BestiarioPoetico

Il Pensiero riflesso nello specchio oscuro
Gli animali e le figure nell'immaginario - Gli eventi e la memoria
Letteratura - Poesia - Arte - Filosofia - Etica - Bioetica
Miti e Leggende



 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Mi piace pensar che qualcuno -girando e dell'altro cercando- curioso, per caso si trovi davanti una pagina, l'apra, la legga e qualcosa d'intenso rimanga, come quando si coglie al tramonto il colore del sole che muore, mai uguale, sapendo che è solo di un attimo

Condividere | 
 

 U Trallallero

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
elena
Ospite



MessaggioTitolo: U Trallallero   Sab Dic 19, 2009 4:38 pm

Si dice che i genovesi in quanto a tirchieria siano peggio degli scozzesi: sarà per questo che hanno inventato il Trallallero, una musica che non ha bisogno di altri strumenti che non siano le voci che li imitano.
Nu custa ninte figgioe!
Così nelle antiche Osterie del XI secolo, tra i fumi del vino e l'allegria nasce il Trallallero ( derivazione onomatopeica di tra-la-la ) , che si tramanda verbalmente, un po' come i pensieri socratici, di generazione in generazione per arrivare sino a giorni nostri, nello stile vocale di esecuzione ben precisa e coordinata.
Il vero Trallallero , quello antico, è una musica senza parole, solo suoni ritmati del tra-la-la ...in seguito molte canzoni popolari sono state adattate allo stile del Trallallero, personalmente preferisco quello originale. Sta di fatto che, comunque, la composizione del coro è così fatta:
La voce primaria è il tenore ( u primmu), poi c'è il contralto che canta in falsetto ( u segundu , oppure cuntretu , detto anche bagascetta per i ben noti toni femminili) , poi c'è la chitarra ( a chitara, imitazione con voce nasale dello strumento pizzicato tenendo ll dorso della mano contro le labbra , muovendolo ad hoc facendole vibrare ), segue il baritono ( u cutrabassu) e i bassi, che devono essere almeno tre , indispensabili per fare da sottofondo al tutto.
La squadra di solito è formata da un minimo di nove elementi ( donne tassativamente escluse ) che cantano raccolti in cerchio, in quanto sono gli sguardi che fanno da direttore d'orchestra, ciascuno segue tutti gli altri nelle pause e negli attacchi.
Il risultato è una musica altamente emotiva e coinvolgente , che ricorda a tratti certi prolungamenti vocali dei canti sardi e balcanici . Recentemente all'Oratorio della Madonna del Monte , nella perfetta sonorizzazione della cuspide, ho avuto il piacere di sentire questa musica e me ne sono vieppiù innamorata.
Ve ne regalo uno stralcio, poi mi avventuro tra la neve e il mio trallallero sarà tutta una serie di imprecazioni in zeneze mentre, facendo un passo avanti e tre indietro, salirò a piedi sulla mattonata ghiacciata per arrivare in cima alla collina. Perchè oggi niente bus o taxi che vadano lassù...vabbeh, risparmio!

Buona giornata a tutti.




Tornare in alto Andare in basso
 
U Trallallero
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BestiarioPoetico :: VIDEO E MUSICA :: I video del cuore-
Andare verso: