcosa su un foglio, lo imbustò scrivendoci sopra l'indirizzo e la frase abbreviata S.P.M.
.
Il giorno dopo si presentò allo studio del Dr. Mai. Un tipo magro, diafano, quai spettrale, mani lunghe e bianchissime, un viso scavato e due occhi grigi in orbite incredibilmente infossate. Età indefinibile. Lo accolse con un mezzo sorriso che non arrivava al naso e con la mano lo invitò ad accomodarsi sulla sedia trasparente . Poi aggirò la scrivania, sempre scrutandolo, si sedette e con voce bassa disse: L’ascolto . Lui gli raccontò che da mesi era ossessionato da quel ronzìo che non gli dava tregua e gli era diventato ormai insopportabile. Gli consegnò la lettera dell’altro dottore e, mentre continuava a parlare, l’altro l'aprì, lesse il contenuto e poi, sempre con estrema calma , esordì:
E' necessario che io sappia da Lei in poche parole anche il genere di vita che conduce, che lavoro fa, come passa la sua giornata, cosa mangia, com'è la sua vita sentimentale, la sua situazione finanziaria, quali sono i suoi desideri inappagati, le sue aspettative. DEVO sapere TUTTO.
.
Ma...Professore, come faccio a spiegare tutto questo, ci vorrebbero ore, mi faccia Lei delle domande...
.
NO , è Lei che deve dire, mi faccia un sunto, senza divagare.
.
Beh...attualmente sono disoccupato, ho perso il lavoro mesi fa perché non riuscivo più a concentrarmi, la mia vita sentimentale è ed è stata un disastro, la mia situazione finanziaria è critica ...non si preoccupi... ho ancora i soldi per la sua parcella...la notte non dormo, di giorno deambulo e dormicchio, mangio quello che capita e a volte salto pasto, mi lavo poco, giusto per non puzzare, e i miei desideri sono oramai inesistenti, le mie aspettative pari a zero. Le basta?
.
Venga, voglio farle un esame particolare... si alzi e si accomodi davanti a questa macchina...ecco...quando glie lo dico io guardi fisso dentro questa fessura...senza sbattere le palpebre, mi raccomando.
.
Lui , con un certo timore, si accostò al marchingegno e fece come richiesto. Si accostò al buco, dimensionato in modo da comprendere tutte e due le orbite e lasciare fuori tutto il resto del viso...
.
Guardi e mi dica cosa vede
.
Non vedo niente dottore, è tutto nero
.
Guardi meglio
.
Non vedo niente
.
GUARDI ANCORA!!!!
.
E' inutile, non vedo niente!!
.
Si alzi ...
.
Ma...cosa avrei dovuto vedere?
.
E’ lei che dovrebbe saperlo
SE NE VADA ORA…ci pensi e TORNI TRA UNA SETTIMANA…riproveremo.
.
Uscì da lì ancora più angosciato, camminò a lungo prima di tornare a casa, sempre pensando a quella fessura e a cosa avrebbe dovuto vederci dentro. .Intanto Il ronzìo si faceva sempre più acuto, strizzò gli occhi come per scacciarlo…gli ritornò alla mente quella sera di quasi un anno prima, quella sera in cui lei se n’era andata sbattendo la porta, ricordò quell’ultima sua parola…CREPA!!...ricordò la sua gelosia, i litigi, i giorni e i mesi successivi, tutto riaffiorava , l’incubo , l’incubooooooooooooooooo NOOOOOOOOOOOOO, DEVO USCIRNE, DEVO USCIRNE, DEVO USCIRNE , DEVO USCIRNEEEE!!!!!!!!!!!!
.
La settimana trascorse lentissima, i giorni e le notti sembravano eterni, si sentiva sempre più depresso , trascurato, sembrava un cane bastonato quando si ripresentò allo studio del Dr.Mai.
.
Questa volta nemmeno un mezzo sorriso accennato, niente preamboli, il dottore lo fece accomodare subito davanti alla macchina. Lui aveva il cuore che batteva all’impazzata TUMP Tutump TUMP Tutump TUMP Tutump… la testa che pareva scoppiare e il ronzìo che aumentava a dismisura, parossisticamente..
Guardi dento la fessura…ORA! Intimò il dottore
.
Si…
.
Cosa vede???.
.
N…niente…
.
Sicuro??
.
S….si, sì sicuro, non vedo assolutamente niente
.
Impossibile! Dopo una settimana TUTTI DEVONO vedere qualcosa!! Lei è un inetto!! GUARDI, GUARDI, GUARDI ancora!!
.
Lui ormai esasperato, gli urlò
Le dico che non vedo un cazzooooooooooooooooooooo!!!!
.
Inferocito si alzò, prese il medico per il collo e strinse, strinse, strinse, finchè quegli odiosi occhi gelidi e infossati non uscirono dalle orbite, finchè quel viso divenne una maschera paonazza, finchè tutto si fece flaccido e inanimato. Solo allora lasciò la presa e il corpo cadde a terra con un tonfo sordo.
.
Lui lo guardò , adesso non tremava più . ADESSO ERA SCOMPARSO ANCHE IL RONZIO.
.
Scavalcò il cadavere e corse a posizionarsi davanti alla macchina…guardò dentro la fessura, e questa volta.. sì, questa volta VIDE.
.
COSA vide?
Cosa c'era scritto nella lettera?
.
Beh...è un racconto del mistero no?
Dovete dirlo VOI. Magari pensateci una settimana.
Magari GUARDATE DENTRO LA FESSURA
Torna in alto Andare in basso
http://oceanisocchiusi.spaces.live.com/
 
La fessura
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: LO SPECCHIO CHIAROSCURO :: PAGINE SURREALI, INCUBO,MISTERO-
Andare verso: